Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

OLIO DI SEMI DI LINO: L'USO PER LA PERSONA E LA CASA

Il lino è una pianta erbacea, il cui nome scientifico Linum usitatissimum, che ci suggerisce la molteplicità di impieghi e funzioni a cui si presta.

L’olio che si estrae dai semi di lino è un prodotto favoloso dai mille usi sia per il benessere e la cura della persona, sia per la pulizia della casa, e infine anche nel giardino e nell’orto per proteggere le nostre piante da parassiti.

L’olio di semi di lino è composto da:

  • grassi polinsaturi ω6 (25%) e ω3 (50%) che sono gli acidi grassi essenziali utili al corpo perché non li produce autonomamente così li dobbiamo inserire nella nostra dieta
  • dal 15 a 18% grassi monoinsaturi tipo acido oleico come nell’olio di oliva
  • dal 5 al 10% grassi saturi, vitamina E, vitamine B e lecitina

 

L'olio di semi di lino nell'alimentazione

Nell’alimentazione va aggiunto alle pietanze a crudo: in questo infatti modo non vengono alterati i sui costituenti e si può giovare delle sue proprietà benefiche a pieno. I semi di lino sono ricchi di vitamine soprattutto del gruppo B, lecitina, proteine, fibre e tanti sali minerali quali magnesio e zinco. Secondo studi scientifici, l’olio di lino protegge il cuore perché riduce il colesterolo LDL (quello “cattivo”), aiuta il sistema immunitario, e se assunto in buone quantità dalle mamme in gravidanza aiuta a sviluppare il cervello del feto prima e del bambino durante l’allattamento poi. La vitamina E è un ottimo antiossidante e combatte i radicali liberi; questa sua proprietà permette anche di non far ossidare altre sostanze quali la preziosa vitamina F che insieme alla vitamina E impedisce al colesterolo di creare deposito e accumularsi. Risultato: meno LDL e meno malattie cardiovascolari. E anche un ottimo integratore di acidi grassi essenziali per chi ha intrapreso una scelta vegetariana e vegana. Viene anche consigliato per i bambini vegan, e per i neonati si può aggiungere un cucchiaino a crudo nelle pappe. Per gli adulti si arriva a 2 cucchiai al giorno presi al mattino o nelle pietanze, sempre ricordandosi di utilizzarlo a crudo senza cotture. Essendo comunque una fonte di grassi (anche se vegetali) va regolata la dieta eliminando o riducendo il più possibile fonti di altri grassi animali come carne e latticini e controllando anche la quantità di zuccheri.

 

Olio di semi di lino e bellezza

L’olio di lino è ottimo per idratare i capelli: infatti è in grado di regolare la perdita d’acqua grazie al contenuto di acido linoleico. Viene distribuito sulle punte del capello applicandolo direttamente con le dita e tamponando, oppure preparando un impacco per tutti i capelli e lasciandolo in posa 40 minuti. È consigliato utilizzare uno spruzzino con acqua per inumidire i capelli, in questo modo l’olio penetra meglio all’interno del capello stesso fortificandolo. Per la pelle, grazie al contenuto di acido alfa linoleico, dona elasticità e resistenza quindi si può applicare sul viso e nelle parti dove la pelle si screpola facilmente come gomiti, ginocchia e tibie. Può essere utilizzato sia come integratore che direttamente sulla pelle in caso di ferite, grazie alle sue capacità cicatrizzanti.

 

L'olio di lino per la casa

L’olio di semi di lino può essere utilizzato per lucidare e “nutrire” le superfici dei mobili di casa. Basta passare un panno con un filo d’olio e tutto ritornerà pulito e splendente. Il prodotto va comunque usato su materiali di legno trattati con impregnanti o vernici da legno. È possibile utilizzarlo direttamente sul legno aggiungendo persino olii essenziali per dargli proprietà repellenti contro gli insetti: in questo caso diviene un protettivo generale.

 

L'olio di lino per l’orto e il giardino

L’olio di lino può essere utilizzato con uno spruzzino per allontanare insetti e malattie dalle nostre piante. Un po’ come gli oli bianchi, è capace di ricoprire gli insetti impedendone la respirazione. Miscelare olio di lino con olii essenziali capaci di allontanare alcuni specifici insetti migliora l'efficacia dell'azione. Eccone alcuni esempi: la menta è repellente per le formiche, i bruchi e i pidocchi, mentre la lavanda contro tarli, pidocchi, afidi, formiche e tarme; l'aglio allontana afidi e tignole come antibatterico generale. Tra i migliori olii essenziali per una protezione e repellenza generale vi sono: il timo, l’origano e la malaleuca (tea tree oil).

 

Avvertenze per l'acquisto

Bisogna saper scegliere un olio di semi di lino di alta qualità soprattutto per l’uso alimentare. Per farlo è necessario che sia: spremuto a freddo per non perdere principi attivi utili, da agricoltura biologica per garantirci l’assenza di sostanze di sintesi e pesticidi o crittogamici conservato bene, cioè mantenuto in frigorifero, contenitori chiusi non a contatto con l’aria e al riparo dalla luce. Tutte queste avvertenze preservano dall’irrancidimento e dalla perdita di proprietà. Dopo un mese dall’apertura va comunque finito perché con il tempo iniziano le alterazioni e l’irrancidimento. Ciò non ne preclude l’uso per i mobili di casa o come repellente contro gli insetti.

 

VEDI ANCHE

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: