Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IL BIANCOSPINO, PIANTA DEL CUORE

Il biancospino grazie alle sue caratteristiche officinali è un valido amico di un organo prezioso come il cuore

Il nome botanico del Biancospino (Crataegus oxyacanta), deriva dal termine kràtaigos che significa forza e robustezza.

Il Biancospino è, infatti, un piccolo arbusto spinoso con legno molto resistente. All'inizio del mese di maggio si copre di fiorellini bianchi, raccolti in mazzolini delicati, mentre i frutti sono ovoidali di colore rosso.

Il Biancospino è la pianta del cuore per eccellenza, questa sua proprietà è dovuta soprattutto ai flavonoidi quali quercetina, vitexina e iperoside, proantocianidine che sono eccellenti antiossidanti attivi nella difesa del cuore e sedativi del sistema nervoso; amine biogene che sono rilassanti e triterpeni che hanno azione antinfiammatoria.

Il Biancospino è una pianta equilibrante e, se assunto come rimedio, riarmonizza l'organismo: i fiori e le foglie hanno proprietà rilassanti e ipotensive; le bacche rafforzano il cuore e migliorano la circolazione sanguigna provocando una dilatazione dei vasi sanguigni che interessano il cuore aumentando così il flusso sanguigno verso di esso e diminuendo la pressione arteriosa.

In gemmoterapia vengono utilizzati i giovani getti che per la loro azione sedativa, antispasmodica e ipotensiva è un valido rimedio per i disturbi della menopausa in quanto ne contrasta la sintomatologia (palpitazioni, vampate di calore, irritabilità, insonnia).

 

Scopri anche quali sono gli effetti collaterali del biancospino

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: