Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CURARE LA TRISTEZZA CON RIMEDI NATURALI

La tristezza non è direttamente collegabile alla depressione, ma può essere intesa come il sintomo iniziale del cosiddetto “male oscuro”. Prima che ciò avvenga, possiamo avvalerci di alcuni rimedi naturali: vediamo quali

I rimedi naturali contro la tristezza possono essere erbe o piante officinali, olii essenziali e sali minerali, che aiutano a contrastare questo stato d’animo alterato seguendo un approccio olistico. L’approccio olistico pone il paziente di fronte a tutti quegli aspetti della propria vita che possono in qualche modo essere la causa della sua condizione fisica ed emotiva e lo sprona ad operare effettivi mutamenti, siano essi sul piano pratico e materiale (alimentazione, lavoro, attività fisica, ritmi sonno/veglia, ecc.), che su quello più interiore  e umano (meditazione, yoga, arte, lettura, spiritualità, rapporti sociali, ecc.).

Quindi, la terapia olistica della tristezza è necessariamente “integrata”, in quanto interviene chimicamente sul piano fisiologico attraverso i principi attivi delle piante (fitoterapia, oligoterapia, aromaterapia, alimentazione) e vibrazionale (Fiori di Bach, cristalloterapia, musicoterapia, cromoterapia ecc) sull’aspetto energetico ed emotivo dell’essere umano.

 

Come è definita la tristezza

La tristezza è un sentimento fisiologico limitato ad occasioni circoscritte: può essere provata in condizioni normali, o essere la conseguenza di un evento drammatico, come la scomparsa di una persona casa. Viene definita una risposta innata e fisiologicamente normale a stadi di privazione o perdita e che, se all’inizio della vita, serve a segnalare agli altri e a sé stessi che qualcosa di essenziale manca al proprio benessere; mentre nelle fasi successive, se usata con consapevolezza, può rivelarsi una preziosa risorsa. Infatti, molti pittori, poeti, musicisti hanno prodotto le loro migliori opere in momenti di grande tristezza e malinconia.

Se questa situazione perdura per lunghi periodi si parla di depressione. La tristezza non è direttamente collegabile alla depressione, ma può essere intesa come il sintomo iniziale del cosiddetto “male oscuro” o di una patologia fisica o disturbo mentale, per questo motivo non è da sottovalutare. Anche secondo Freud, il padre della psicanalisi, questi due stati d’animo non sono sovrapponibili poiché la prima, a differenza della seconda, è connessa alla perdita e al lutto e consiste un normale e adattivo stato emotivo transitorio.

 

I rimedi naturali contro la tristezza: le piante officinali

Tra i rimedi naturali contro la tristezza, che agiscono attraverso l’azione dei principi attivi delle piante, ricordiamo l’iperico, le cui proprietà terapeutiche sono dovute essenzialmente ai flavonoidi, come l´ipericina, la rutina, la quercetina e l´iperoside. Queste sostanze esercitano una spiccata azione antidepressiva e sedativa, e si ottengono dall’estratto secco o dalla tintura madre delle sommità fiorite della pianta.

L'ipericina, in particolare, inibisce due enzimi responsabili della disattivazione di vari mediatori del sistema nervoso centrale. Infatti accresce i livelli serici di serotonina, similmente a certi farmaci antidepressivi, riequilibrando il tono dell´umore; e limita il riassorbimento di altri due neurorecettori denominati noradrenalina e dopamina che possiedono anch’essi un ruolo importante nella depressione, negli sbalzi di umore durante il periodo menopausa, nella malinconia e tristezza stagionale e nei periodi di esaurimento nervoso.

 

I rimedi naturali contro la tristezza: gli olii essenziali

Tra gli olii essenziali utilizzati in aromaterapia sottile e come rimedi naturali contro la tristezza ci sono: l’olio essenziale di Rosa in grado di lenire tristezza e depressione; dona gioia e scaccia i pensieri negativi, equilibrando alterazioni emotive, provocate da collera, gelosia e stress. Se inalato, apre e rafforza il cuore, rilassa l’anima e attiva la disposizione per tenerezza e amore, perché sviluppa la pazienza, la devozione e l’autostima. Il profumo dell'essenza è un meraviglioso supporto psicologico nella gravidanza (ottimo per accompagnare le donne durante il parto e accogliere il nuovo arrivato con dolcezza e amore) e in menopausa contro la depressione.

L’olio essenziale di Neroli porta la pace, l'allegria e l'ottimismo consolante. Nelle afflizioni ci aiuta ad alleviarne il peso. Ci rafforza in situazioni in cui non vediamo vie d'uscita, perché calma i pensieri in momenti di confusione. Esercita un'efficace azione calmante in caso di turbe emotive, nervosismo, insonnia. L’essenza di neroli riequilibra il sistema nervoso, indicato dopo fatiche mentali e tensioni psichiche, contro la tristezza, la paura e i disturbi d’ansia,

Olio essenziale di cannella esercita un’azione stimolante del sistema nervoso. Riscalda il cuore e dona un’avvolgente sensazione di “casa”, aiuta nei casi di freddezza interiore, tristezza, solitudine e paura.

 

Rimedi naturali contro la tristezza

Il magnesio è impiegato in oligoterapia per le numerose proprietà terapeutiche. Questo sale minerale stimola la funzione nervosa, favorendone la trasmissione degli impulsi. Inoltre il magnesio aiuta nella produzione di serotonina, un’endorfina che agisce su recettori specifici del cervello, svolgendo azione analgesica, antidepressiva e stabilizzante del tono dell'umore. Lo stress tende ad esaurire le riserve di magnesio perché l’organismo lo utilizza per la sua capacità calmante e antidepressiva.

Infatti una sua carenza produce tristezza, nervosismo. Anche in sindrome pre-mestruale e in menopausa, a causa degli squilibri ormonali, si sono riscontrati notevoli abbassamenti dei livelli di magnesio, con conseguente depressione e senso di inadeguatezza.

 

Contro la tristezza, prova anche lo yoga

 

Immagine | nosha


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: