Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALGHE

Alga nori, quando e come usarla

L’alga nori è una delle alghe più conosciute perchè è usata per il sushi. Ricca di proteine, vitamine e minerali preziosi, è utile contro l'eczema e la desquamazione del derma. Scopriamola meglio.

>  1. Descrizione dell'alga

>  2. Proprietà e uso dell'alga nori

>  3. Benefici della nori

>  4. Controindicazioni dell'alga nori

Alga nori

 

Descrizione dell'alga

Nori è il nome giapponese dell’alga che, oltre al Giappone, è presente anche in Cina, in Corea e in Europa, soprattutto lungo le coste della Gran Bretagna, dove è nota come black buttert.

Il consumo di Porphyra, nome scientifico della nori, risale al 533-544 d.C. in Cina. L’alga nori, venuta in auge nel mondo occidentale intorno agli anni ’60, è solitamente venduta in fogli.

Quando i talli sono abbastanza grandi vengono accuratamente raccolti e lavati in mare; vengono poi tagliati in dimensioni adeguate e ridotte in una poltiglia e versati in un contenitore metallico per la produzione dei fogli. Vengono poi essiccati in camere d'aria calda.

I fogli vengono poi ordinati in base alla loro qualità apparente, tagliati in foglietti e confezionati per essere commercializzati.

 

Proprietà e uso della nori

La nori è l’alga più consumata e popolare che esista, è quella che si usa comunemente per la preparazione del sushi. È un'alga rossa proveniente dal Giappone, chiamata anche "lattuga di mare", Porphyra tenera o Porphyra yezoensis, appartiene alla classe delle Rodoficee.

Si possono trovare fogli di nori già tostati conosciuti come "sushi nori" o tostati e tagliati a striscioline adatti per guarnire piatti, detti "kizami nori". In oriente ed in particolar modo in Giappone la nori viene consumata con abitudine quotidiana, anche dai bambini.

L'alga è adatta per la preparazione dei maki dalla classica forma arrotolata ad involtino, viene usata anche come involucro per il sushi e l’onigiri ed è un contorno ideale, nonché un aromatizzante nella preparazione di pasta e zuppe. In Giappone viene consumato aromatizzato, ajitsuke-nori, ma anche mangiato sotto forma di salsa, il noritsukudani.

 

Benefici della nori

In generale, le alghe del genere Porphyra sono alghe dall'elevato contenuto proteico e dall'equilibrata presenza di vitamine (vitamine A, C e B), sali minerali e Omega 3.

Sono particolarmente ricche in acidi grassi polinsaturi: acido linoleico, acido linolenico, acido gamma-linolenico, acido eicosapentaenoico (EPA), acido docosaesaenoico (DHA), indispensabili per l’organismo umano.

Sono ricche in amminoacidi, tra cui l’arginina. La notevole quantità di taurina in esse presente è in grado di aiutare il fegato ad espletare le sue funzioni correttamente. Le alghe nori contengono anche oligoelementi essenziali, tra cui manganese, zinco, rame e selenio. Come tutte le alghe, sono una fonte importante di iodio.

La presenza degli acidi grassi le rende alimenti dalla proprietà antiaggreganti, antitrombosi, ipocolesterolemizzanti, stimolanti della produzione di ormoni. Queste stesse sostanze aiutano nella prevenzione del cancro alla pelle e allo stomaco e rendono più lievi le sindromi premestruali.

Inoltre esperti clinici hanno provato la loro efficacia contro l'eczema e la desquamazione del derma: la pelle diventa più elastica e flessibile.

 

Controindicazioni dell'alga nori

Come le altre alghe, non  si dovrebbe assumere durante la gravidanza, durante l'allattamento e in caso di patologie metaboliche; in ogni caso è bene consultare prima il proprio medico curante.

L’iperdosaggio può avere effetti collaterali soprattutto per chi soffre di tiroide: ipertiroidismo, ipertensione, tachicardia, irritabilità e insonnia.

 

L'alga nori tra gli integratori naturali di vitamina B12

 

Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy