Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Cavolini di Bruxelles: proprietà, valori nutrizionali, calorie

I cavolini di BruxellesBrassica oleracea, appartengono alla famiglia dei cavoli. Ricchi di antiossidanti, sono utili per occhi, cervello, ossa e prostata. Scopriamoli meglio.

>  1. Descrizione dei cavolini di Bruxelles

>  2. Proprietà e benefici dei cavolini di Bruxelles

>  3. Calorie e valori nutrizionali dei cavolini di Bruxelles

>  4. Alleati di

>  5. Curiosità sui cavolini di Bruxelles

>  6. Una ricetta nella manica

Cavolini di Bruxelles

 

Descrizione dei cavolini di Bruxelles

A dispetto del nome, i cavolini di Bruxelles sono coltivati soprattutto nell’Europa centro-settentrionale e sono una verdura tipica della stagione invernale.

I cavolini sono simili nella struttura al cavolo vero e proprio, ma in miniatura. Per ottenere cavolini di Bruxelles uniformi, la punta del gambo viene tagliata appena questi cominciano a svilupparsi.

 

Proprietà e benefici dei cavolini di Bruxelles

I cavolini di Bruxelles contengono una buona quota di sali minerali, tra cui fosforo e ferro; proteine; fibre; e vitamine, in particolare vitamina C, vitamina A, vitamina K e vitamine del gruppo B.

Hanno un’azione benefica sul metabolismo ormonale femminile e gli vengono riconosciute proprietà antianemiche e disintossicanti.

Questi cavoli in miniatura sono considerati dei veri e propri stimolanti dell’attività cerebrale e della concentrazione; pare che questa proprietà derivi dalla combinazione tra tiamina e acido folico, di cui sono piuttosto ricchi.

I cavolini di Bruxelles sono una miniera di antiossidanti, tra cui tiocianati, indoli, zeaxantina, sulforafano e isotiocianati; per questo motivo sono considerati un alimento utile nella prevenzione dei tumori, in particolare di quelli della prostata, del seno e del colon. La zeaxantina, inoltre, protegge la retina degli occhi.

La vitamina K contenuta nei cavolini di Bruxelles è molto utile alla buona salute delle ossa.

 

Calorie e valori nutrizionali dei cavolini di Bruxelles

100 g di cavolini di Bruxelles contengono crudi 37 kcal / 155 kj, bolliti 59 kcal / 246 kj.

Inoltre, per ogni 100 g di questo prodotto, abbiamo:

  • Acqua 77 g
  • Carboidrati 4,2 g, (6,60 g bolliti)
  • Zuccheri 3,3 g (5,3 g bolliti)
  • Proteine 4,2 g (6,70 g bolliti)
  • Grassi 0,5 g (0,8 g bolliti)
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 5 g
  • Sodio 4 mg
  • Potassio 450 mg
  • Ferro 1,1 mg
  • Calcio 51 mg
  • Fosforo 50 mg
  • Vitamina B1 0,8 mg
  • Vitamina B2 0,14 mg
  • Vitamina B3 0,7 mg
  • Vitamina A 220 µg (300 µg bolliti)
  • Vitamina C 81 mg (52 g bolliti)

 

Cavolini di Bruxelles, alleati di

Prostata, colon, occhi, ossa, cervello.

 

Curiosità sui cavolini di Bruxelles

  • Anticamente, l’acqua di cottura dei cavolini di Bruxelles era usata come rimedio per smaltire le sbornie.
  • Si chiamano cavolini di Bruxelles, ma con il Belgio pare che non abbiano molti rapporti. Secondo la tradizione, sembra che siano originari dell’Italia e che sia stati poi importati in Belgio dai legionari romani. Oltre i tre quarti della produzione mondiale di questi cavoli in miniatura avviene attualmente in Inghilterra, e buona parte della restante produzione è divisa tra Francia e Olanda. La popolazione belga non è neanche una grande consumatrice di questi ortaggi, che sono molto più apprezzati da scozzesi e olandesi. 

 

Una ricetta con i cavolini di Bruxelles

I cavolini di Bruxelles si prestano a diverse preparazioni facili e veloci. Per renderli più digeribili andrebbero sempre scottati in acqua salata per qualche minuto. Un modo rapido per portarli in tavola e di usarli come contorno leggero, seguendo questa semplicissima ricetta.

Lavare i cavolini e farli cuocere in acqua bollente salata per 5-7 minuti. Far appassire in padella uno spicchio d’aglio e uno scalogno tagliato a pezzi, senza farli soffriggere troppo, e aggiungendo mezzo bicchiere di brodo vegetale.

Aggiungere i cavolini di Bruxelles, aggiustare di sale e pepe, e condire con un filo di olio extravergine d’oliva.

 

LEGGI ANCHE
I cavolini di Bruxelles tra i cibi più ricchi di fibre: scopri gli altri

 

Altri articoli sui cavolini di Bruxelles:
>  I cavolini di Bruxelles sulla tavola di febbraio
>  I cavolini di Bruxelles tra le fonti alimentari di acido folico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy