Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

NUTRACEUTICA

Fibre vegetali, proprietà e benefici

A cura di Veronica Pacella, Nutrizionista

 

Le fibre sono un complesso di sostanze contenute negli alimenti di origine vegetale come frutta e verdura, classificate in fibre non solubili, fibre solubili e lignani, utili per equilibrare la flora intestinale e abassare il livello di colesterolo nel sangue. Scopriamole meglio.

>  A cosa servono e dove si trovano le fibre

>  Le proprietà e i benefici delle fibre

>  Gli effetti della carenza di fibre

>  Controindicazioni

 

Il topinambur tra gli alimenti ricchi di fibre vegetali

Topinambur, ricco di fibre vegetali

 

A cosa servono e dove si trovano le fibre

La maggior parte dei cereali e delle verdure contengono la fibra insolubile, insolubile in acqua ma capace di legarsi ad essa, motivo per cui, una volta ingerita, ha l’effetto di aumentare le dimensione e il peso delle feci. La fibra insolubile è rappresentata principalmente della cellulosa, fermentata dalla flora batterica intestinale con la produzione di acidi grassi a corta catena, di cui si nutrono le cellule dell’intestino.

Le fibre solubili, solubili in acqua, comprendono invece:

  • emicellulose: presenti nella crusca, promuovono i movimenti dell’intestino aumentando l’idratazione delle feci, legandosi al colesterolo ed evitandone l’assorbimento;
  • gomme e mucillaggini: presenti nei semi delle piante come cereali, legumi, noci e semi oleosi. Riducono i livelli di glucosio e di insulina, riducono il colesterolo, diminuiscono il senso di fame e favoriscono la perdita di peso, sono lassative ed alcune di esse vengono utilizzate dall’industria alimentare come addensanti e stabilizzanti;
  • pectine: si trovano sulle pareti delle cellule vegetali e nella buccia della frutta. Fra le loro proprietà c’è quella di formare un gel responsabile della riduzione del colesterolo e utilizzata a livello industriale per  torte e marmellate.
  • polisaccaridi delle alghe: utilizzati nell’industria alimentare come addensanti, emulsionanti e leganti. 

I lignani sono composti dalle importanti proprietà anticancro, antibatteriche, antifungine e antivirali. Vengono trasformati dalla flora batterica intestinale in enterolactone ed enterodiolo, composti che proteggono dal cancro. Ne sono ricchi i semi di lino, il frumento integrale, le noci e i legumi.

Le fibre contengono anche Inositolo, Frutto-oligosaccaridi e Galatto-oligosaccaridi, noti anche come prebiotici

 

Puoi approfondire quali sono gli alimenti più ricchi di fibre

Cereali ricchi di fibre

 

Le proprietà e i benefici delle fibre

Gli effetti benefici delle fibre in toto sono soprattutto:

 

Gli effetti della carenza di fibre

Una carenza di fibre portano a disturbi gastrointestinali e malattie del colon (diverticolite, sindrome dell’intestino irritabile, colite ulcerosa, appendicite, emorroidi, ernia iatale),  malattie cardiache (per colesterolo e trigliceridi), obesità e diabete di tipo 2.

 

Controindicazioni

Le uniche controindicazioni delle fibre riguardano la presenza di gastriti acute o disturbi come sindrome del colon irritabile, in cui un eccesso di fibre potrebbe aggravare la sintomatologia.

 

LEGGI ANCHE
Gli integratori alimentari di fibre naturali

 

Altri articoli sulle fibre vegetali:

>  Mangiare fibre integrali fa bene?
>  Alimenti ricchi di fibre: quali sono?
>  Le fibre alimentari, se le conosci le usi
>  L'alimentazione contro i diverticoli è ricca di fibre vegetali

>  I suggerimenti per digerire meglio le fibre 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy