Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Orto e coltivazione

CONSIGLI PER L'ORTO A MARZO

Il calendario e il clima ci segnalano l'arrivo della primavera. L'orto e il giardino richiedono la nostra presenza e nel mese di marzo la parola d'ordine è sicuramente semina, semina e ancora semina! Vediamo quali piante si possono mettere direttamente in campo o seminare sotto protezione, come ad esempio le leguminose. Inoltre qualche consiglio per la scelta delle varietà e qualche segreto per le correte modalità di semina.

Di Mira Tonioni 10989 Speciale

Il momento delle semine: tempi di germogliazione

Marzo è il mese delle semine, sia in semenzaio dove sono ben protette, sia direttamente in campo per le piante più resistenti. Il calendario e il clima hanno risuonato l'inizio della primavera e la voglia di riprendere in mano semi e attrezzi agricoli è ormai incontenibile sotto i caldi raggi di sole.

Inizia a marzo il momento delle semine e, oltre a conoscere quali piante sono necessarie, bisogna ricordare che ciascuna pianta ha un proprio tempo di germinazione.

Infatti ogni tipologia di pianta ha un suo determinato numero di giorni prima che escano le prime foglioline dando il via alla nascita della piantina.

Questo tempo è indispensabile perché inizi la trasformazione del seme, con l'idrolisi dell'amido grazie alla presenza di acqua e di condizioni climatiche (temperatura) adeguate che porteranno all'uscita della radichetta nel terreno e alle successive foglie.

Servono pochi giorni (3 – 7) a cetrioli, fagioli, piselli, spinaci, ravanelli, porri, zucca e zucchina, radicchi e insalate; mentre è necessario superare una settimana (7-12 giorni) per aglio, barbabietola, basilico, bietola, cipolla, fava, finocchio, sedano e pomodoro. Le melanzane e i peperoni da 12 a 16 giorni e per il prezzemolo e le carote si può arrivare anche 30 giorni di tempo prima di vedere le prime foglioline.

Quindi armiamoci di pazienza e rispettiamo i tempi che servono alla Natura per crescere!