Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Funghi: proprietà, valori nutrizionali, calorie

I funghi sono alimenti poco calorici, ricchi di minerali come fosforo e potassio. Utili per il sistema immunitario, sono utilizzati anche per il sistema cardiovascolare. Scopriamoli meglio.

>  Nome scientifico

>  Funghi, alleati di

>  Proprietà dei funghi

>  Calorie e valori nutrizionali dei funghi

>  Dicono di loro

>  Curiosità sui funghi

>  Una ricetta nella manica

Funghi, uso e proprietà

 

Nome scientifico 

Ogni fungo ha il proprio nome scientifico. Il nome del porcino nero è Boletus aereus, il cardoncello è Pleutotus eryngii; il gallinaccio è Hydnum rufescens o repandum, tanto per ricordare solo alcuni dei più comuni.

 

Funghi, alleati di

Ossa, sistema cardiovascolare, sistema immunitario.

 

Proprietà dei funghi

I funghi non contengono grassi e sono poco calorici e dunque ottimi anche per chi voglia dimagrire e per chi debba seguire una dieta povera di grassi. Sono un’ottima fonte di minerali, in particolare fosforo, potassio, selenio e magnesio.

I funghi contengono, inoltre, lisina e triptofano, vitamine del gruppo B e alcune sostanze antiossidanti. Grazie alle loro caratteristiche aiutano il sistema cardiovascolare a mantenersi in forma.

Da secoli, poi, i funghi sono considerati un toccasana per il sistema immunitario e vengono spesso consigliati nell’alimentazione durante il cambio di stagione tra estate e autunno, per aiutare l’organismo a difendersi meglio.

Tra l’altro, quello è il periodo migliore per consumarli freschi, anche per la maggiore disponibilità di funghi che crescono spontaneamente. Durante tutto il resto dell’anno, è più facile trovarli surgelati o secchi.

 

Calorie e valori nutrizionali dei funghi

Le calorie contenute nei funghi variano a seconda della tipologia.

100 g di funghi porcini contengono 26 kcal / 107 kj.

Inoltre, per 100 g di prodotto abbiamo;

  • Acqua 92g
  • Carboidrati 1g
  • Zuccheri solubili 1g
  • Proteine 3,90g
  • Grassi 0,70g
  • Fibra totale 2,50g

 

100 g di funghi prataioli, invece, contengono 20 kcal / 82 kj e per 100 g di prodotto abbiamo:

  • Acqua 90,40g
  • Carboidrati 0,80g 
  • Zuccheri 0,80g
  • Proteine 3,70g
  • Grassi 0,20g
  • Fibra totale 2,30 g

 

Infine, per 100 g di funghi champignon, i valori nutrizionali sono:

  • Calorie 22 calorie
  • Carboidrati 4,3g
  • Proteine 2,5g
  • Grassi 0,1

 

Puoi approfondire anche le proprietà e l'uso dei funghi medicinali

Funghi medicinali, storia e utilizzo

 

Dicono di loro

Esistono decine e decine di specie di funghi e non tutti sono commestibili. Sulle nostre tavole compaiono più spesso porcini, champignon, cardoncelli, gallinacci e chiodini, ognuno con le sue caratteristiche, ognuno con il suo particolare gusto.

Tra tutti i funghi, i più apprezzati sono forse i porcini, carnosi e profumati, che si possono raccogliere tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, nei boschi di querce e di castagne.

Molto prelibati anche i cardoncelli; il loro cappello largo e carnoso è ottimo arrostito alla piastra. Tra i funghi coltivati ed economici troviamo invece gli champignon; facilmente reperibili tutto l’anno, freschi o surgelati, si prestano a tantissime preparazioni.

 

Curiosità sui funghi

I funghi conservano le proprie caratteristiche nutrizionali anche quando sono essiccati; dunque, in mancanza di funghi freschi, quelli secchi andranno benissimo.

Il momento migliore per raccogliere funghi nei boschi è il mattino successivo a una nottata di pioggia; prima di mangiare funghi raccolti da sé è bene farli ispezionare a una ASL territoriale; esistono, infatti, centinaia di specie di funghi e solo una minoranza è commestibile. Il veleno di alcuni tipi di funghi è letale.

 

Una ricetta nella manica

I funghi si prestano alla preparazione di tantissimi piatti. Basta un solo fungo per rendere più saporito il brodo vegetale o per arricchire un sugo di pomodoro. Vediamo come preparare un buon risotto ai funghi, utilizzando porcini secchi, in modo da poter ottenere un piatto sano e nutriente, tutto l’anno.

Preparare un brodo vegetale con carota, patata, sedano, prezzemolo e cipolla. Nel frattempo, mettere in ammollo i funghi e poi strizzarli. Fare un soffritto con uno spicchio d’aglio e poco olio extravergine d’oliva; una volta che l’aglio sarà rosolato, toglierlo dalla padella e versare il riso (va bene anche il riso integrale) e i funghi.

Portare a cottura aggiungendo brodo vegetale, un po’ per volta, sempre mescolando. Mantecare con un cucchiaio di parmigiano e un trito di prezzemolo freschissimo. Se non volete aggiungere grassi animali, basta il prezzemolo a cui si può aggiungere qualche noce tritata.

 

LEGGI ANCHE 

Quanto sono ricchi gli alimenti dell'autunno


Altri articoli sui funghi:

Alimento top di ottobre: come cucinare i funghi

Funghi autunnali, come riconoscerli

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy