Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

QUALI COSMETICI EVITARE IN CASO DI ORZAIOLO?

Quali sono i cosmetici che possono causare o peggiorare l'orzaiolo e quali invece non fanno male

Cos'è l'orzaiolo

L’orzaiolo è un’infezione di origine batterica che riguarda le ghiandole sebacee poste alla base delle ciglia. Si presenta come un rigonfiamento simile a un brufolo sulla palpebra superiore o inferiore, e può formarsi internamente o esternamente all'occhio.

L'orzaiolo causa principalmente un disagio estetico poiché la zona colpita tende a gonfiarsi e arrossarsi ma provoca anche dolore durante la fase acuta.

I sintomi hanno comunque una durata breve e nell'arco di pochi giorni spariscono spontaneamente. In molti soggetti però l'orzaiolo può essere recidivo e si ripresenta quindi diverse volte nell'arco della vita.

 

Cosmetici da evitare in caso di orzaiolo

Se è la prima volta che compare un orzaiolo e non siamo soggetti a recidive, non è necessario evitare di truccarsi o cambiare marca di cosmetici, poiché il trucco non peggiora la situazione.

L'unica accortezza è quella di gettare tutti i cosmetici e trucchi che sono stati utilizzati fino a quel momento, poiché potrebbero essere stati contaminati e applicarli nuovamente potrebbe far ripresentare l'orzaiolo successivamente.

Se invece si soffre frequentemente di orzaiolo è bene evitare prodotti cosmetici troppo occlusivi come correttori a base siliconica e ombretti in crema, poiché potrebbero essere una delle cause dell'occlusione delle ghiandole sebacee.

Meglio scegliere ombretti e correttori minerali: sono meno coprenti ma non ostruiscono i pori. Optate poi per matite e mascara naturali e eco-bio.

Per limitare il rischio di ulteriori recidive, occorre liberarsi dei cosmetici che possono essere stati contaminati dall'orzaiolo e acquistarne di nuovi.

 

Come scegliere e usare il fondotinta minerale

 

Come prevenire l'orzaiolo e alleviare i sintomi

Per evitare la formazione o la comparsa recidiva dell'orzaiolo è necessario prestare attenzione all'igiene del contorno occhi. Bisogna quindi avere cura di struccare gli occhi tutte le sere prima di andare a dormire, utilizzando un detergente delicato che rimuova efficacemente tutti i residui di mascara, ombretto e eventuali correttori e fondotinta applicati sul controno occhi.

Una volta che l'orzaiolo si è formato, soprattutto nel caso sia esterno, è possibile alleviarne i sintomi applicando sulla zona da trattare un batuffolo di cotone imbevuto con infuso di camomilla caldo.

La camomilla ha infatti azione lenitiva e antinfiammatoria e calma il fastidio e il dolore dovuti all'orzaiolo. Applicate il cotone imbevuto direttamente sull'orzaiolo e lasciate in posa per cinque dieci minuti, anche più volte al giorno.

È importante non cercare mai di spremere l'orzaiolo: è una pratica molto dolorosa e potrebbe comportare l'infezione di altri follicoli circostanti, facendo comparire l'orzaiolo in altre zone delle palpebre.

Se l'orzaiolo si presenta internamente e non tende a guarire spontaneamente nell'arco di qualche giorno, è opportuno rivolgersi al medico che prescriverà la cura adatta.

 

Leggi anche Curare l'orzaiolo: i 10 rimedi più efficaci >>

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: