Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FARINE

Farina di Chufa, proprietà e utilizzo

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

La farina di chufa è un alimento dalle notevoli proprietà nutrizionali, ricavata dalla Chufa, un tubero molto diffuso in Spagna. Ricca di vitamina C e E, la farina di chufa è utile contro il colesterolo, nella prevenzione dell’arteriosclerosi e per favorire digestione e senso di sazietà. Scopriamola meglio.

>  1. Come si ricava la farina di chufa

>  2. Proprietà e uso della farina di chufa

>  3. I prodotti a base di farina di chufa

>  4. Una ricetta nella manica

 

Tuberi di Chufa

Tuberi di Chufa

  

 

Come si ricava la farina di chufa

La Chufa è un tubero, di colore marrone, la cui pianta è molto diffusa in Valencia (Spagna). Il suo nome latino è Cyperus esculentus ed è anche conosciuta come babbagigi, zigolo dolce o mandorla di terra.

Recentemente ha ottenuto la denominazione di origine a tutela della sua qualità, la quale ne ha fatto l’ingrediente base di una bevanda molto famosa.

L’ingrediente base che si ricava dai tuberi di Chufa è una particolare farina il cui sapore è molto gradevole, dolciastro, simile alla nocciola.  

 

Proprietà e uso della farina di chufa

La farina di chufa possiede tantissime proprietà che la rendono un alimento dalle importanti caratteristiche nutrizionali. Queste sono: 

  • Prevenzione dell’arteriosclerosi;
  • Abbassamento del livello di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) ed aumento di quello del HDL (buono);
  • Abbassamento dei trigliceridi;
  • Apporto di minerali importanti come potassio, magnesio, calcio, ferro e fosforo;
  • Apporto di energia facilmente assimilabile,
  • Regolazione delle funzioni intestinali;
  • Proprietà digestive e stimolanti delle difese immunitarie grazie al contenuto in amidi ed amminoacidi;
  • Apporto di vitamine quali vitamina E e C;
  • Facilità la digestione grazie al suo contenuto di amidi ed enzimi;
  • Favorisce il senso di sazietà e coadiuva nei casi di diete dimagranti grazie all’elevata presenza di fibre (le fibre si gonfiano e garantiscono la sensazione di sazietà duratura).

La Chufa, inoltre, presenta un basso contenuto di sodio e non contiene né lattosio né glutine. Grazie a tutte queste svariate proprietà, la Chufa è stata definita dagli esperti di alimentazione alimento completo dal punto di vista nutrizionale, in quanto è in grado di apportare all’organismo tutti i macro e micronutrienti importanti per il suo benessere.

 

I prodotti a base di farina di chufa

I tuberi della Chufa possono essere consumati sia crudi che cotti, freschi o essiccati; ma soprattutto la chufa può essere utilizzata sotto forma di farina, la quale si presta bene alla realizzazione di ottimi dolci. La farina di chufa può anche essere aggiunta ai cereali, allo yogurt o al latte vegetale.

Tipica preparazione con la farina di chufa è però la famosa bevanda valenciana: l’Horchata de Chufa adatta a vegetariani e vegani in alternativa al latte, in quanto bevanda totalmente vegetale.

Con la farina di chufa si possono preparare anche delle creme naturali da spalmare su pane e biscotti

 

Una ricetta nella manica

In spagna la Chufa viene utilizzata per la preparazione di una tipica bevanda: l’Horchata.  La preparazione varia in funzione dell’ingrediente base: se si utilizza il tubero è necessario un ammollo e un filtraggio finale dopo il passaggio nel frullatore, se si utilizza la farina, la procedura sarà simile a quella della preparazione di un frappé, mettendo insieme gli ingredienti scelti a freddo.

Per lo zucchero la dose consigliata in un litro d’acqua è compresa tra i 50 e i 100 grammi, ma meno se ne mette meglio è. Come tutti i prodotti naturali, affinché non perda le sue proprietà, la Horchata va consumata entro tre giorni dalla sua preparazione, e si serve preferibilmente fredda.

 

Immagine | Wikiwand

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy