Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTAZIONE CURATIVA

Alimenti ricchi di vitamina E

Gli alimenti ricchi di vitamina E, come spinaci e mandorle, aiutano a combattere i danni provocati dall'invecchiamento e a prevenire alcune forme tumorali. Scopriamoli meglio.

>  Proprietà della vitamina E

>  Alimenti ricchi di vitamina E

>  Fabbisogno giornaliero

>  Una ricetta ricca di vitamina E

 

L'olio di mandorle tra gli alimenti ricchi di vitamina E

Olio di mandorle fonte di vitamina E

 

Proprietà della vitamina E

Per vitamina E si intende un gruppo di 8 vitamine liposolubili, che a loro volta si dividono in due categorie principali chiamate tocoferolo e tocotrienoli.

L’utilità della vitamina E si riscontra nella prevenzione dell’invecchiamento e dell’ossidazione del corpo operata dai radicali liberi; studi e ricerche hanno anche dimostrato che l’assunzione costante e corretta di vitamina E può contribuire alla prevenzione di malattie o attacchi cardiaci, cancro, come il cancro allo stomaco per esempio, e danni alla vista legati all'età.

La vitamina E attenuerebbe anche le infiammazioni croniche e la demenza senile.

 

Principali alimenti ricchi di vitamina E

Le fonti alimentari più importanti di vitamina E sono: gli oli vegetali, come l'olio di germe di grano, l'olio di mandorle, l'olio di girasole, l’olio d’oliva, l’olio di cartamo, l’olio di soja e di mais; le mandorle, le nocciole, i semi di girasole, le arachidi, i cereali integrali, le uova ne sono ugualmente ricchi, così come spinaci, asparagi, ceci, crescione, marroni, broccoli, pomodori.

La cottura, i processi di congelazione e la raffinazione riducono il contenuto di vitamina E nei cibi, così come l'esposizione alla luce e all'aria. Gli oli ottenuti a pressione contengono più vitamina E di quelli raffinati e così anche le farine non raffinate e integrali ne contengono quantità maggiori rispetto a quelle lavorate. Gli alimenti che contengono grandi quantità di vitamina C possono favorire l’assorbimento della vitamina E.

Olio di germe di grano
Un prodotto che, acquistato puro, si può utilizzare sia internamente che esternamente e rappresenta una validissima fonte di vitamina E, circa 133 mg per 100 g di prodotto. Dal sapore tipico che ricorda il grano e il colore paglierino, è un olio denso che oggi è soprattutto impiegato nella panificazione e nella produzione di paste alimentari fresche e cereali. L'olio di germe di grano è utilizzato in cosmesi naturale per l’altissima concentrazione di vitamina E, l’antiossidante per eccellenza, che protegge i lipidi delle membrane cellulari (LDL o lipoproteine a bassa densità), principali bersagli dei radicali liberi. Usato quotidianamente, assolutamente a crudo nelle insalate, per esempio, o consumato un cucchiaino al giorno in purezza, è un fantastico integratore alimentare naturale di vitamina E.


Semi di girasole
Il loro contenuto di vitamina E è davvero sorprendente: circa 60 mg su 100 grammi di prodotto. I semi di girasole sono, tra i semi oleosi, quelli che vantano il più basso contenuto calorico, sono composti infatti per circa il 45% da grassi, per il 20-28% da proteine e per circa il 23% da carboidrati. Olrte alla vitamina E, vi troviamo le vitamine B1, B2, B6, A, D. Ottima fonte per l'organismo di magnesio, ferro, cobalto, manganese, zinco e rame. Tra gli acidi grassi essenziali vantano un buona presenza di acido clorogenico, acido linoleico e acido folico. Usateli anche al posto dei pinoli per fare il pesto o per comporre salse e patè più che salutari.


Mandorle
Le mandorle sono semi oleosi ricchi di vitamina e minerali. Aiutano a mantenere in buona salute il cuore, le arterie e le ossa, e rappresentano anche un valido rimedio naturale contro l'anemia.Le mandorle sono una preziosa riserva di vitamina E ( è presente in ragione di circa 25 mg su 100 gr di prodotto ) e di sali minerali, soprattutto di magnesio, ferro e calcio. Tra i semi oleosi sono quelli che vantano il più alto contenuto di fibre (12%). Buona norma è consumarne almeno tre al giorno.


Lattuga
Contiene 0,2mg di vitamina E per 100 grammi di prodotto. La lattuga è una verdura ricca di nutrienti, infatti in essa sono anche presenti molti minerali e vitamina A e caroteni, così come vitamina K e C. Attenzione a combinare bene gli alimenti: a volte si pensa di fare fatica a digerire la lattuga, solo perchè è stata messa assieme ad altre pietanze più pesanti; in ogni caso è buonissima anche cotta e fullata con il frullatore a immersione come una zuppa, con aggiunta di latte di cocco.


Uova
Si sa, il tuorlo d'uovo è un prodotto dall'alto valore biologico, contiene proteine nobili e tanti minerali, come ferro, calcio, vitamina E, vitamine del gruppo A, B, D, E. 1 mg di vitamina E è contenuto in circa 100grammi di uovo.

 

Scopri anche i sintomi, le cause e le cure della carenza di vitamina E

Vitamina E

 

Fabbisogno giornaliero 

La vitamina E può essere assunta da un minimo di 15 a un massimo di 1000 milligrammi al giorno, in soggetti adulti sani.

Generalmente il fabbisogno giornaliero per gli adulti è di 15 mg, che può aumentare quando si vuole dare una mano all'organismo per rafforzare le difese immunitarie e prevenire il cancro, oppure per combattere le malattie cardiovascolari.

Per i neonati bastano 4 milligrammi al giorno, che diventano 10 per i bambini e fino a 30 per gli adolescenti in fase di sviluppo, così come per le donne in gravidanza e allattamento.

 

Ricetta ricca di vitamina E   

Pesto ai semi di girasole
Ingredienti per circa 4 persone:

  • 30/40 di foglie di basilico fresche
  • ½ tazza di semi di girasole
  • ½ tazza di parmigiano grattugiato o pecorino
  • un paio di spicchi d’aglio
  • 5 cucchiai d’olio extravergine d'oliva
  • sale marino integrale qb
  • pepe macinato fresco

Procedimento: tritare il basilico pulito e ben asciutto in un frullatore, aggiungendo i semi, il formaggio, l'aglio, l'olio, tenendone un po' da parte, aggiungere sale e pepe a piacere alla fine. Una volta cotta la pasta, se piace aggiungendovi in cottura una patata a cubetti e una manciata di fagiolini verdi, come da tradizione ligure, scolare, aggiungere il pesto appena pronto e un filo di olio extra vergine d'oliva, anch'esso ricco di vitamina E, a crudo.

 

LEGGI ANCHE
Quali sono e quando usare gli integratori naturali di vitamina E

 

Altri articoli sulla vitamina E:
>  Il germe di grano, i muscoli e la vitamina E

Cataratta, prevenirla con cibi ricchi di vitamina E

>  Gli oli vegetali più ricchi di vitamina E

Vitamina E, dove si trova?

Conosci tutte le proprietà della vitamina E?

Vitamina E e zinco: a cosa servono

 

Immagine | Menshealth.de

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy