Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LO YOGA, UN AIUTO CONTRO I DOLORI MESTRUALI

Non saltiamo la nostra lezione di yoga durante il ciclo! Al contrario, non potrà che aiutarci a superare meglio questo delicato periodo del mese

Il ciclo mestruale è un appuntamento che accumuna tutte le donne fertili del pianeta, eppure ognuna di esse lo vive in modo estremamente soggettivo. Se per alcune sono appena un inconveniente in termini pratici, per altre i dolori mestruali sono un calvario e una montagna russa di emozioni.

Senza arrivare a casi patologici, molto spesso esso comporta una serie di fastidi di natura fisica e/o psicologia che, talvolta, possono interferire in modo anche significativo sul comportamento o sulla qualità delle relazioni.

Raramente si pensa di ricorrere allo yoga per alleviare le problematiche legate alle mestruazioni. Vi invitiamo, al contrario, ad ampliare gli orizzonti in merito e ad affidarvi a questa disciplina anche in delicato periodo del mese.

 

Yoga e mestruazioni: uno sguardo generale

A dire la verità, c’è una grande discordanza tra le fonti in merito alla pratica dello yoga durante il periodo mestruale. Si passa da insegnanti che la sconsigliano totalmente ad altri che invitano a evitare solo alcune posizioni. All’interno di questo secondo gruppo, asana consigliati da una parte, sono gli stessi sconsigliati dall’altra.

I piegamenti in avanti, ad esempio, sono oggetto di opposte considerazioni: dei maestri li consigliano perché allevierebbero le tensioni a livello dell’addome, altri li sconsigliano perché farebbero aumentare il flusso mestruale. Questa confusione è alimentata e aumentata dal fatto che ogni donna reagisce in modo diverso al ciclo mestruale e se per alcune passa quasi inosservato per altre rappresenta un momento non privo di sofferenza.

In ogni caso, prendere posizione all’interno di queste opposte fazioni non è il punto. Anziché concentrarci sulle differenze, partiamo dai punti condivisi per orientarci in questa confusione: tra gli asana quasi unanimemente sconsigliati durante il ciclo ci sono le posizioni capovolte (posizione sulla testa, candela etc) e quelli che agiscono fortemente sull’addome (posizione della barca).

Va inoltre tenuto in considerazione quanto tempo manteniamo una posizione nonché il grado di forma fisica e benessere generale del praticante. È assai improbabile che assumere una posizione per qualche respiro possa “fare male” così come può accadere che si riescano a tenere posizioni impegnative per l’addome anche durante il ciclo senza alcun disturbo.

Infatti, preso atto delle suddette limitazioni, vale il consiglio principale e cardine dello yoga: ascoltare il proprio corpo e seguire i segnali che manda. Se si avverte fastidio in una posizione, non importa che la letteratura dica sia consigliata o “giusta”, essa va sciolta. Il corpo “sa”, dunque ascoltiamolo sempre.

 

Scopri anche i rimedi omeopatici contro i dolori mestruali

 

Balasana: un'utile posizione durante il ciclo

Nei limiti del possibile, in ogni caso, non saltiamo la lezione di yoga durante il ciclo. Ogni sequenza, infatti, ha come scopo il rilassamento e l’equilibrio psicofisico, dunque non può che essere benefica anche e soprattutto in questo periodo del mese (le problematiche specifiche vanno affrontate con il proprio maestro che vi darà le indicazioni più appropriante per voi).

In questa sede, vi consigliamo invece una posizione che si può assumere sempre, anche al di là della lezione, ogni qualvolta si avvertano dolori addominali, stanchezza o malumore: balasana, la posizione del bambino.

Qui troverete tutte le indicazioni per eseguirla, passo dopo passo; ad esse aggiungiamo una piccola modifica specifica per il ciclo mestruale.

Potrebbe accadere che, in questa posizione, la compressione dell’addome risulti fastidiosa. Nel caso, mantenere gli alluci attaccati e allargare le ginocchia in modo tale che si crei un vuoto all’interno del quale andrà a posizionarsi il ventre. In questa versione di balasana si possono effettuare delle respirazioni addominali.

Prima di ricorrere a tutta la vasta gamma di antidolorifici in commercio, proviamo con lo yoga, un metodo semplice, senza effetti collaterali e naturale.

 

Prova 3 rimedi fitoterapici per alleviare i dolori mestruali

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: