Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

DISTURBI E RIMEDI NATURALI

Acufeni: sintomi, cause, cure e rimedi

Gli acufeni sono ronzii alle orecchie che si verificano a livello interno, senza che ci sia una vera e propria esposizione a rumori o suoni.  A volte il ronzio si fa penetrante e inarrestabile. Le cause possono essere di varia natura e la cura passa per molte vie.

>  Sintomi degli acufeni

>  Cause

>  Diagnosi

>  Cure per gli acufeni

 

Anatomia e fisiologia dell'orecchio

Anatomia e fisiologia dell'orecchio

 

 

Sintomi degli acufeni

Ronzii, fischi, suoni improvvisi. Il distubo è chiamato anche tinnitus e si verifica in assenza di stimoli esterni. Di solito il suono va in sincrono col battito cardiaco e può essere pulsante e generare ulteriore mal di testa.

L'acufene è un sintomo frequente, infatti il 20% della popolazione generale ne ha esperienza. Per il 5% per cento costituisce disabilità e nell'1-2% determina un handicap con forti ripercussioni sulla qualità della vita

 

Cause 

Ancora non si conosce davvero la causa di questo fenomeno. Di certo, i fattori possono essere molteplici e la natura del disturbo vaira moltissimo da caso a caso. Si va da semplice e pura esposizione ad ambienti molto rumorosi fino al diabete, ai problemi alla tiroide, uso di alcuni farmaci come gli antidepressivi, sedativi, anti-infiammatori. 

Anche l'alimentazione influisce, in caso di intossicazione da zuccheri, alcool e farine bianche

Tra le altre cause, ricordiamo che gli acufeni possono essere dovuti a disturbi neurologici, infezioni, terapie farmacologiche, alcolismo, alterazioni otologiche, aterosclerosi ed ipertensione

Fattori psicologici, origini somatiche, le cause possono essere svariate e talvolta incrociate.

 

Diagnosi 

Il primo passo è l'indagine uditiva. Il medico specialista audiologo o otorinolaringoiatra presterà particolare attenzione all'esame otoscopico dell'orecchio. Dopo aver proceduto all'esame di base audiometrico e impedenzometrico e ad alcuni test acufenometrici, di solito si passa a un'indagine del distretto cranio-cervicale e mandibolare. 

A seguito di questi esami è possibile vengano richiesti al paziente esami diagnostici ulteriori come risonanza magnetica nucleare, angiorisonanza, ecocolordoppler dei vasi epiaortici ed eventualmente trans-cranico, angiografia.

 

LE CURE PER GLI ACUFENI

 

Alimentazione 

Attenzione ai latticini e agli alcolici. Nel caso dei primi, si tratta di mantenere in buona salute il muco che abita il nostro corpo che, quando equilibrato ci protegge, quando eccessivo ci intasa. Gli alcolicidanno luogo alla dilatazione dei vasi sanguigni e dunque nei capillari dell'orecchio interno finisce con giungere una maggiore quantità di sangue. 

Dal momento che gli acufeni incidono negativamente sulla qualità del sonno non è una cattiva idea dedicarsi a pasti leggeri, che non impegnano troppo l'apparato digerente. 

E' bene verificare anche eventuali allergie o intolleranze alimentari.

 

Puoi approfondire come dormire bene con i rimedi naturali

Dormire bene, rimedi naturali

 

Rimedi fitoterapici per gli acufeni 

Sul piano fisico si può intervenire mediante ad esempio mesoterapia (con l’uso di rimedi omotossicologici), e fito/gemmoderivati. In questo caso la scelta è in funzione della eventuale causa che prevale rispetto a tutti i fattori combinati: se per esempio l'acufene è dato da arteriosclerosi è utile usare Gingko Biloba. A questo proposito segnaliamo un interessante articolo inserito per noi da Giorgio Marcialis che descrive un integratore alimentare per acufeni in commercio da poco molto potente in caso di acufeni.

Si tratta di una soluzione innovativa di principi attivi documentati scientificamente:

Questi agiscono in sinergia nel trattamento degli acufeni e delle disfunzioni del microcircolo.

 

Fiori di Bach per gli acufeni

I fiori di Bach utili sono:

Cherry-plum (legato alla paura di perdere il controllo),

Rock Water (connesso all'eccessiva rigidità nei confronti di se stesso, e nei confronti degli altri),

White Chestnut  (in caso di pensieri ricorrenti).

E' indispensabile che il floriterapeuta sia una persona molto attenta e in grado di creare la giusta sintonia con il paziente nel momento del colloquio preliminare, considerando quante possono essere le variabili legate al disturbo.

 

Medicina tradizionale cinese 

Con l'agopuntura si raggiungono risultati impresisonanti in acufeni anche di natura varia. La letteratura scientifica in medicina cinese è molto vasta circa l'argomento e i casi clinici con risultati positivi sono numerosi.

Può accadere che l'agopunture suggerisca un check con aghi nei polsi e nelle caviglie che, attraverso grafici, evidenziano le zone squilibrate dell'organismo. Di solito gli acufeni vengono ricondotti all'organo interno dello stomaco e allo stato di ansia che può ingabbiare il cuore, ma ogni singolo caso viene valutato nello specifico.

Gli agenti patogeni possono essere molti ma si riconducono a pieno-eccesso evuoto-insufficienza. In una situazione di pieno il disturbo può essere causato da un eccesso di fuoco nel cuore e nel fegato, stasi del sangue e stagnazione del qi, unione fuoco-catarro. Il trattamento avviene tramite dispersione del fuoco, riduzione del fuoco e scioglimento del catarro, sblocco della stasi del sangue. La situazione di vuoto invece è caratterizzata da un’insufficienza di yin nel rene e nel fegato. 

 

Aromaterapia per gli acufeni 

Olio essenziale di limone e olio essenziale di rosmarino possono rivelarsi molto utili nel trattamento degli acufeni.

 

Omeopatia  

Actea racemosa (Cimicifuga racemosa): è il rimedio omeopatico che risulta più efficace in linea di massima per quanto concerne la cura degli acufeni. In particolar modo, si collega bene a sbalzi uditivi legati a quelli della menopausa e alla questione ormonale generale.

 

Esercizi e movimento in caso di acufeni 

Il movimento del fluido cerebrospinale è molto collegato all'ascolto. Potrebbe non essere una cattiva idea ricevere una sessione di cranio-sacrale da mani esperte. 

Lo stress è un fattore molto aggravante nei casi di acufeni ed è bene dedicarsi a discipline come il tai chi chuan, lo yoga e il pilates. Sebbene quest'ultimo sia più "fisico" vi permetterà di sperimentare un'uinione benefica con la vostra respirazione. 

Ricordiamo che anche la pranoterapia e le campane tibetane sono molto utili nel trattamento del disturbo.

 

LEGGI ANCHE
Gli acufeni tra i sintomi concomitanti dell'ipertensione: tutti i rimedi naturali

 

Altri articoli sugli acufeni:
>  Acufene, quel fastidioso rumore nell'orecchio
>  Gli acufeni nell'approccio con la pranoterapia e le campane tibetane

 

Immagine | Treccani

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy