Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

UNA LEZIONE DI ACQUAGYM ON LINE

Ma per fare acquagym è necessario saper nuotare? E le lezioni sono di gruppo o individuali? Questo articolo (per quanto possibile) simula una lezione di acquagym

Ecco qualche consiglio da applicare prima, durante e dopo una lezione di acquagym.


Prima della lezione di acquagym

Evitate di mangiare almeno nell'ora che precede la lezione di acquagym. Preparate uno zaino in cui lascerete tutto l'occorrente: costume, ciabatte, cuffia, saponi, accappatoio, piccolo borsello con monetine per l'asciugacapelli elettronico, asciugamano, biancheria intima per il cambio. Ogni volta che, dopo le lezioni, laverete e stenderete gli indumenti e gli asciugamani, verrà automatico riporli piegati nello stesso zaino. Il trucco è alternare due costumi, due asciugamani, l'accappatoio non è indispensabile può rimanere lo stesso, usatelo solo per il momento che precede il tuffo. Se non volete portare troppo peso, un grande asciugamano basterà per il corpo e uno piccolo per i capelli.

Se la lezione di acquagym si svolge nella stagione invernale, preoccupatevi di portare una sciarpa pesante e un cappello per non prendere freddo nel momento delicato dell'uscita dalla struttura che ospita la piscina, quando il corpo è ancora caldo per lo sforzo e il getto del phon, ma alcune parti del corpo delicate, come le orecchie, possono essere umide.

Consigliamo un foulard anche nella stagione estiva, specie se uscite dalla lezione che si è già fatto buio: le freddate estive possono essere micidiali. Se invece la lezione di acquagym si svolge in pieno giorno, basterà stendersi al sole (e magari godersi il momento in cui la serotonina sale).

 

Un lezione di acquagym on line

Ovviamente, non è come muoverlo davvero, il corpo, ma proveremo a essere evocativi.

Arrivati in piscina, pensate che vi aspetta un'oretta intensa di movimento e musica. Il consiglio di indossare il costume sotto i vestiti può esser controproducente se non ricordate di mettere la biancheria nello zaino, cosa che capita spesso e volentieri. Magari non sapete bene come si nuota e il dubbio vi assale mentre vi state cambiando: niente paura, la profondità media dell'acqua nelle lezioni di acquagym è di circa 80 cm. E, udite udite, minore profondità non significa mancanza di intensità o minore dispendio calorico: un esercizio in acqua, ben eseguito, corrisponde a dieci esercizi eseguiti a terra.

All'inizio vi sentirete idioti. E ancor più idiota vi sembrerà colui o colei che urlerà direzioni e indicazioni a bordo piscina, scimmiottando movimenti addominali vari. Ma l'acqua scioglie tutto, pure il disagio di cui questo sentimento di stupidità è il frutto.

La fase iniziale di una lezione di acquagym è mirata per il riscaldamento muscolare e prevede azioni simili al corpo tradizionale libero, camminate, corsi, salti. Eseguiti nell'acqua, tonificheranno i vostri muscoli in un modo che inizierete a comprendere solo dopo qualche settimana di acquagym. Circonduzione dopo circonduzione, slanci dopo slanci, in un mix di aperture che coinvolgono i singoli distretti muscolari, inizierete a lasciarvi andare alla musica. Il rilassamento finale sarà una sorta di benedizione fatta di tecniche di respirazione e stretching. 

Non resta che godersi tutti i benefici dell'acquagym.

 

Immagine | Havenholidays

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: