Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

TINTURE MADRI

Tintura madre di lavanda, uso e proprietà

La tintura madre di lavanda, calmante contro la tosse e negli stati influenzali, è utile per placare stati d'ansia e nervosismo. Scopriamola meglio.

>  Proprietà della tintura madre di lavanda

>  Descrizione della pianta

>  Come si prepara la tintura madre di lavanda

>  Utilizzo

Tintura madre di lavanda

 

Proprietà della tintura madre di lavanda

Grazie alle proprietà dei suoi oli essenziali, la lavanda è utile per:

La sua azione è infatti antisettica, antinfiammatoria, cicatrizzante, antinevralgica, antispastica, carminativa, antidepressiva, antistress e sedativa.

In particolare sono utilizzati i fiori della lavanda per le numerose proprietà dovute alla presenza dell'olio essenziale (linalolo, acetato di linalile, limonene, cineolo, canfora, alfa-terpineolo, beta-ocimene), tannini, acido ursolico, flavonoidi e sostanze amare.

Oltre che ad essere un valido calmante, la tintura madre di la lavanda svolge anche un'azione balsamica sulle vie respiratorie per questo è impiegata efficacemente nel trattamento di tutte le malattie da raffreddamento: influenza, tosse, raffreddore e catarro.

Inoltre la pianta, limitando la formazione e soprattutto il ristagno di gas a livello gastro-intestinale, possiede proprietà carminative e antispasmodiche in quanto calma dolori e gli spasmi addominali e aiuta a distendere la muscolatura del ventre.

 

Descrizione della pianta

La lavanda è una pianta originaria della macchia mediterranea, resiste molto bene sia alle temperature torride che a quelle rigide invernali. Cresce bene in terreni asciutti, calcarei e profondi; tollera male quelli acidi; mentre si adatta bene a quelli alcalini. Può essere comunque coltivata anche in vaso.

Esistono varie specie di lavanda spontanea che hanno areali di diffusione diversi anche se si riconducono tutti alla regione mediterranea. La specie presente ad altitudini superiori a 500-600 m.

Arbusto sempreverde e perenne di piccole dimensioni (60-100 cm.) con fusti eretti, legnosi alla base e rami laterali leggermente prostrati. Ha foglie lineari e lanceolate di colore verde-grigiastro. I fiori alquanto profumati, sono raggruppati in sottili spighe blu violette.

 

La lavanda, la pianta che vince il mal di testa

Mal di testa

 

Come si prepara la tintura madre di lavanda

La tintura di lavanda è una preparazione idroalcolica ottenuta per macerazione a freddo in solvente idroalcolico di opportuna gradazione di pianta fresca o essiccata. La tintura di lavanda si prepara con un rapporto in peso droga:solvente di 1:5 ed una gradazione della soluzione idroalcolica di 60.

 

Utilizzo

La tintura madre di lavanda viene utilizzata come tonico del sistema nervoso, per calmare le vertigini e l' emicrania o i dolori del mal di testa di origine muscolo-tensiva; si usa anche per alleviare problemi gastro-intestinali, come flatulenza; placa l'insonnia e allevia disturbi delle vie respiratorie, come tosse (tosse convulsa, laringite), asma, raffreddore, influenza.

Si presenta ad essere un ottimo rimedio naturale per per le infezioni delle vie urinarie e intestinali e per la ritenzione idrica.

Se ne consigliano generalmente 30 gocce, 3 volte al dì, dopo i pasti. Si raccomanda di sentire sempre un medico o esperto prima dell'assunzione; in linee generali non presenta particolari controindicaizioni.

 

Proprietà, uso e controindicazioni dell'olio essenziale di lavanda

 

Altri articoli sulla lavanda:

Tutti gli usi della lavanda

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy