Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

OLII ESSENZIALI

OLII ESSENZIALI

Olio essenziale di palmarosa, proprietà e benefici

L'olio essenziale di palmarosa, nota anche come "geranio delle Indie", si ricava dalle parti verdi fresche o essicate dell'omonima pianta, per distillazione in corrente di vapore. Dall’azione antinfiammatoria, è utile contro rughe, stress e nervosismo. Scopriamolo meglio.

>  Proprietà e benefici dell'olio essenziale di palmarosa

>  Descrizione della pianta

>  Uso e consigli pratici

>  Controindicazioni dell'olio essenziale di palmarosa

>  Cenni storici

Palmarosa

 

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di palmarosa

L'olio essenziale di palmarosa ha proprietà battericide, antimicrobiche, disinfettanti che lo rendono un valido alleato in caso di alterazioni della flora intestinale, per esempio. Ma risulta essere anche un buon tonico, stimolante e soprattutto espettorante, utile per il trattamento di alcune infezioni delle vie respiratorie come sinusite, bronchite, rinofaringite e otite. Si tratta di un valido rimedio anche per il trattamento di affaticamento mentale, nervosismo e stress, grazie alla sua azione stimolante sul sistema nervoso.

L’olio essenziale di palmarosa, grazie alle sue proprietà idratanti, rigeneranti, seboregolatrici e antisettiche è indicato esternamente in caso di acne, dermatiti, infezioni cutanee, cicatrici, piaghe e rughe. Si usa anche per curare infiammazioni ai genitali e cistite.

 

Descrizione della pianta

Chiamato anche "geranio delle Indie", la palmarosa è una pianta originaria dell'India e del Pakistan, dalle fantastiche virtù terapeutiche a noi poco note. 

La palmarosa è un arbusto selvatico con fusti lunghi e sottili che terminano in delicati fiori rosa, che cresce fino a due metri di altezza, caratteristico dell'Asia, in particolare di India, Pakistan e pendici rocciose dell'Himalaya. Viene anche distillato a più di 3000 metri di altezza in Nepal; lo si ritrova ugualmente in Brasile, in Indonesia, in Africa e alle Isole Comore.

 

Parte utilizzata

parti erbacee fresche o essiccate

 

Metodo di estrazione

distillazione in corrente di vapore

 

Nota dell’olio essenziale di palmarosa

L’olio si presenta di colore giallastro, con una profumazione dolce e floreale, che ricorda la rosa e il geranio.

 

L'olio essenziale di palmarosa tra i rimedi contro lo stress

Stress, tutti i rimedi

 

Uso e consigli pratici sull'olio essenziale di palmarosa

L’olio essenziale di palmarosa è indicato sia per uso interno sia per uso esterno.

  • Come riequilibrante e antisettico per l'intestino, si consigliano un paio di gocce al dì in un cucchiaio di miele o sciroppo d'acero, il tutto disciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida. 
  • Per combattere nervosismo e stress, basta un cucchiaino di miele con 2 gocce di olio essenziale nei momenti più difficili. 
  • Ideale per disinfettare la pelle, risulta ottimo diluire 10 gocce di olio essenziale di palmarosa nell’acqua della vasca oppure versandone tre gocce su un guanto di spugna bagnato da usare sotto la doccia per un delicato massaggio.
  • Per curare e nutrire la pelle e prevenire antiestetiche rughe, si aggiunge alla crema idratante o all'olio per il viso, ne bastano 5 o 10 gocce.
  • In caso di affezioni delle vie respiratorie, si consigliano suffimigi con cinque gocce di olio in una bacinella di acqua calda e un cucchiaino di bicarbonato, coprendo il capo con un asciugamano e respirandone il vapore.

L’essenza può essere utilizzata anche nei diffusori per profumare l’ambiente.

 

Controindicazioni dell'olio essenziale di palmarosa

L’olio essenziale di palmarosa non ha particolari controindicazioni; se ne sconsiglia però l’uso in gravidanza e sui neonati. Come tutti gli oli essenziali non va mai usato puro sulla pelle, ma diluito in altre sostanze di base, come oli vegetali (olio di mandorle dolci, olio di cocco, olio di jojoba) o creme.

 

Cenni storici

La palmarosa è conosciuta sin dall' antichità, con il nome più noto di "geranio indiano”: già al tempo compiva lunghi viaggi, poichè dal porto di Bombay veniva inviato a Costantinopoli e poi in Bulgaria, dove era utilizzata per adulterare l'olio di rosa.

Anche ai nostri giorni viene usato in profumeria, spesso al posto della più costosa essenza di rosa, ma anche  per isolare il geraniolo.

 

Immagine | Functionalblends.com

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy