Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

Giacomo Colomba

Giacomo Colomba

Ricercatore atipico e poco convenzionale, decide di lasciare gli studi a quindici anni per mettersi in viaggio tra Europa, Africa e Asia e soprattutto India, dove attualmente vive e lavora.

Nel tempo i campi di ricerca ai quali si è maggiormente dedicato sono yoga integrale, psiconautica e onironautica, mineralogia, fruit-hunting, arti marziali e stili di vita legati al downshifting.
Pur amando la metafisica e la poesia non rinuncia alla pratica e alle esperienze di persona sul campo, misurandosi senza presunzione e senza timore di cambiare. Confessa di essere un viaggio-dipendente, e ama immergersi in realtà nuove a fondo e per lungo tempo, specie in paesi remoti o culture uniche nel loro genere. 

In Italia ha collaborato con Tapas, Germoglio Edizioni e con Aria Nuova Edizioni. Ha insegnato onironautica presso la Shou Dao School ed educazione alimentare e ambientale in progetti dell'Unione dei Comuni e della Società della Salute della Valdera. In India insegna e dirige progetti di autodifesa per donne. Ha vissuto e lavorato presso realtà legate all'agricoltura sociale, all'economia solidale e alle comunità sperimentali.
Nella la città di Auroville attualmente si dedica ad attività legate al City Development (per lo più facendo talent scouting e motivando giovani ricercatori), all’educazione fisica, e al networking con altre comunita’ di ricerca in vari paesi del mondo.


Dicono di lui: «...pur vivendo in un mondo tutto suo del nostro ne sa parecchio…»


Articoli

Nel nostro corpo sottile, in corrispondenza del perineo nel corpo grossolano, si trova il primo chakra, chiamato Muladhra o chakra della radice. Si dice abbia l’aspetto di un loto rosso a quattro petali con all’interno un quadrato giallo. Al suo interno stanzia la sillaba lam ed il suo elemento, rappresentato tra l’altro dal quadrato e dai quattro petali, è la terra. Su ognuno dei quattro petali si legge un’altra sillaba, per un totale di quattro, a rappresentar... »

L’astrologia karmica è una pratica non del tutto omogenea in voga da molti anni, tale nome infatti è utilizzato da almeno mezzo secolo in diverse pubblicazioni e corsi. Diversi praticanti ed esperti hanno diverse interpretazioni dell’astrologia karmica e solo pochi di essi danno al termine karmico un’accezione del tutto fedele alla sua origine induista. Questa varietà di pratiche e interpretazioni ha però in comune un unico approccio: la lettura d... »

Con le radici che affondano direttamente in una disciplina come il tantrismo e una tradizione mistica qual è lo shaktismo, Kundalini Yoga è il nome piuttosto recente (apparso negli ultimi 50 anni) dato ad una serie di discipline ricollegabili all’hatha yoga, al raja yoga e al kriya yoga. Un sinonimo un po’ più antico è il nome Laya Yoga, dove laya sta per assorbimento, nello specifico del principio individuale in quello cosmico. Il Kundalini Yoga si bas... »

Uno dei piatti più tipici e conosciuti della cucina svedese sono senza dubbio i kroppkaka (singolare: kroppkakor), una sorta di polpette di patate ripiene di carne. Al giorno d’oggi li possiamo trovare in tutta la Svezia anche se rimane una pietanza tipica delle regioni del sud e dei paesi confinanti, alcune sue varianti, spesso chiamate con altri nomi, le si possono trovare anche nei piccoli ristoranti e in mezzo allo street food anche della Finlandia e dei paesi baltici, soprat... »

Dando un’occhiata al rapporto tra peso sostenuto e superifcie scopriamo che le caviglie sono l’articolazione che in tutto il corpo deve sopportare quotidianamente la maggiore quantità di stress. Si tratta delle articolazioni che uniscono da una parte tibia e perone, le lunghe ossa della parte inferiore della gamba connesse in alto col ginocchio, mentre dall’altra l’astragalo, l’osso corto del piede che trasmette tutto lo stress dovuto al peso del corpo dal... »

Brazilian Jiu Jitsu è il nome col quale è maggiormente noto a livello internazionale ciò che in italiano chiamiamo Jiu-Jitsu Brasiliano. Questa arte marziale, oggi una delle più praticate in tutto il mondo grazie alla sua efficacia, deriva dal Ju-Jitsu classico, come il Judo e l’Aikido, ed ha sia un aspetto marziale di autodifesa che uno sportivo di competizione. In entrambi gli aspetti troviamo un sistema di progressione di cinture per stabilite il grado del... »

Arte marziale non significa soltanto calci e pugni. Specialmente nelle arti marziali più tradizionali che non contemplano l’aspetto della competizione sportiva, lo studio dell’uso delle armi è ancora in voga, ed i benefici di questa pratica sono tanti e lampanti. Anche se non andremo mai ad utilizzarle in un contesto reale, lo studio dell’uso delle armi nelle arte marziali accresce l’insieme delle nostre abilità, donandoci padronanza su particolari... »

Uno dei piatti piu’ noti in Europa della cucina senegalese (anche se di origine maliana) è il mafe o maafe, ricetta piuttosto diffusa in tutta l’Africa Occidantale e quella Centrale. Si tratta di carne stufata e cotta in salsa, variabile a seconda della ricetta, immersa in burro di arachidi. Viene usato principalemente il manzo ma anche altre carni sono talvolta impiegate, per venire incontro ai vari gusti: maiale, pollo, agnello e, ai nostri giorni, esistono anche varianti... »

A dispetto del nome, l’aglio orsino, nome scentifico Allium ursinum, é un parente stretto dell’erba cipollina, potremmo dire il suo cugino selvatico, e come essa appartiene al genere Allium della famiglia delle Liliaceae. Il nome volgare, che calca quello scientifico, è dovuto al fatto che il suo odore ricorda fortemente quello dell'aglio, così come il sapore, lievemente meno marcato, e che è uno dei cibi preferiti degli orsi bruni, che amano, assi... »

Non è un mistero che la fine dell’inverno e del periodo freddo e buio dell’anno in favore della stagione di luce e di calore sia ovunque un momento di gioia. Questo risale ai periodi preglaciali quando l’archetipo di una notte lunga vari mesi si fissò nel subconscio di noi umani, così come il ritorno del sole e della vita prese a rappresentare una rinascita vera e propria. Holi, la festa Indiana dei colori rappresenta in un colpo solo tutto questo: vita,... »

Messico Estados Unidos Mexicanos, meglio noto come Messico, patria di una delle cucine più popolari al mondo. Dando un'occhiata al Messico capiamo subito che si tratta di una di quelle poche cucine che invece di aver subito numerose influenze, ha influenzato le altre, specialmente coi suoi ingredienti che, dopo la scoperta del Nuovo Mondo, hanno raggiunto l’Europa, l’Asia e l’Africa: pomodori, patate e mais, ma anche peperoncino, fagioli, avocado, patate dolci, cacao,... »

Un viaggio in Scandinavia I lunghi e freddi inverni che caratterizzano il nord dell’Europa hanno un impatto innegabile sull’unicità rappresentata dalla cucina scandinava nel panorama mondiale. La Scandinavia include generalmente Norvegia, Svezia e Danimarca, ma talvolta ne fanno parte anche la Finlandia, parte della Russia e l’Islanda, anche se esiste un termine differente per questo agglomerato, ovvero Fennoscandia. Il contesto geografico e il fermento sociale fatto ... »

L’arte di crescere gli alberi all’interno di specifici vasi e contenitori ebbe origine in Asia, nello specifico in Cina col nome di Shumu Penjing, come veniva chiamata l’antica arte di creare panorami naturali in miniatura all’interno di vasi utilizzando rocce ed alberi mantenuti in una forma miniaturizzata attraverso specifiche tecniche di potatura e di legatura. I cinesi amavano avere questi elementi di natura selvaggia miniaturizzata all’interno dei loro giard... »

Il cosiddetto chakra del plesso solare, in sanscrito Manipura, ovverto "Citta’ dei gioielli", si trova nel corpo sottile, piuù o meno all’altezza della bocca dello stomaco lungo il canale centrale o Sushumna. All’interno dei dieci petali blu scuro che lo compongono troviamo un triangolo che punta verso il basso, a simboleggiare il principio del fuoco della volontà. La sua posizione intermedia tra il chakra lunare dell’apparato riproduttivo, relativo ai de... »

Molte correnti religiose estendono la loro influenza sulle regole alimentari dei loro seguaci: gli ebrei hanno il codice kosher, i musulmani hanno il cibo halal e così via. In India la cosa è un po’ più complessa in quanto le diverse correnti induiste e yogiche hanno stabilito diverse regole alimentari. Uno dei capisaldi della cultura induista è senza dubbio la Bhagavad Gita, il canto del beato, testo sacro scritto dal saggio Vyasa che racconta il dialogo che... »

1 di 23