Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

Monia Farina

Monia Farina

Dopo il liceo classico Sacro Cuore Milano, si laurea in Scienze Biologiche a Milano, affascinata dallo studio del comportamento (animale ma soprattutto umano), proseguendo gli studi con la specializzazione in Naturopatia e terapie naturali presso LUINA di Luserna San Giovanni (Torino).

Lavora nel marketing di un’azienda del settore sanità e ha frequentato il Master in alimentazione e dimagrimento presso Istituto Riza Milano e il Master in Nutrizione e Benessere presso Università degli Studi di Milano.

Bulimica di libri, ama l’acqua, i gatti, ballare, scrivere e dare consigli sulla nutrizione sulle pagine di Facebook "Monia Farina Biologa Nutrizionista (ScrittoLettrice)" e "M2M Nutrition & Showcooking" e tiene corsi sull'educazione alimentare  "a tavola con la salute" presso il Comune di Carnate e Arcore (gennaio 2014) e presso la catena di gastronomie vegane Mensasana di Milano e Monza; inoltre fa corsi e conferenze sull'alimentazione, consulenze personalizzate, e cene "nutrizionali" con lo chef Mario Oriani".

Ghost writer, pubblica insieme ad altri amici un libro di racconti ("Sapori Letterari", Terraferma ed.) e, come Monya Flour, un romanzo per Vallardi ("Tutti Pazzi per Mario", 2010), si è occupata della redazione del fascicolo su alimentazione e cancro per il libro "Prima causa di morte" per l'associazione I-Care (edizioni Viator, gennaio 2014).

A luglio 2015 è prevista la pubblicazione del libro "Mi faccio io la " Dieta?" (Rapsodia Edizioni).

 


Articoli

Si parla genericamente di fibre e si dice “mangia alimenti ricchi di fibre, che ti fanno bene”. Forse è il momento di chiederci perché le fibre alimentari fanno così bene e quali sono le caratteristiche che le rendono così salutari: iniziamo dai betaglucani. Si tratta di una classe di polisaccaridi (costituiti da unità di D-Glucosio) indigeribili ovvero classificabili come fibre alimentari e presenti in alimenti come la crusca, l'avena, i lieviti... »

Come sempre, per ogni situazione delicata è indispensabile mantenere la calma e il buon senso. In generale non c’è mai una sola causa specifica per lo sviluppo di un tumore, ma spesso si tratta di molti fattori concomitanti. Sicuramente l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in questo campo, soprattutto in alcuni specifici tipi di tumore. Ma, quindi, la carne rossa fa venire i tumori? Atteniamoci ai risultati scientifici e consideriamo la posizione ufficiale del... »

Non so voi, ma per me è già difficile in partenza. Ovvero: ma le susine, esattamente, cosa sono? E che differenza hanno con le prugne? Mi sono informata e vi aggiorno con uno “scoop” botanico: susine e prugne sono lo stesso frutto! La differenza è che quando il frutto è fresco si chiama susina, quando è secco si chiama prugna. Non c’è differenza sul piano botanico, ma si tratta solo di un nome diverso a seconda dello stato di conserv... »

Un giorno mi arriva questo messaggio da una paziente: “Ho trovato questo dal fruttivendolo: cos’è? Posso usarlo nella dieta, e come?” Seguiva la foto di una radice: si trattava del topinambur, tubero ancora poco noto e poco presente sulle nostre tavole. Si, possiamo utilizzarlo anche se siamo a dieta, poiché è ricco di fibre, ma questa caratteristica lo rende al contempo inadatto per chi soffre di meteorismo. Cerchiamo di capire il perché.   ... »

Ci occorrerà qualche nozione di fisiologia per conoscere meglio l’osteoporosi. Il nostro corpo immagazzina la maggior parte del calcio nelle ossa nel periodo che va dalla nascita alla fine dello sviluppo, quindi entro i 21-22 anni. Le ossa si “rinnovano” completamente in circa 6 anni e l’importante, dopo i 20 anni, è impedire la perdita di calcio dalle ossa. Infatti il calcio consente il mantenimento della trama compatta delle ossa e ne garantisce la robu... »

La dieta Low FODMAP non è l’ultima trovata commerciale, ma nasce con uno specifico scopo: diminuire l’infiammazione intestinale limitando gli alimenti che ne sono la causa primaria. Il percorso Low FODMAP intero prevede una sorta di “reset” dell’intestino e un reintegro successivo degli alimenti “incriminati”. In queste situazioni ovviamente è sconsigliato il fai-da-te, per scongiurare gravi carenze nutrizionali. Avete la sensazione che ... »

Lo zucchero è sempre zucchero, sia che provenga dalla canna, dall’acero, dalla barbabietola, dal cocco o dal lavoro delle api. Si tratta sempre di carboidrati ad elevatissimo indice glicemico che il corpo utilizza solo se subito dopo si compie un’attività fisica pesante oppure uno sport a livello agonistico; in caso contrario, lo zucchero non utilizzato viene trasformato in riserva di energia (leggi “grassi”), dopo aver richiesto un “superlavor... »

Le nocciole, si sa, sono buone in qualunque ricetta: rendono golosa una crema al cacao, più buona una torta e più croccante un cioccolato. Forniscono grassi “buoni” e vitamina E, oltre a…parecchie calorie, purtroppo per chi è a dieta. Tutto ciò è ormai noto. Forse però non tutti conoscono ancora un prodotto che si può ottenere dalla lavorazione delle nocciole, ovvero una bevanda o “latte” di nocciola. Ricco di sap... »

La colazione italiana tipica è fatta di biscotti col tè e brioche, oppure cappuccino, di latte coi cereali , magari al cioccolato, di pane e marmellata.  Cibo significa anche gioia e convivialità e, in casi eccezionali, può andare bene così. Ma, in generale, facendo un rapido calcolo nutrizionale, sulle nostre tavole, a colazione (soprattutto, spesso anche agli altri pasti) abbiamo un grande assente: le proteine. Per gli amanti del genere, uova, pane ne... »

E' un dato di fatto, in tempi recenti, l' incremento nel consumo di bevande (o “latti”, come venivano chiamati prima del decreto che ne vieta questa definizione) vegetali: secondo Coldiretti, infatti, nel 2015 le vendite delle bevande vegetali sono aumentate del 27%. Ma sarà proprio vero che le bevande vegetali sono tutte uguali e tutte utilizzabili per sostituire il latte vaccino? In realtà non è proprio cosi: ogni “latte” vegetale ha le... »

Diciamocelo una volta per tutte: con la salute non si può scherzare. Mai. Tantomeno se legata al cibo ealla dieta. Non è vero che per dimagrire basta saltare i pasti o bere pozioni miracolose e garantite a base di ingredienti naturali. Il corpo umano è un organismo meraviglioso finemente regolato da migliaia di processi che avvengono contemporaneamente a nostra insaputa e che funzionano tutti in sinergia garantendo in ogni momento la vita stessa e lo stato di benessere. A... »

Ci si chiederà come mai un solo minerale può essere così determinante nel curare addirittura il raffreddore.  Il corpo umano è un organismo complesso e finemente regolato da migliaia di reazioni chimiche: per farle avvenire tutte sono necessari molteplici molecole, molte delle quali ancora poco conosciute. Lo Zinco interviene in parecchie di queste razioni come elemento essenziale degli enzimi ovvero dei “facilitatori” di queste reazioni, oltre ad ... »

“Meglio averla bassa che alta” mi disse una volta il mio medico curante. Anche se, dati i sintomi poco gradevoli, la pressione bassa non riempie proprio di energia le nostre giornate! Facciamo un passo indietro: la pressione sanguigna – ovvero la forza che il sangue pompato dal cuore esercita contro le pareti delle arterie - negli adulti, per essere considerata normale, deve essere inferiore ai 120/80 mmHg. Quindi si parla di pressione bassa o meglio di ipotensione quando la... »

Le rape non sono proprio l’alimento più comune sule nostre tavole. Ed è un peccato, poiché variare il tipo di cibi che assumiamo consente di apportare al nostro organismo tutte le molecole benefiche per la salute. Aumentiamo la varietà degli alimenti che portiamo in tavola, magari proprio a partire dalle rape: per esempio, sapevate che ne esistono di diverse tipologie, ciascuna con le sue proprietà specifiche? Conoscete già la rapa nera, ricca d... »

L’avanzare dell’età porta “regali” sgraditi alle signore (la menopausa, le vampate …), ma qualcosina anche ai signori (circa all’80% di loro): la prostata subisce col tempo una espansione lenta ma costante. Quando però le sue dimensioni dovessero essere maggiori dello spazio interno a disposizione tra gli altri organi, la prostata comprime l’uretra, provocando infiammazione e disturbi urinari, che possono essere il primo segnale di alla... »

1 di 21