Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I FIORI DI MAGGIO PER UN TERRAZZO PIENO DI COLORE

Il mese di maggio è il momento migliore per mettere mano ai vasi del terrazzo e creare bellissimi spazi variopinti di fiori colorati. Infatti i fiori che possiamo tenere sui nostri balconi a maggio sono innumerevoli ma ciascuno ha le proprie necessità colturali. Andiamo a conoscere quali sono i migliori fiori di maggio ...

Sicuramente la primavera con i suoi nuovi colori e con il tenero calore che nasce dal sole porta anche all'uomo la voglia di rinnovamento.

La stagione permette così di rimettere mano agli atrezzi da giardino, di ricominciare a cercare i semi per le nuove coltivazioni e spinge a creare nuovi spazi verdi e colorati o a recuperare vecchie aree dimenticate.

I terrazzi e i balconi di casa sono zone perfette da trasformare in dipinti di fiori colorati sopratutto con lo sbocciare dei fiori di maggio.

La scelta di quali fiori coltivare rimane comunque da farsi con attenzione imparando a conoscere quali sono i fiori più adatti per il nostro clima e per la zona in cui vogliamo sistemarli. Andiamo a conoscere quali sono i migliori fiori di maggio.

 

Leggi anche Consigli per l'orto di maggio >>

 

Le primule

primula

Tra i primi fiori a sbocciare in primavera abbiamo le primule che già a marzo cominciano a fare capolino con i loro toni pastello dal giallo al rosa.

Le primule selvatiche sono molto rustiche e crescono bene in ogni tipologia di terreno purchè ci sia humus e una buona umidità.

Inoltre non amano il sole diretto infatti le primule sono fiori che crescono nel sottobosco dove i raggi del sole non arrivano. La forma della loro corolla è semplice e composta da pochi petali di colore giallo chiaro.

Al contrario le primule vendute nei vivai come ornamentali sono state create con più petali e corolle molto sgargianti che arrivano al rosso, al viola, al blu e all'arancione intenso.

Queste primule ornamentali sono state selezionate e ibridate dal uomo proprio per ottenere fiori più grandi e con tempi prolungati di fioritura mentre la primula vulgaris che è l'antenata spontanea della primula ha una fioritura più breve che inzia a fine inverno e termina in primavera.

Le colorazioni delle primule e la loro fioritura rende queste piante comunque veramente ottime per realizzare zone coloratissime all'interno di vasi e aiole sul terrazzo. Sono ottime anche da associarsi con altri fiori primaverili come le viole.

 

Le viole

viole

Le violette sono piante spontanee che inziano a fiorire proprio all' inzio della primavera e sbocciano nel sottobosco rilasciando un dolce profumo.

La violetta è conosciuta dal uomo sia per la sua delicata bellezza sia per il suo sapore essendo un fiore commestibile e anche per le sue proprietà benefiche per la salute.

Da essa estrae principi attivi ed essenze profumate sia per prodotti cosmetici che per aromatizzare dolci. La violetta spontanea è di colore viola anche se più rararmente è possibile vedera variegata nei petali di bianco o di giallo.

Le viole invece che vengono vendute nei vivai come ornamentali hanno un fiore molto più grande e colorazioni che vanno dal rosso al rosa, dal giallo al arancione, dal viola al bianco.

La violetta spontanea comunque rimane quella che come profumazione è più intensa e come piantina è anche più facile e più rustica da coltivare.

Le viole amano le zone umide e in penombra come anche le primule con cui condividono le esigenze colturali.

Per questo motivo è possibile trapiantare le piantine di viole e di primule tra la fine dell'inveno e l'inizio della primavera in vasi comuni.

Le violette possono anche essere coltivate in strati con poco terriccio e quindi sono molto adattabili a piccoli spazi da decorare nelle aree del terrazzo o del balcone. Anche una vecchia teiera può essere appesa e divenire la culla per qualche piantina di violetta.

 

La lobelia

lobelia

La lobelia è una pianta molto rustica che regala una ricca cascata di piccoli fiori blu intenso. Alcune varietà più particolari sbocciano in corolle sempre in forma tubolare ma dalla colorazione azzurra, bianca e persino rosa tenue.

La lobelia è un fiore ottimo da coltivare in vaso sul balcone proprio perché la sua prolungata fioritura dona colore per molto tempo. Infatti i suoi fiori inziano ad aprirsi tra aprile e maggio per poi finire di sbocciare soltanto con il comparire delle prime gelate alla fine del autunno.

Questa pianta ama le zone in ombra ed è quindi adatta per quelle zone sul balcone che non sono esposte al sole diretto ma che noi vogliamo comunque rendere gradevoli alla vista.

La lobelia sopporta bene l'escursione termica, ama un clima fresco e una buona presenza di umidità.

La varietà di Lobelia Erinus che è originaria delle terre d'Africa è ottima anche coltivata insieme ai gerani riuscendo a sopportare meglio il raggi diretti del sole.

I vasi appesi sono per la lobelia le migliori posizioni per poter dare sfoggio della sua intensa cascata ricadente.

 

Il geranio

geranio

I gerani sono tra i fiori da balcone più utilizzati e più amati.  Queste piante hanno una fioritura molto prolungata e iniziano dalla primavera sino alla fine dell'estate. 

La colorazione dei gerani è anche essa molto variopinta dal rosso al giallo,  dal arancione al viola,  dal rosa al bianco con persino qualche tonalità vendente al nero-blu.  

I più comuni gerani hanno una corolla semplice e di colore rosso intenso mente quelli più ricercati hanno corolle con più petali e persino delle ondulazioni e delle forme simili a pizzo sui petali. 

I gerani sono fiori che vengono trapiantati nei vasi a primavera in un terriccio universale con aggiunta di torba per permettere un buon drenaggio.

Infatti i gerani soffrono i ristagni di acqua quindi andranno annaffiati soltanto quando il terreno sarà asciutto in superficie.  In estate comunque le innaffiature dovranno essere abbondanti anche una volta al giorno nelle settimane in cui le temperature e il sole saranno più intense. 

I gerani sopportano bene l'estate ma al contrario in inverno vanno riparati all'interno appena le temperature scendono sotto i 15 gradi. 

Anche per questi fiori i vasi sul terrazzo sono molto indicati e possono inoltre abbellire i davanzali delle finestre grazie alle varietà di gerani ricadenti.

Sono persino ottimi per mantenere lontani gli insetti come le zanzare grazie al odore e all'essenza repellente che sprigionano i fiori.

 

Leggi anche I fiori utili nell'orto >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: