Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

SONNO

Tisane per Dormire

Una delle tante coccole che possono accompagnare il rito pre-addormentamento è quella di prepararsi una buona tisana. Queste diventano una buona abitudine che concilia il sonno e il rilassamento psico-fisico. Scopriamo quali sono gli ingredienti più indicati e le ricette per prepararle.

>  1. Perchè bere una tisana aiuta a dormire

>  2. Dentro alla Tisana

>  3. Decotto di Luppolo

>  4. Infuso di Papavero

>  5. Infuso di Melissa

>  6. Infuso di Camomilla

>  7. Infuso di Biancospino

>  8. Infuso di Valeriana e Passiflora

Tisane per dormire

 


Perchè bere una tisana aiuta a dormire

Riscaldare lo stomaco con una bevanda calda in generale già ben predispone al rilassamento, perché lo stomaco viene aiutato a completare la sua fase digestiva, ne scalda le pareti e trasmette un messaggio miorilassante al suo meridiano che scorre anche lungo le gambe. L’elemento Terra necessita di calore, per sciogliere le “zolle” mentali, per ammorbidire le rigidità mentali, le rimuginazioni.

Il fegato a sua volta riceve gli effetti benefici del calore e del rilassamento dello stomaco, viene sedato e provvede a far si che sangue ed energia vengano accumulati in diversi punti quando l’organismo è a riposo. Sedare l’elemento Legno, significa sedare la vivacità, l’intemperanza, l’irruenza, la rabbia, la veglia e prepararsi così ad un sonno di buona qualità.

La tisana quindi agisce anche ad un livello sottile, partendo da una sollecitazione fisica, “Terra” appunto, per elevarsi ad un approccio energetico, vibrazionale.

 

Dentro alla Tisana

Naturalmente dentro a una tisana si trova dell’acqua, elemento vettore fondamentale. Ma anche l’acqua, la sua temperatura e il modo in cui estrae i principi attivi delle miscele fa la differenza. Una tisana può essere preparata per infusione o per decozione, solitamente l’erborista fornisce le giuste indicazioni su come procedere in base alle erbe scelte.

L’infusione prevede che l’acqua bollente sia versata sul rimedio per estrarre il principio attivo, la miscela viene mescolata e lasciata riposare per qualche tempo, dai 5 ai 20 minuti in base alla pianta selezionata. E’ consigliato un coperchio in modo da preservare le sostanze volatili. Per gli infusi sono consigliate parti della pianta tenere come fiori o foglie, ben sminuzzati.

Decorsi i tempi di macerazione si filtra la tisana che risulterà pronta per essere consumata. La decozione prevede invece che il rimedio erboristico venga immerso in acqua bollente. In questo caso sono indicate parti della pianta maggiormente dure, come le radici, le cortecce, i semi o alcune foglie particolarmente coriacee, che necessitano di una più lunga immersione.

Questa metodica estrattiva non è indicata per piante aromatiche ricche di olii essenziali particolarmente volatili o di erbe termolabili i cui principi attivi verrebbero resi inattivi dal calore. Un’ottima soluzione è far precedere al decotto la macerazione in acqua fredda per un paio d’ore, consentendo così il rilascio lento e completo di tutte le componenti del rimedio.

Al termine la tisana così realizzata viene filtrata e resa disponibile. Il Miele per addolcire è particolarmente indicato, perchè ha un'azione calmante ed emolliente che ben si sposa allo scopo di una tisana per dormire, in sinergia. Per favorire il sonno alcuni rimedi erboristici possono essere:

  • Luppolo: proprietà ipnoinducenti, digestive e depurative
  • Papavero: proprietà ipnoinducenti, sedative di stati ansiosi
  • Melissa: proprietà sedative e antispasmodiche
  • Camomilla: proprietà sedativa, antiinfiammatoria e spasmolitica
  • Biancospino: proprietà sedative di stati ansiosi
  • Valeriana: proprietà ipnoinducenti, e sedativa degli stati d’agitazione

 

Scopri tutti i rimedi naturali per l'insonnia

Insonnia, rimedi naturali

 

Decotto di Luppolo (Humulus lupulus – coni)

30 grammi di coni di Luppolo da far bollire in un litro di acqua bollente per qualche minuto. Lasciar riposare e filtrare. Proprietà sedative contro l’insonnia e l’ipereccitabilità, stomachiche (favorisce la digestione, la secrezione dei succhi gastrici), depurative del fegato.

 

Infuso di Papavero (Papaver rhoeas - fiori)

20 grammi di fiori di Papavero in infusione con acqua bollente (1 litro), lasciar riposare per 5 minuti e filtrare. Proprietà bechiche (allevia la tosse), diaforetiche (favorisce la sudorazione) e sedative per agevolare il sonno.

 

Infuso di Melissa (Melissa officinalis – foglie)

20 grammi di foglie di Melissa in infusione con un litro di acqua bollente, lasciar riposare per 10 minuti e filtrare. Proprietà sedative contro l’insonnia, spasmolitiche, coleretiche (favorisce la secrezione della bile), stomachiche.

 

Infuso di Camomilla (Camomilla matricaria – capolini)

30 grammi di capolini di Camomilla in infusione con acqua bollente (1 litro), lasciar riposare 10 minuti e filtrare. Proprietà antispasmodiche, sedative, antiinfiammatorie, cicatrizzanti ed emollienti.

 

Infuso di Biancospino (Crataegus oxyacantha – sommità fiorite)

20 grammi di fiori di Biancospino in infusione in un litro di acqua bollente, lasciar riposare 15 minuti e filtrare. Proprietà ipotensive, sedative, ansiolitiche, spasmolitiche, cardiotoniche e miorilassanti.

 

Infuso di Valeriana officinalis (radice) e Passiflora incarnata (parti aeree)

25 grammi di Valeriana e 25 grammi di Passiflora in infusione con un litro di acqua bollente, lasciar riposare 10 minuti e filtrare. In sinergia le proprietà di questa tisana sono sedative per ansia ed insonnia, antispasmodiche, antinevralgiche.

 

LEGGI ANCHE

Gli integratori naturali per l'insonnia

 

Altri articoli sul sonno:

>  La meditazione, un valido aiuto per dormire bene
>  Sapevi che dormire aiuta a dimagrire?

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy