Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FARINE

Farina di grano duro, proprietà e utilizzo

La farina di grano duro è ottenuta dalla macinazione del grano duro, ovvero Triticum durum. Ricca di proteine, glutine e fibra alimentare, la farina di grano duro contiene anche carotenoidi. Scopriamola meglio. 

>  1. Come si ricava la farina di grano duro

>  2. Proprietà e uso della farina di grano duro

>  3. I prodotti a base di farina di grano duro

>  4. Una ricetta nella manica

Farina di grano duro

 

Come si ricava la farina di grano duro

La farina di grano duro, Triticum durum, si ottiene dalla macinazione del grano duro, un tipo di grano che si rompe difficilmente, che possiede una grana grossolana ed è di colore giallo-ambrato, diverso sia per aspetto che consistenza dal grano tenero.

Questa specie di grano si coltiva in Puglia e in Sicilia e in molte altre aree del Mediterraneo meridionale e orientale. La macinazione del grano duro è un’operazione finalizzata alla produzione di semola, è possibile ricavare anche una rimacinata integrale di grano duro.

 

Proprietà e uso della farina di grano duro

Dal quadro nutrizionale della farina di grano duro, risulta un elevato contenuto di proteine, glutine (maggiori rispetto alla farina di grano tenero) e di fibra alimentare.

È notevole anche la presenza di carotenoidi, luteina e beta-carotene, potenti antiossidanti, sostanze importantissime per prevenire l‘invecchiamento cellulare e utili nella prevenzione di alcuni tumori. Buono è anche l’apporto di sali minerali (potassio, ferro e fosforo) e di vitamine (tiamina e niacina).

I prodotti preparati con farina di grano duro hanno un minore indice glicemico; non sono indicati per chi soffre di celiachia. Nella scelta della farina di grano duro un posto rilevante spetta al kamut.

 

Prodotti della farina di grano duro

La farina i grano duro si utilizza prevalentemente per la produzione di pane e pasta ma anche per dolci tipici, soprattutto biscotti, pizze e focacce.

Il colore tipicamente giallastro, che dipende dalla varietà di grano impiegato, fa sì che anche i prodotti assumano un colore più scuro rispetto ai prodotti fatti con farina di grano tenero e un aspetto più “rustico”.

L'impasto ottenuto dalla farina di grano duro presenta anche un’elasticità minore e una tenacità più alta rispetto al grano tenero, possiede inoltre una capacità di assorbimento di acqua maggiore. La farina di grano duro si trova facilmente in negozi e supermercati.

Con la farina di grano duro si produce un pane tipicicamente sardo, il pane carasau utile contro il gonfiore intestinale.

 

Una ricetta nella manica

Biscotti di grano duro integrale
Ingredienti:

  • 500 grammi di grano duro integrale,
  • 400 grammi di burro,
  • 150 grammi di zucchero di canna integrale.

Procedimento: Lavorare la farina di grano duro integrale con lo zucchero di canna e il burro ammorbidito fino a ottenere un impasto sodo e liscio. Lasciarlo riposare in frigo per circa un’ora, quindi formare dei cilindri, tagliare i cilindri a fette dello spessore di 2 cm, disporle su una teglia rivestita di carta forno. Cuocere in forno a 160°C per 15 minuti circa, lasciarli raffreddare.

 

Il grano duro tra gli ingredienti del mopur: scopri gli altri

 

Altri articoli sul grano duro:

> Grano duro: usi e 2 ricette

> Grano duro e grano tenero le differenze



Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy