TUTTE LE GUIDE

LA NATURA DEL CORPO

Polmoni, disturbi e cure naturali

I polmoni sono organi presenti nella cavità toracia, rivestiti dalla pleura e protetti dalle coste. Soggetti a diversi disturbi respiratori, tra i quali asma e tosse, possono essere curati e mantenuti in buona salute grazie ai rimedi naturali. Scopriamoli meglio.

>  Descrizione anatomica dei polmoni

>  Trattamenti e terapie naturali

>  Yoga per i polmoni

>  Medicina tradizionale cinese

>  Altre discipline per i polmoni

>  Curiosità sui polmoni

Polmoni, disturbi e rimedi naturali

 

Descrizione anatomica dei polmoni

I polmoni sono due strutture deputate alla respirazione contenute nella cavità toracica e separati da una struttura fissa che prende il nome di mediastino. Ogni polmone è rivestito da un foglietto sieroso che prende il nome di pleura viscerale. 
Ogni polmone ha una forma conica ed è diviso in lobi. A sinistra contiamo due lobi, a destra ci sono tre lobi. Ogni lobo è separato dall’altro da una scissura che altro non è se non una introflessione della pleura viscerale. 

L’unità funzionale del polmone è il lobulo costituito da un bronco globulare che si dirama nei bronchioli alveolari che a loro volta si dividono nei bronchioli terminali. A livello delle due facce mediastiniche sinistra e destra, troviamo l’ilo del polmone composto dal bronco principale, da due vene polmonari, dalle arterie e vene bronchiali, dal plesso nervoso polmonare, da tessuto linfatico e connettivo. Il tutto è avvolto dalla pleura.

Attraverso la respirazione il nostro corpo si libera dalle molecole di scarto ed acquisisce ossigeno che sarà portato, attraverso il sangue, a tutte le cellule che lo compongono. A questa funzione vitale si associa la percezione degli odori attraverso il naso. Gli odori infatti vengono percepiti all'interno della cavità nasale, sulla cui superficie si trovano i peli olfattivi. I peli olfattivi sono collegati da una fibra nervosa direttamente al sistema nervoso centrale, che comunica direttamente con l'ipotalamo, sede degli istinti, con il sistema limbico, sede delle emozioni, e l'ippocampo, luogo delle memorie.

 

Trattamenti e terapie naturali per i polmoni

Il miglior amico dei polmoni è l'eucalipto. Potete alleviare disturbi respiratori come la tosse frizionando la gola e il torace con oli essenziali di eucalipto (Eucalyptus globulus) oppure con mirra (Commipora molmol).

Nella dieta cercate di aiutare i polmoni evitando le bevande contenenti caffeina e alcol perché sono diuretici e quindi inducono l’emissione di una quantità maggiore di liquidi rispetto a quella che viene introdotta. Gli esperti di medicina convenzionale e alternativa concordano nel ritenere che è possibile poter accelerare la guarigione bevendo succhi di frutta fresca e di verdura. In generale una dieta equilibrata aiuta, specie se ricca di Vitamina C.

In caso di asma riducete i grassi animali e il burro; privilegiate invece alimenti ricchi di selenio come aglio, cipolle, broccoli, cavoli, cetrioli, germe di grano, cereali integrali. Evitate, soprattutto in caso di asma allergica, cioccolato, frutta secca, uova, carne, latte e latticini, che potrebbero scatenare difficoltà respiratorie.

Un infuso per la tosse a base di erbe, assumibile diverse volte al giorno per 3 giorni, contiene 2 parti di tussillagine (Tussilago farfara), 2 parti di altea (Althaea officinalis), 2 parti di issopo (Hyssopus officinalis), 1 parte di semi di anice (Pimpinella anisum) e 1 parte di liquirizia (Glycyrrhiza glabra). Lasciate macerare per 20 minuti in un atazza bollente e bevete l’infuso ancora caldo.

 

Scopri tutti i rimedi naturali per la tosse

Tosse, rimedi naturali

 

Yoga

Esistono tecniche yoga specifiche per la respirazione. Quella tipica nella dimensione yoga è la respirazione Pranayama.

La respirazione pranayama è innestata nello Yoga in maniera radicale e la si ritrova in qualsiasi tipo di yoga si pratichi. Il praticante allena la mente in modo graduale ed esperisce la sensazione della sospensione spontanea dell'atto respiratorio. In senso lato, chi pratica il pranayama, impara a stare sospeso. Creare le condizioni per questa evoluzione di coscienza richiede tempo, cura e amore.

Lo yoga considera fondamentale la respirazione. La respirazione yoga può essere suddivisa in tre momenti, che si riuniscono in un atto unico di respirazione ideale. Viene utilizzato il diaframma, il torace e la zona clavicolare. Avremo quindi, rispettivamente, una respirazione addominale, toracica e alta.

Uno degli esercizi di respirazione yoga più noti è rappresentato dalla tecnica Hong-So, tecnica questa caratterizzata dall'estrema facilità di esecuzione e dalla notevole efficacia. Innanzitutto, per eseguire questo esercizio di respirazione yoga, è importante essere rilassati, per poter percepire in maniera ideale l'intero ciclo e movimento del respiro nel nostro corpo.

Studi scientifici inoltre dimostrano che la respirazione dello yoga ha effetti benefici sull'apparato respiratorio e cardiovascolare.

 

Medicina tradizionale cinese

In medicina tradizionale cinese Fei è il Polmone. Si compone di un ideogramma la cui parte destra indica la carne e la sinistra l'elevarsi di una pianta frondosa. Nell'elencazione delle funzioni degli organi, al Cuore (Imperatore) segue il suo Ministro (Ministro del Cuore) e poi il Signore del Qi, il polmone, appunto. Il polmone governa il Qi, abbassandolo, ed è lo Zang più a contatto con l'esterno. Se il Qi non scende, ristagna nel petto con conseguenze come tosse, respiro corto, senso di oppressione. La diffusione del Qi coinvolge anche i Reni. Anche l'Intestino Crasso (specie nella peristalsi).

Il Polmone poi è sede del Po (che non è il fiume ma l'istinto, memoria genetica, memoria delle cellule). Questi tipi di memorie sono custoditi nel Polmone. L'azione del polmone del "portare dentro" è tutta legata alla capacità di guardarsi dentro. In sintesi, se il fegato guarda in avanti, il polmone guarda indietro, è rivolto al passato. Qualcosa che è stato assimilato, compreso nel corpo, si può dire che è stato immagazzinato dal Po del Polmone.

Il movimento del Po è anche radicato nel Jing, energia sessuale, ma di questa parleremo meglio, ci deriva dai genitori, dagli antenati.  E' forza di vivere inconscia, istintiva.

 

Puoi approfondire anche tutte le cure per il sistema respiratorio

 

Altre discipline

L'aromaterapia fa parte delle terapie naturali ed utilizza a scopo terapeutico le sostanze volatili e odorose prodottte da alcuni vegetali e definite olii essenziali. Gli oli essenziali sono molecole solubili in olio e non in acqua presenti in alcune apposite ghiandole del fiore, frutto, corteccia o altre parti delle piante.

L'aromaterapia è tecnica molto antica e gli effetti degli olii essenziali sul nostro corpo sono molteplici, sia a livello di inalazione sia a livello cutaneo, per applicazioni con massaggi. L'olfatto è quindi un senso molto potente, in grado di suscitate ricordi, emozioni e reazioni immediate, senza il “filtro” del pensiero razionale. Esistono sette odori primari percepiti dall'uomo: etereo, canforaceo, muschiato, floreale, mentovato, pungente e putrido. Gli altri sono derivati da questi. Attraverso la respirazione, l'aromaterapia stimola le aree del cervello connesse alla memoria, all'intuizione, all'istinto.

 

Curiosità sui polmoni

La prima vittima dell'ansia è la respirazione. Quando il sistema nervoso fa faville e va verso una direzione preoccupante, ristabilite il respiro. La medicina ayurvedica conferma che respirare bene aumenta la percezione positiva di sé.

 

LEGGI ANCHE
La cipolla, alleata dei polmoni

 

Altri articoli sui polmoni e la respirazione:
>  Esercizi di respirazione diaframmatica
>  Un respiro di sollievo: l'aromaterapia e la respirazione

 

Immagine | Supergatoide

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy