Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FUNGHI MEDICINALI

Cordyceps sinensis, proprietà e utilizzo

A cura di Ilaria Porta, Naturopata Iridologa

 

Il Cordyceps sinensis è uno dei funghi più conosciuti, più venerati e più considerati dal mondo scientifico. Utile a combattere le patologie epatiche, renali e i disturbi cardaci, è noto anche perchè migliora la funzionalità sessuale. Scopriamolo meglio.

>  Descrizione del fungo

>  Le proprietà del Cordyceps sinensis

>  Quando usarlo

>  Il Cordyceps sinensis nella medicina tradizionale cinese

Cordyceps sinensis, proprietà e utilizzo

 

Descrizione del fungo

Il Cordyceps sinensis cresce in Tibet a circa 16.000 piedi (4.877 metri) di altitudine. Particolarmente raro, è stato veneratissimo nel corso dei millenni grazie alla sue stupefacenti caratteristiche e proprietà.

Il suo nome deriva dal latino “cord” pianta e “ceps” testa, questo suo appellativo descrive benissimo la sua forma che si estende dalla carcassa mummificata di una larva di insetto, generalmente Hepialis Armoricanus.

È chiamato anche fungo Caterpillar o DongChongXiaCao cioè “pianta d’estate, insetto d’inverno” poiché alcuni scritti allegorici parlavano di “un essere in grado di trasformarsi da insetto in inverno a pianta in estate”.

 

Le proprietà del Cordyceps sinensis

Il Cordyceps sinensis incrementa di circa il 28% per cento i livelli di ATP (adenosina trifosfato) nell’organismo. L’ATP costituisce la fonte di energia principale  del corpo ed è necessaria per tutti i processi enzimatici.

Utilissimo dunque anche per gli sportivi  poiché incrementa la resistenza fisica. Alcuni studi hanno infatti dimostrato che l’utilizzo di questo fungo ha portato ad un miglioramento dell’utilizzo di ossigeno e a un aumento di ATP, e dunque di energia cellulare, fino al 55%. Ciò permette di allungare  i tempi di performance aerobica.

Nell’anziano migliora la qualità del sonno, l’energia, il tono dell’umore, il respiro e anche la lucidità mentale. 

Migliora la funzione sessuale. Nell’attività sessuale maschile e femminile è di grande aiuto poiché aumenta la libido regolarizzando il livello ormonale, non solo in caso di infertilità sia maschile che femminile, è un validissimo sostegno aumentando l’energia e la vitalità cellulare. È inoltre un ottimo supporto nella riduzione o nell’eliminazione di eventuali antidepressivi, che comportano un assenza della libido, compromessa proprio a causa di un forte stress del sistema nervoso.

Migliora la funzionalità cardiaca. Nei soggetti infartuati questo fungo sembra migliorare i disturbi del ritmo cardiaco, è un tonico e ossigenante per il cuore.

 

Puoi approfondire i disturbi del cuore e i rimedi naturali per curarlo

Cuore, disturbi e rimedi naturali

 

Migliora le patologie renali. Supporto indispensabile in reni affaticati, compromessi o trapiantati; aumenta il QI renale e rigenera i tubuli renali danneggiati; non in ultimo è in grado di prolungare la sopravvivenza dell’organo trapiantato migliorandone la funzionalità riducendo il rischio di infezioni.

Migliora le funzioni epatiche. Lavora in detossificazione in modo eccellente ed è di sostegno nel rallentare l’evoluzione della cirrosi epatica, migliorando notevolmente la funzionalità del fegato.

Inoltre, il Cordyceps ha un’azione protettiva dai danni causati dalla radioterapia e dalla chemioterapia e di riparazione del DNA cellulare. Risulta particolarmente efficace contro tubercolosi, lebbra e leucemia umana, così come rilevato in numerosi test condotti in Cina, Giappone e altrove.

Uno dei punti culmine della ricerca moderna è stato la scoperta di nuovi antibiotici presenti nel fungo, uno dei quali, la cordicepina, è assai efficace contro tutti i tipi di batteri che hanno sviluppato, o stanno sviluppando, resistenza ad altri più comuni antibiotici. Ma la più nota azione medicinale del Cordyceps sinensis rimane l’incremento della resistenza fisica.

 

Quando usarlo

Impotenza, infertilità, affezioni respiratorie, problematiche ormonali, asma e bronchiti, cancro, HIV, deficit immunitario, scarsa resistenza fisica, in caso di alto livello di stress, stanchezza cronica, problematiche cardiache, renali, epatiche. Non sono noti effetti collaterali.

 

Il Cordyceps sinensis nella medicina tradizionale cinese

Nella medicina tradizionale cinese l’impiego principale del Cordyceps ha riguardato il trattamento dell’asma e altre affezioni bronchiali.

 

La MTC indica questo fungo come riscaldante, dal colore verde-arancione.  Agisce sui meridiani Reni e Polmoni e sulla Loggia Acqua. Le sue stagioni sono  l’Inverno e la Primavera, le sue azioni principali sono di Tonificazione dello Yang, del Polmone Yin, del Rene Yin e Yang e di aumentare l’ossigeno a livello cellulare.

 

LEGGI ANCHE
Il Cordyceps tra i rimedi naturali per le allergie stagionali

 

Altri articoli sul Cordyceps:
>  Curare la stanchezza primaverile con il Cordyceps ed altri rimedi naturali

 

Immagine | Salute-ganoderma.webnode.it

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy