Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PSEUDOWINTERA COLORATA: UNA PIANTA PER LA CURA DELLA CANDIDOSI

Le infezioni da Candida albicans, un fungo, si manifestano nel tratto genitale o a livello cutaneo, ma nascono da uno squilibrio della flora batterica gastrointestinale, sede di colonizzazione di possibili infezioni successive. Pseudowintera colorata, pianta neozelandese nota per le sue proprietà antimicotiche, interviene sullo squilibrio della flora batterica a livello gastrointestinale, genitale o cutaneo

La Candida albicans è un fungo microscopico che vive sulle mucose del tratto gastrointestinale, della vagina e del cavo orale, senza causare il benché minimo disturbo; in particolari condizioni, però, può moltiplicarsi in modo eccessivo e determinare la cosiddetta candidosi.

I fattori che favoriscono la proliferazione di questo microrganismo sono:

  • Calo delle difese immunitarie (debilitazione, immunosoppressori, radio- e chemio-terapia);
  • Terapie cortisoniche o antibiotiche;
  • Impiego di estrogeni;
  • Condizioni predisponenti (diabete mellito, gravidanza);
  • Uso di biancheria intima troppo aderente o in materiale sintetico;
  • Cattive condizioni intestinali (disbiosi);
  • Carenza nutrizionali, eccesso di dolci e carboidrati raffinati, diete ricche in proteine animali, intolleranze alimentari.

La candidosi interessa principalmente l’apparato genitale e colpisce circa il 75% delle donne; le recidive sono molto frequenti e si verificano in circa il 45% dei casi.

Nella regione genitale femminile, la candidosi provoca depositi biancastri, infiammazioni, arrossamenti e bruciori; nel maschio si manifesta con prurito al glande. Le sedi cutanee interessate dalla Candida albicans possono anche essere gli spazi interdigitali di mani e piedi, gli angoli della bocca, le pieghe cutanee e il tessuto periungueale.

 

Come intervenire in caso di candidosi

L’obiettivo di un trattamento contro la candidosi è ottenere una guarigione stabile e la terapia deve prevedere l’eliminazione delle cause scatenanti:

  • Limitare l’assunzione di dolci, assumendo regolarmente frutta, verdura, yogurt e probiotici;
  • Assumere integratori a base di microrganismi in grado di colonizzare l’intestino, rendendo più difficile la proliferazione della Candida albicans (es. Saccharomyces boulardii);
  • Non indossare indumenti sintetici e slip in microfibra;
  • Non indossare pantaloni aderenti (preferire le gonne al primo fastidio);
  • Non utilizzare detergenti intimi particolarmente aggressivi.

A patologia conclamata è necessario un trattamento antimicotico orale e locale. L’alternativa naturale è offerta dalla Pseudowintera colorata, pianta neozelandese contenente principi attivi dalle proprietà antimicotiche scientificamente riconosciute, in grado di ripristinare il corretto equilibrio della flora batterica, sia a livello gastrointestinale che a livello genitale. Il principio attivo della Pseudowintera colorata (Polygodial) risulta efficace nei confronti di numerosi ceppi di funghi.

Numerosi studi clinici consentono di confermare che la crescita del fungo Candida albicans può essere inibita dall’utilizzo di Pseudowintera colorata; per la loro tollerabilità e sicurezza, i trattamenti (locali e/o orali) con i prodotti a base di questa pianta neozelandese possono essere protratti per lunghi periodi senza che si verifichino effetti collaterali.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: