TUTTE LE GUIDE

DISTURBI E RIMEDI NATURALI

Amenorrea: sintomi, cause, cure e rimedi

L'amenorrea è la mancanza di flusso mestruale in una donna in età fertile. La scomparsa delle mestruazioni è sempre un sintomo che va indagato in profondità. Scopriamola meglio.

 

Tutte le fasi del ciclo mestruale

Ciclo mestruale

 


Tipi di amenorrea e cause

L'amenorrea primaria - ovvero la mancata comparsa delle mestruazioni nonostante sia stata superata la pubertà – può essere dovuta a malformazioni di utero e ovaie o disfunzioni degli organi endocrini (tra cui l’ipofisi, i cui ormoni hanno il compito di stimolare la produzione ormonale ovarica), o tutte le malattie di una certa importanza, in grado di provocare un'alterazione delle condizioni generali.

Si parla di amenorrea secondaria quando il blocco compare dopo un variabile periodo di flussi più o meno regolari, e dura oltre sei mesi. La medicina naturale in genere riconduce l'amenorrea a un deficit globale di forza vitale che incide sul meccanismo delicato dell’ovulazione.

Lo stato di energia può essere provocato da gravi errori alimentari e stress psicoemotivi intensi o prolungati sono tipicamente all’origine dei cali consistenti di energia vitale. L'ossessione da palestra, gli stress affettivi (abbandoni, lutti), il diktat "magra a ogni costo" possono avere ripercussioni sul flusso mestruale, perché procurano stress e vanno a intaccare il sistema ipotalamo-ipofisi-gonadi. 

 

CURE PER L'AMENORREA

 

Alimentazione in caso di amenorrea

Meglio evitare gli alimenti raffinati e devitalizzati (zucchero, farina bianca, riso brillato ecc.), che, a lungo andare, demineralizzano, tolgono tono ai tessuti e vigore al corpo.

E’ utile eliminare caffè, alcol, fumo, prodotti industriali e “cibi spazzatura” che rilasciano in circolo nel corpo sostanze tossiche.

Privilegiare alimenti ricchi di minerali come i germogli, le alghe, le spezie, la frutta e soprattutto la verdura, in particolare quella vivacemente colorata, che può essere assunta in parte cruda e in parte scottata o stufata in pochissima acqua. Può essere utile assumere integratori alimentari (vitamina B6, vitamina E, beta-carotene, lievito di birra in polvere).

In caso di squilibri ormonali, è opportuno curare l'alimentazione come base, per poi capire insieme al medico se è il caso di assumere progesterone. 

 

Puoi approfondire tutte le proprietà e i benefici delle spezie

Spezie, proprietà e benefici

 

Fitoterapia

Il Ginseng è una pianta utile per contrastare la stanchezza e stimolare al cenestesi; la pianta è particolarmente indicata per le giovani donne dedite allo sport e la posologia e la durata del trattamento devono essere stabilite dal medico curante. Una pianta medicinale molto indicata come rimedio in caso di amenorrea è anche il luppolo (Humulus Lupulus), dalle caratteristiche sedative e ad alto contenuto di fitoestrogeni.

 

Anche l'assenzio è un rimedio fitoterapico per l'amenorrea: scopri come usarlo

Assenzio, rimedio fitoterapico

 

Fiori di Bach

Molto utile può essere Star of Bethlehem, sblocca l'energia negativa e conferisce fermezza emotiva.

 

Medicina tradizionale cinese per l'amenorrea

La distinzione tra amenorrea primaria e secondaria viene usata anche in Medicina tradizionale cinese, le cause riguardano il deficit di Xue, dunque la cura passa per la toniicazione del qi di Xue. Si agisce su:

PI SHU (punto Shu del dorso della Milza, a 1,5 cun a lato dell'apofisi spinosa dell'XI vertebra toracica), mobilizza il qi della Milza, dissolve l'Umidità;
ZU SAN LI (sotto il bordo inferiore della rotula, a lato della cresta tibiale anteriore), tonifica Milza e Stomaco;
TAI CHONG (sul dorso del piede, nella depressione distale all’articolazione fra il I e il II metatarso), che tonifica il Fegato e la Vescicola Biliare, regola e raffredda il Sangue.

 

Oli essenziali

Si consiglia l’uso di olio essenziale di Camomilla romana, ad azione calmante sul sitema nervoso e utile nell'irregolarità del ciclo mestruale. Anche l'Issopo, astringente, antisettico e sedativo è utile per amenorrea con affaticamento e tensione nervosa.

 

Omeopatia in caso di amenorrea

Si ricorre a trattamenti omeopatici sia nel caso di amenorrea primaria sia amenorrea secondaria. I preparati utilizzati sono:
Ferrum metallicum 15 CH (5 granuli, da 1 a 3 volte al giorno), indicata per attenuare pallore, stanchezza che accompagnano entrambi i tipi di amenorrea;
Pulsatilla 15 CH (5 granuli, inizialmente ogni giorno, poi da 1 a 3 volte alla settimana), indicata nel ritardo puberale, per la tensione addominale, pelvica e mammaria prima della comparsa del flusso;
Natrum muriaticum CH (una monodose alla settimana), adatto a giovani asteniche magre, con tendenza a isolamento e depressione.

 

Esercizi

Fare attività fisica è importante, perché regolarizza l’organismo e aiuta a costruire le difese. Tuttavia, un'attività eccessiva può alterare l'equilibrio del flusso mestruale delle donne. E' importante non intaccare mai troppo il livello di grassi del corpo, fattore che ha un ruolo importantissimo nella formazione degli estrogeni. Spesso, poi, un'attività intensa disciplina la mente, ma costringe a uno stress emotivo che non va trascurato. Sarà utile allora togliere una delle sedute settimanali, ridurre il carico allenante almeno del 10%. Una serena passeggiata in compagnia può sostituire una seduta di allenamento intenso; ciò gioverà alla mente e al confronto su un piano puramente umano. 

 

LEGGI ANCHE

Salute donna: conosci il tuo ciclo mstruale

 

Altri articoli sull'amenorrea:
>  La naturopatia per l'amenorrea: un valido supporto

 

Immagine | Encyclopaedia Britannica

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy