Logo

Congiuntivite: sintomi, cause, cure e rimedi

Si parla di congiuntivite quando la membrana che riveste la faccia posteriore delle palpebre e la parte posteriore dell'occhio, anche detta congiuntiva, si infiamma. Ne conseguono bruciori, arrossamenti, lacrimazione e sensazione di corpo estraneo. Scopriamo meglio come curarla

>  Tipi di congiuntiviti

>  Sintomi

>  Cause

>  Cure per la congiuntivite

 

Anatomia dell'occhio

Anatomia dell'occhio

 

Tipi di congiuntiviti

Esiste sia la congiuntivite infettiva (dovuta a batteri o virus) che la congiuntivite allergica, che causa un'infiammazione gigantopapillare (sulla superficie interna della palpebra superiore si formano delle papille, dure e appiattite, di un millimetro di diametro, che formano uno strato continuo cui si devono rossore, secrezione e senso di secchezza). 

La congiuntivite di origine infettiva è una forma molto contagiosa: si trasferisce con estrema facilità al prossimo, ed è facile che passi da un occhio all'altro; per questo è necessario tenere le mani lontane dal globo oculare malato. Esistono alcuni accorgimenti per prevenire la congiuntivite: proteggete l’occhio in situazioni che favoriscono l’ingresso di pulviscolo nell’occhio (ad esempio, in auto guidate a finestrino alzato o indossate degli occhiali in caso di vento forte); se siete allergici al polline assicuratevi che i capelli siano sempre ben puliti, in modo da evitare che si trasmetta dal cuscino ai vostri occhi mentre dormite.

 

Sintomi della congiuntivite

I sintomi della congiuntivite possono essere più o meno gravi. I primi campanelli d'allarme si hanno quando l'occhio risulta molto arrossato, è interessato da prurito e dall'aumento della lacrimazione. Talvolta, in casi di infiammazione più intensa, invece,  si possono presentare gonfiore delle palpebre accompagnato da muco, pus e presenza di follicoli e papille.

 

Cause

Le cause della congiuntivite possono essere molteplici. L'infiammazione della congiuntiva, infatti, può dipendere:

  • Dall'azione di virus, funghi e batteri
  • Da allergie ( inclusa quella a particolari cosmetici)
  • Contatto con sostanze irritanti (fumo, cosmetici, alcuni colliri, raggi X, calore, sostanze inquinanti presenti nell'aria)

 

 

CURE PER LA CONGIUNTIVITE

 

Alimentazione in caso di congiuntivite

Preferite come rimedi naturali gli alimenti ricchi di bioflavonoidi come le bacche della rosa canina, uva, limoni, prugne, pompelmo, albicocche, more e grano saraceno. Ottimi anche i cibi ricchi di beta-carotene (nespole, albicocche, anguria, melone, frutti di bosco, carote, cavolo, lattuga), vitamina C (agrumi e kiwi), vitamina E (semi oleosi, cereali, frutta secca e ortaggi) e vitamina A (peperoncini rossi piccanti, prezzemolo, spinaci, mango, zucca, broccoli). Se la congiuntivite è di origine allergica, meglio sospendere dalla dieta il latte e i suoi derivati o sostituirli con latte di soia e tofu di produzione biologica. 

 

Fitoterapia per la congiuntivite

Per decongestionare gli occhi sono indicate camomilla, eufrasia, sambuco o piantaggine. Preparate un infuso ponendo 2 cucchiai dell'erba scelta in ½ litro di acqua bollente. Lasciate in infusione 10-15 minuti, quindi filtrate. Immergete poi una garza nell'infuso tiepido, strizzatela e applicatela sugli occhi per 5-10 minuti.

 

La camomilla tra i rimedi naturali per la congiuntivite

Camomilla, come e quando usarla

 

Medicina tradizionale cinese

La congiuntivite in medicina tradizionale cinese dipende strettamente dall'aggressione di fattori esterni come il Vento caldo, che si genera a causa di agenti chimico-fisici, e dal Fuoco di Fegato e Vescica Biliare. Per disperdere il Vento caldo e stimolare gli organi menzionati, si lavora sui punti:
FENG CHI (nella depressione fra i muscoli sternocleidomastoideo e il trapezio), che elimina il Vento e purifica il Calore;
HE GU (sul lato radiale dell'indice, all'altezza del punto medio del II metacarpo) che tonifica il qi;
SHANG XING (1 cun dietro la linea anteriore di impianto dei capelli) o TAI YANG (nella depressione temporale) che eliminano il Vento.

 

Oli essenziali

Diluite 8 gocce di olio essenziale di limone in 50 ml di acqua distillata. Fate impacchi con compresse di garza sterile sugli occhi. In alternativa, preparate una compressa unendo 2 gocce di olio essenziale, scelto tra camomilla, lavanda, palmarosa, in un bicchiere di acqua tiepida; immergetevi 2 garze o teli di lino, strizzateli e poi appoggiateli ciascun occhio e togliete la compressa non appena si raffredda. Le compresse vanno preparate con teli diversi per ogni occhio, e non devono essere applicate per più di 3 volte al giorno.

 

Omeopatia in caso di congiuntivite

Il trattamento generale che in omeopatia si adotta contro la congiuntivite prevede l'assunzione di:

  • Aconitum 9 CH (5 granuli), utile in caso di congiuntivite sopraggiunta dopo un colpo di freddo;
  • Apis mellifica 9 CH (5 granuli ogni ora);
  • Belladonna 5 CH (5 granuli ogni 2 ore), specie in caso di arrossamento interno.

Il trattamento omeopatico locale prevede l'uso di Calendula 3 DH – Euphrasia 3 DH, collirio composto alla terza diluizione hahnemanniana

 

Esercizi per prevenire la congiuntivite

Se praticate il nuoto, non dovreste tuffarvi o nuotare in acqua clorata con gli occhi aperti, ma usare occhialini. Chi deve lavorare al computer, lo faccia a intervalli in modo da lasciar riposare gli occhi, non lavori mai per un’ora di tempo continuativa, si assicuri che l’illuminazione non produca riflessi ed eviti di portare le mani sulla fascia dello sguardo, per introdurre nell'occhio i numerosi batteri depositati sulla tastiera.

 

LEGGI ANCHE

Stop alle allergie con il Riber Nigrum

 

Altri articoli sulla congiuntivite:
>  Come risolvere la congiuntivite con i rimedi naturali

 

Immagine | Musum Graphic design

CONTENUTI SU OCCHI PAGINA SUCCESSIVA