Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FISIOTERAPIA E MOVIMENTO

Pilates: cos'è e a cosa serve

Il Pilates è una filosofia del movimento che potenzia le capacità motorie, migliora la circolazione e riequilibra la muscolatura. Scopriamola meglio. 

>  1. Origini e descrizione del Pilates

>  2. A cosa serve il Pilates

>  3. Una lezione tipo di Pilates

>  4. Chi può operare in Italia

Pilates

 

 

Origini e descrizione del Pilates 

Il Pilates è una filosofia del movimento, non solo una serie di esercizi. Joseph Pilates aveva uno studio a New York, sulla 8th Avenue. I suoi clienti arrivavano spesso dal mondo della danza o del teatro, talvolta si trattava di atleti che avevano subito qualche infortunio. 

La tecnica assicurò loro non solo una completa guarigione, ma una nuova consapevolezza del loro strumento di lavoro: il corpo. Di fatto, Pilates mise a punto questa tecnica a partire dalla sua esperienza di reclusione in periodo bellico; egli stesso lavorò sugli infortunati e i mutilati di guerra.

Lavorando sul centro, sulla respirazione, su controllo e concentrazione, i benefici sono multipli e derivano dagli studi di un uomo che ha dato la sua vita alla pratica.  

 

A cosa serve il pilates? 

Il Pilates è una disciplina a tutti gli effetti che lavora sull'armonia globale dell'individuo: potenzia le capacità motorie, migliora la circolazione, riequilibra la muscolatura, mobilizza le articolazioni bloccate e scioglie le tensioni provocate da posture scorrette. 

L'obiettivo è quello di raggiungere armonia fisica e mentale, rinforzare i muscoli senza appesantirli in modo innaturale, migliorare l'elasticità e tonificare ogni parte del corpo, soprattutto grazie alle tecniche di respirazione. L'accoglienza e la professionalità dell'insegnante giocano un ruolo fondamentale.

 

Una lezione tipo di Pilates 

Una lezione di Pilates può essere a corpo libero o con macchine, individuale o collettiva. In ogni caso, è essenziale che l'istruttore durante l'esecuzione illustri la postura e lo svolgimento più corretti.

Le macchine principali che l'insegnante di Pilates deve saper usare sono quattro:

  • Reformer, un letto su cui scorre una piattaforma mediante alcuni binari, simile al vogatore delle palestre tradizionali. Normalmente è di legno ed acciaio. 
  • Trapezio o cadillac, una sorta di letto con una struttura superiore di acciaio, su cui il praticante può appendersi in diverse posizioni, servendosi di corde e carrucole.
  • Sedia, utilissima per le gambe, simile a una semplice sedia ma con alcuni pedali collegati che consentono di aumentare la resistenza. 
  • Barile, fondamentale per l'allungamento della colonna vertebrale, si tratta di una struttura a forma di mezzo cilindro. 

Esistono ovviamente anche esercizi a terra, che vengono eseguiti su un mat, un tappetino. È molto importante che l'istruttore sappia riconoscere limiti o difficoltà fisiche dell'allievo, sia in grado di scioglierle con la visualizzazione e il sostegno verbale. Quando si tratta di eseguire esercizi a terra è facile che l'istruttore richieda all'allievo di munirsi di uno o più degli accessori contemplati dalla disciplina (banda elastica, anello o cerchio magico, palla). 

 

Scopri anche lo yogilates, la fusione tra yoga e pilates

 

Chi può operare in Italia 

La maggior parte degli aspiranti insegnanti del metodo Pilates provengono dal mondo della danza e/o da quello delle terapie riabilitative, oltre a colore che hanno conseguito una laurea in scienze motorie.

In Italia operano alcune scuole di elevata professionalità, che propongono corsi di formazione per diventare Insegnanti pilates certificati e che offrono la garanzia di una formazione seria. Tra le più note: 

Polestar Pilates (una realtà distribuita in tutto il mondo, ideata da Brent Anderson e Elisabeth Larkam), la True Pilates (unica sede italiana della scuola di New York diretta dall'erede ufficiale di Pilates), la Power Pilates (centro di formazione con sede a Verona guidato dalla teacher Trainer Katerine Cid) e la Cova Tech (il metodo dell'ex ballerina e terapista della riabilitazione Anna Maria Cova).

Alcune scuole pretendono una preparazione di base nel campo delle discipline corporee ed accettano solo diplomati ISEF, Terapisti della Riabilitazione o ballerini. Una volta accertato il sufficiente grado di preparazione di base, queste scuole provvedono alla formazione del Certified Pilates Teacher attraverso un intenso corso seguito da un lungo tirocinio, indispensabile alla corretta comprensione del metodo. Dopo un esame finale, si consegue il diploma di istruttore del metodo Pilates.

 

Approfondisci l'argomento con gli articoli scritti dai nostri professionisti

 

Altri articolo sul pilates:

> Yogilates, quando yoga e pilates si uniscono

> Xtend Barre, l'unione tra danza e pilates

> Contrology, le origini del pilates

I pro e i contro del pilates

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy