Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COLTIVARE ERBE AROMATICHE IN CASA

Indispensabili in cucina, belle e profumate, le erbe aromatiche sono una risorsa meravigliosa. Coltivarle, nella maggior parte dei casi, è piuttosto semplice. Perché non provare?

Le erbe aromatiche conferiscono sapore ai cibi senza aumentarne le calorie e, soprattutto, non coprono i sapori (come il sale), bensì li esaltano. Fanno dunque parte di quella lista di ingredienti che non devono mai mancare in cucina.

Il modo più pratico (e anche più divertente) per averle sempre fresche è coltivarle in casa, almeno le più comuni, almeno le più semplici da ottenere.

 

Coltivare erbe aromatiche in casa: perché e come cominciare

La prima volta che si decide di coltivare erbe aromatiche in casa è consigliabile acquistare in un vivaio, o al supermercato, una o due piantine pronte per il trapianto; la semina direttamente in piena terra può risultare leggermente più complicata per il principiante; dopo un po’ di allenamento e una volta che si sarà preso gusto ci si potrà sbizzarrire.

Per aumentare la motivazione è inoltre consigliabile cominciare con le piantine di erbe aromatiche che si usano maggiormente nella propria cucina e che hanno un gusto e una fragranza particolarmente gradita.

 

Scopri quali sono le piante che purificano l'aria di casa

 

Coltivare erbe aromatiche in casa: le prime piantine

Una volta presa la decisione di coltivare erbe aromatiche in casa, si può partire acquistando due piantine diverse da tenere in balcone o anche sulla finestra della cucina.

Non c'è bisogno di molto spazio, solo di un po' di attenzione; per esempio, si può cominciare con basilico e menta, che possono essere coltivate anche in vasi di dimensioni molto ridotte e non hanno bisogno di cure particolari.

 

Il basilico

Il basilico è forse l’erba aromatica più caratteristica della dieta mediterranea. È una pianta annuale; le piantine si possono acquistare tra maggio e giugno e dureranno fino a tutto ottobre. Il basilico predilige il sole, ma non il clima troppo torrido; bisogna ricordarsi di annaffiarlo con regolarità in quanto ha bisogno di terreno sempre umido. Le sommità fiorite andrebbero recise con le forbici, non appena compaiono, in modo che foglie continuino a formarsi. Esistono diverse varietà, con foglie più o meno grandi.

Il consiglio: a fine stagione, quando vi accorgete che la pianta sta per perdersi, staccate tutte le foglioline, lavatele e congelatele in piccole porzioni: avrete basilico profumato anche tutto l’inverno!

 

Leggi anche 3 ricette con il basilico >>

 

La menta

La menta: a chi non piace l'odore di questa pianta aromatica? È un erbacea perenne di cui si conoscono oltre 600 varietà. Non ha particolari esigenze climatiche: vive bene tanto in pieno sole quanto in mezz'ombra.

Ha bisogno di un terreno ben drenato; se coltivata in zone poco umide acquista in fragranza, ma perde in sviluppo. I rametti vanno tagliati prima della fioritura; le foglie possono essere consumate fresche o dopo essere state essiccate.

È una pianta aromatica molto versatile: può essere utilizzata per esaltare sapore e profumo di piatti salati o nella preparazione di dolci e bevande. Ha proprietà digestive; se strofinata sui denti aiuta a combattere l'alitosi.

Il consiglio: le foglie di menta sono perfette per aromatizzare il tè. Usatele nel tè verde: otterrete una bevanda molto salutare, dissetante e profumata.

 

Come fare la spirale di erbe aromatiche, utile e decorativa

I migliori abbinamenti delle erbe aromatiche

 

Libri consigliati

Coltivare erbe aromatiche dalla A alla Z

 

Scopri anche come coltivare:

> La maggiorana

> La lavanda

> La liquirizia

> Il timo

Immagine | Nociveglia


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: