Logo

TUTTI GLI SPECIALI

Avocado, proprietà e benefici

Avocado: nome di battesimo

La parola ahuacatl, da cui deriva avocado, proviene dalla lingua atzeca Nahuatl parlata dagli Aztechi. Le popolazioni native dell'America centro-meridionale coltivavano questo frutto prima dell'arrivo di Cristoforo Colombo e scelsero un nome che ne evocasse la morfologia. Chiamato anche pera alligatore, l'avocado fu descritto dai conquistadores come un frutto "abbondante, con una polpa simile al burro e caratterizzato da un ottimo sapore".

Avocado: dicono di lui

Va acquistato quando è maturo. Come verificare? Guardare e toccare: il frutto deve risultare morbido ad una leggera pressione delle dita. Se l'avocado è ancora acerbo, per accelerare la maturazione chiuderlo dentro un sacchetto di carta e tenerlo a temperatura ambiente per 3-5 giorni. Se è invece già maturo si può conservare in frigo per massimo 5-6 giorni. 

Avocado, alleato di

Apparato cardiaco, sistema nervoso, fegato, colon, pelle, capelli, occhi.

 

Proprietà dell'avocado

Ottima fonte di calcio e potassio, l'avocado contiene anche notevoli quantità di fibra e grassi monoinsaturi, utili a contrastare il diabete e a difendere il cuore.
L’avocado riequilibra molto rapidamente il livello del colesterolo "cattivo" (colesterolo LDL) nel sangue, grazie ai suoi grassi vegetali che riducono i tempi di permanenza del colesterolo del sangue: ne beneficia tutto l'apparato cardiocircolatorio, specie per quanto riguarda l' equilibrio della pressione arteriosa. Fonte inesauribile di vitamine: A (utile per l a vista), B1 (antinevritica), B2 (per la crescita e il benessere), e inoltre D, E, K, H, PP. Il suo consumo è particolarmente indicato per i bambini e per chi segue una dieta vegetariana. Ha proprietà aromatiche, digestive e aiuta a contrastare la dissenteria, essendo un ottimo astringente.

Sapevate che

- Saggia è la mamma che nutre se stessa e il piccolo che si porta in grembo con l'avocado. L'acido folico aiuta a prevenire malformazioni a carico del sistema nervoso, gravi difetti congeniti del cervello e del midollo spinale; mezzo frutto ne contiene 57 microgrammi, pari al 14% del fabbisogno giornaliero;

- I ricercatori del dipartimento di biochimica applicata dell'Università di Shizuoka, in Giappone, hanno somministrato una sostanza tossica per il fegato, la galattosamina, a ratti da esperimento e poi li hanno nutriti con vari tipi di frutti mescolati al mangime usuale. Il frutto che ha mostrato maggiore capacità nel rallentare il danno epatico da tossina è risultato essere proprio l'avocado.

LEGGI ANCHE GLI USI ALTERNATIVI DELLA FRUTTA

Una ricetta nella manica

L'avocado è un alimento dal sapore dolce, ottimo per esaltare ricette salate. Si presta, oltre che alla preparazione di salse, come la guacamole, per antipasti leggeri o per primi piatti estivi come la pasta all’avocado e mozzarella di bufala.

Vi servono 400 g di pasta, 6 filetti di acciuga, 1 mozzarella di bufala da 300g., 1 avocado maturo, il succo di mezzo limone, 2 foglie tenere di sedano, 1 arancia non trattata, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Al lavoro: tagliate la mozzarella a dadini, il sedano a striscioline, dividete l’avocado a metà, eliminate il nocciolo e irroratelo con del succo di limone. Amalgamate l’olio con la scorza ed il succo di arancia. Lessate la pasta  in abbondante acqua bollente salata, scolatele e conditele con l’olio aromatizzato all’arancia. Aggiungete la mozzarella, l’avocado, il sedano, i filetti di acciuga. Mescolate tutti gli ingredienti, pepate e portate in tavola, fieri e sorridenti.

CONTENUTI SU AVOCADO PAGINA SUCCESSIVA