Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

FIORI DI BACH E NEOMAMME, BAMBINI E ADOLESCENTI

Continuiamo il breve percorso di conoscenza dei Fiori di Bach per i bambini e le loro mamme che possono venire incontro ridando quel benessere che in alcuni momenti può venire a mancare. (Seconda parte)

Nella prima parte abbiamo parlato di cosa sono, come si possono riconoscere, uso e preparazione dei Fiori di Bach per i neonati.

Ora parliamo dei bimbi, adolescenti, e perché no anche delle neomamme che si trovano in una situazione nuova, bellissima, dolce ma che cambia le proprie abitudini, carica di responsabilità, e con delle insicurezze normali per quel compito cosi importante.

Il “lavoro” di mamma davvero è solo il cuore che ti muove, che ti fa decidere e null’altro, non c’è una scuola dove ti insegnano questo è meglio oppure il contrario. Quindi partiamo da loro che sono veramente il pilastro che tiene e insegna e che a volte ha 3 giornate di lavoro in una se non di più.

 

I rimedi più usati dalle neomamme

Più volte è stato detto che ogni persona è un mondo a sé e non si può stilare un elenco di rimedi specifici.

Talvolta nei primi mesi dopo il parto, ci sono emozioni comuni nelle mamme: la difficoltà ad adattarsi alla nuova situazione familiare (Walnut), la grande stanchezza per il sonno interrotto dalle poppate (Olive), brutti pensieri e maggiore ansia se il parto è stato traumatico (Star of Bethlehem), i timori per la salute del neonato (RedChestnut), la difficoltà di dire di no alle richieste della suocera (Centaury), il vedersi brutte e non più attraenti per il sovrappeso qualche volta anche solo di un paio di kilogrammi (Crab Apple).

Una lista di emozioni, che può essere in quel periodo davvero molto lunga e soprattutto comune a molte mamme, ma che possono scatenare ulteriori problematiche se non si ascoltano i primi segnali.

E’ necessario osservare quali emozioni si stanno vivendo e trovare il proprio mix, basandosi sempre sulle emozioni presenti e soprattutto l’emozione che disturba maggiormente al momento della scelta dei rimedi.

Nell’incertezza il “fai da te” potrebbe non funzionare proprio perché spesso presi da una situazione che ci coinvolge non siamo in grado di valutare il nocciolo che scatena, quindi molto meglio farsi consigliare da una floriterapeuta attraverso un colloquio, tenendo presente che la soluzione sarà breve in questi casi ma potrebbe aiutare a recuperare quella serenità che in quel frangente si è persa.

 

Puoi approfondire tutte le proprietà e l'uso dei fiori di Bach

 

E in casi di emergenza?

Un grande aiuto per le mamme potrebbe essere quello di tenere sempre in borsa un flaconcino di Rescue Remedy che oggi alcune ditte hanno modificato il nome tipo “Resorce” la Guna, “Flower” la Healingherbs, ecc. che può servire appunto per piccoli spaventi, (che con la presenza del nuovo arrivato può succedere), crisi di pianto improvvise, stress, indisposizioni, cadute e qualsiasi tipo di emergenza per la mamma ma anche per il neonato.

Esiste in commercio anche in crema ed è molto utile per punture dinsetti, ferite, scottature, eruzioni cutanee anche arrossamenti da pannolino, dolori muscolari, distorsioni ed ecchimosi.

Il Rescue remedy è un mix di fiori, clematis, rocke rose, impatiens, star of bethlemme.

I bimbi

Inizia l’asilo oppure il primo anno di scuola elementare, cambiamento totale, distacco dai genitori, paura dell’abbandono, questo comporta nel bimbo malessere, agitazione, insonnia. Lo si potrebbe aiutare con Walnut, (il cambiamento), Red chestnut (il distacco), Larch, (la sicurezza), per un mesetto iniziando prima dell’inizio dell’asilo oppure scuola, sempre meglio parlare con una consulente per una maggior sicurezza.

 

Adolescenti

L’adolescenza è il periodo più critico, della vita, lo è stato per noi, lo sarà per i nostri figli e per i nostri nipoti, dove spesso non ti senti compreso e ti senti solo, il tuo corpo sta cambiando, cresce più velocemente della tua maturità, disorientato e sembra che il mondo c’è l’ha con te. Le problematiche adolescenziali sono infinite e spesso si esprimono in modo opposto.

Quindi la lettura di una mamma va ben valutata e non consiglio fiori “fai da te” anche se ci sono emozioni ed eventi comuni. Consiglio ai genitori di parlare con un/a consulente per andare incontro e addolcire il percorso adolescenziale del proprio figlio/a.

 

Scopri anche Adol, il composto di Fiori Australiani per l'adolescenza

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: