Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GLI ALIMENTI PER CELIACI

Mais, riso, legumi, patate…sono solo solo alcuni degli alimenti adatti a chi soffre di celiachia. Escludere il glutine della dieta non vuol dire escludere la possibilità di seguire un’alimentazione varia e bilanciata

Scopriamo cos'è la celiachia e quali sono gli alimenti adatti per i celiaci.

 

Che cos’è la celiachia

La celiachia è una condizione geneticamente determinata in cui le proteine di alcuni cereali scatenano una risposta immunologica anomala. Si ha quindi una produzione di anticorpi e di linfociti attivati che causano un danno ai tessuti e, in particolare, alla mucosa dell’intestino tenue. Le conseguenze sono malassorbimento, sintomi intestinali (in particolare diarrea) e sintomi carenziali.

Le proteine dei cereali che causano la celiachia sono quelle note con il nome di glutine. I celiaci, dunque, per stare bene, devono eliminare tutti gli alimenti che contengono glutine.

 

Alimenti e celiachia

Il glutine è una famiglia di proteine presenti in molti cereali; per esempio frumento, orzo, segale, kamut, farro, avena.

Ma quali sono, invece, gli alimenti per celiaci, quelli, cioè, cosiddetti gluten free?

L’amaranto, per esempio, che pur avendo molte caratteristiche simili a quelle dei cereali e per questo usato in molte ricette dai celiaci, tecnicamente non lo è. E sono alimenti adatti ai celiaci anche mais e riso.

Possono, inoltre, essere consumati frutta e vedura, latte, legumi, carne fresca, pesce, uova, prosciutto crudo, yogurt naturale, panna, caffè, tè, miele e moltissimi altri alimenti. Esiste, infatti, un'ampia varietà di cibi naturalmente privi di glutine; a tal fine consigliamo di consultare i consigli dietetici presenti sul sito dell’Associazione italiana celiachia (AiC).

L’esclusione del glutine dalla dieta, soprattutto all’inizio, quando ancora non si sa bene come muoversi, può apparire molto complicato. Non basta, infatti, eliminare tutti i cibi che ne contengono naturalmente, occorre anche prendere alcune precauzioni e porre particolare attenzione:

  • Agli alimenti industriali nella cui ricetta sono presenti additivi e addensanti contenenti glutine;
  • Agli alimenti che non contengono glutine ma la cui preparazione può risultarne contaminata, per esempio alcuni formaggi, dessert, carni conservate, tè e caffè aromatizzati.

Oggi, comunque, fortunatamente c’è molta attenzione nei confronti della celiachia e, quindi, la completa assenza di glutine degli alimenti industriali è in genere chiaramente riportata in etichetta. Sono inoltre disponibili elenchi completi dei cibi industriali presso i medici e presso le associazioni che si occupano di celiachia.

È importante inoltre sottolineare che l’esclusione del glutine dalla dieta non deve escludere anche le regole di una corretta alimentazione, che deve essere varia e nutrizionalmente bilanciata, come quella di tutti.

 

Quando introdurre il glutine nella dieta del bambino

 

Per approfondire

> La celiachia, sintomi e rimedi

> Il sito dell'Associazione italiana celiachia

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: