TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Cicoria, proprietà e benefici

La cicoria (Chichorium intybus), appartiene alla famiglia delle Composite. Nota per stimolare la concentrazione, è utile per capelli, pelle, reni e per combattere la sonnolenza. Scopriamola meglio.

>  Proprietà della cicoria

>  Cicoria, alleata di

>  Una ricetta con la cicoria

>  Dicono di lei

>  Curiosità sulla cicoria

Cicoria

 

Proprietà della cicoria

La cicoria stimola la concentrazione, aiuta a combattere la sonnolenza, ha potere lassativo, stimola l’attività di pancreas e fegato. Grazie alle sue proprietà aiuta a regolare la quantità di glucosio e di colesterolo nel sangue; è dunque un alimento particolarmente prezioso per chi soffre di diabete o colesterolo alto. 

La cicoria contiene cicorina, inulina, colina, tannino, amido, sali minerali e vitamine, tutte sostanze molto utili all’organismo, grazie alle quali questo vegetale vanta proprietà astringenti, toniche, disinfettanti e disintossicanti.

La cicoria, inoltre, favorisce il funzionamento della cistifellea e dei reni e stimola la digestione. Gli impacchi fatti con il decotto di cicoria aiutano a lenire le irritazioni cutanee. La cicoria, infine, è considerata un vero toccasana per l’acne.

 

Cicoria, alleata di

Intestino, fegato, cistifellea, pancreas, pelle, capelli.

 

La cicoria tra i rimedi naturali contro i calcoli renali

Calcoli renali, sintomi e rimedi naturali

 

Una ricetta con la cicoria

La cicoria, in base anche alla varietà, si presta a diverse preparazioni. Per renderla più golosa si può preparare una torta salata alla cicoria.
Ingredienti per la base:

 

  • 300 grammi di farina di semola di grano duro,
  • 150 grammi di olio extravergine di oliva,
  • circa 80/100 grammi di acqua a temperatura ambiente,
  • un pizzico di sale,
  • un pizzico di bicarbonato.

 


Ingredienti per il ripieno: cicoria, aglio, olio extravergine d’oliva, peperoncino, pomodorini, parmigiano, pan grattato.

Come preparare la base: mettere la farina sulla spianatoia e aprire un buco al centro, in cui versare l’olio. Impastare con la punta delle dita finché l'olio non sarà completamente assorbito dalla farina; l'impasto così ottenuto risulterà simile a tante briciole, dunque slegato. Versare quindi l'acqua, un po' per volta, continuando a impastare, fino a ottenere una palla di pasta compatta e abbastanza morbida. Avvolgere in un foglio di pellicola trasparente e conservare in frigo per circa trenta minuti. Nel frattempo, preparare il ripieno.
Come preparare il ripieno: dopo aver sbollentato e scolato la cicoria, farla saltare in padella con olio d’oliva, uno spicchio d’aglio, qualche pomodorino e il peperoncino. 
A questo punto, stendere la pasta e rivestire una teglia antiaderente. Versare il ripieno, spolverare con parmigiano e pan grattato. Cuocere in forno a 180 gradi per 30 minuti circa.

 

Dicono di lei

La cicoria è una pianta perenne. Ha un caratteristico sapore amarognolo, dovuto alla presenza di sostanze alcaloidi. In realtà, comunque, il sapore varia da cicoria a cicoria, perché ne esistono diverse tipologie, ognuna con una palatabilità diversa, più o meno amarognola.

Quando si acquista la cicoria, come per tutte le altre verdure a foglia, bisogna controllarne bene l’aspetto, per essere certi di portare a casa un prodotto fresco. Le foglie della cicoria devono apparire prive di lesioni e parti scure e non devono essere ingiallite.

 

Curiosità sulla cicoria

  • Nel periodo napoleonico, in Francia, la radice della cicoria veniva usata come surrogato del caffé; abitudine che venne presto diffusa anche in Inghilterra e Stati Uniti.
  • Secondo una credenza popolare la cicoria, soprattutto quella selvatica, sarebbe in grado di risvegliare l’eros. Sarebbe, infatti, un vasodilatatore naturale, capace di aumentare l’afflusso di sangue agli organi sessuali maschili.

 

Chicory, tutto sul rimedio floreale di Bach ricavato dalla cicoria

 

Immagine | Dalbellosrl.net