Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

LA NATURA DEL CORPO

Mani, disturbi e cure naturali

Le mani sono organi di senso situate alle estremità delle braccia e unite a queste mediante i polsi. Assumono importanti simbologie e diversi significati tra le varie culture e religioni. Scopriamo meglio come curarle e mantenerle in buona salute.

>  Descrizione anatomica delle mani

>  Trattamenti e terapie naturali 

>  Yoga per le mani

>  Medicina tradizionale cinese

>  Altre discipline per le mani

>  Curiosità sulle mani

Mani, disturbi e cure naturali

 

Descrizione anatomica delle mani

La mano è un organo di senso attraverso cui raccogliamo le informazioni periferiche che provengono dall’ambiente che ci circonda consentendone una loro rielaborazione a livello corticale, con la sua funzione prensile, garantita dall'opponibilità del pollice, ci permette di afferrare gli oggetti, sviluppare attività creative, lavorative.

La mano è formata da 5 dita: pollice, indice, medio, anulare, mignolo. I nomi delle dita non sono casuali: l'indice, per la funzione gestuale di indicare gli oggetti; il medio (il più lungo), per la posizione; l'anulare, per l'abitudine di recarvi un anello specifico, la fede nuziale; il mignolo (il più breve), per le dimensioni. Il pollice manca, rispetto alle altre dita, della falange intermedia.

Le dita terminano con l'unghia dalla parte del dorso, mentre il polpastrello è la parte superiore di ogni dito dalla parte del palmo.

La mano è formata dal carpo e da 5 ossicini del metacarpo, ovvero 5 falangi o falangi prossimali, 5 falangine o falangi medie, 4 falangette o falangi distali. La muscolatura della mano include elementi che presiedono alla presa di precisione del pollice (parte superiore della mano) e muscoli profondi dorsali (zona sottostante). L'articolazione complessa che è il polso consente alla mano di articolarsi con l'avambraccio. Sul web esiste un sito ricco di richieste, pubblicazioni, news dedicato alla medicina della mano e dell'arto superiore.

La mano è l’espansione spazio temporale del pensiero, interviene nel linguaggio con azione espressiva sorreggendo la parola; ciò vale particolarmente per gli italiani, famosi nel mondo in virtù dell'ampio "lessico gestuale" che accompagna la comunicazione.

 

Trattamenti e terapie naturali per le mani

La mano costituisce la localizzazione più tipica dell’artrosi primaria. Le alterazioni più frequenti riguardano le articolazioni interfalangee distali e sono caratterizzate da nodosità generalmente bilobate localizzate sulla faccia dorsale dell’articolazione. La mano può essere colpita da sindromi nevralgiche quali la “sindrome del tunnel carpale” con interessamento del nervo mediano, la “sindrome del canale di Guyon” con interessamento del nervo ulnare; sindromi algodistrofiche come la “sindrome mano”; rizoartrosi, deformità, psoriasi, artrite, psoriasi, artrite gottosa, condrocalcinosi, sindrome del dito a scatto.

Un'ottimo alleato delle mani è l'olio di argan. Si possono anche utilizzare creme e preparazioni erboristiche a base di olii essenziali che contengono fattori nutritivi importanti per la pelle come l'olio essenziale di limone. Nel caso di piccole bruciature, ustioni o ferite alle mani, l'olio essenziale di lavanda consente di riportare la pelle velocemente allo stato precedente all'ulcerazione.

 

Puoi approfondire tutti i rimedi naturali contro la nevralgia

 

Yoga

Nell'universo dello yoga le mani occupano un posto di rilievo, fanno da regine. Le posizioni mistiche della mani, i gesti simbolici sono i cosiddetti mudra, termine che in sé però accoglie anche alcune posizioni di occhi, corpo e persino tecniche di respirazione. I mudra delle mani sono anche gesti simbolici che impegnano parti diversi del cervello e dell'emotività. Ogni mudra, poi, crea un certo tipo di collegamento con l'energia cosmica. In India, insieme alle posizioni sacre delle braccia (hadra), i mudra delle mani assumono precise valenze simboliche nella raffigurazione delle divinità induiste. 

Il Chin mudra, il mudra per le mani più conosciuto nello yoga per le mani, si basa proprio su questo simbolismo legato alla consapevolezza universale. Tutti riconosciamo la posizione (simile a un "Ok" messo per orizzontale, con indice e pollice che formano un cerchio) e la associamo mentalmente alla simbologia orientale, ma pochi ne conoscono il significato profondo.
Il pollice simboleggia la coscienza cosmica (il divino) e l'indice quella individuale (umana). Lo scopo finale dello yoga è quello di unire questi due aspetti.

I mudra sono praticati nei rituali tantrici, hanno un ruolo centrale nel buddismo (basti pensare alle raffigurazioni pittoriche del Buddha Gautama, dove la posizione delle mani è strettamente legata ai suoi insegnamenti e alla sua vita). Nell'Hatha yoga, inoltre, determinati gesti significano certi stati mentali e, viceversa, la pratica tiene conto del fatto che la psiche si esprime attraverso i gesti.

I mudra vanno praticati seguendo certi precetti di base: la pressione tra dito e dito dovrebbe essere quanto più piacevole e mai forzata, le mani devono essere rilassate, la respirazione profonda è fondamentale. Possono essere eseguiti da seduti, da sdraiati, in piedi; mentre si esegue un mudra la mente può avvalersi dei principi di cromoterapia: ade sempio, se si vuole raggiungere uno stato profondo di sicurezza e protezione, sarà utile visualizzare il blu o concentrarsi visivamente su un oggetto di quel colore. Si tratta di gesti carichi di valenze sacre e di strumenti di guarigione veri e propri: si curano attraverso i mudra squilibri energetici che generano ansia, stress e si vanno a colmare svuotamenti energetici da cui si originano disturbi cronici come la depressione.

 

Scopri la posizione delle mani nello yoga

Mani nello yoga

 

Medicina tradizionale cinese

In medicina tradizionale cinese il corpo è pieno di canali attraverso cui fluisce l'energia, come fosse un'enorme risaia attraversata dall'acqua. I meridiani sono i sentieri di questa energia.

In agopuntura si lavora sui meridiani che controllano specifiche funzioni (circolazione, respirazione, digestione) e specifici organi. Il pollice e la sua base corrispondono ai polmoni e alle loro funzioni; l'indice, la sua base e la regione opposta del dorso corrispondono all'intestino crasso; il dito medio è associato alle funzioni riproduttrici e circolatorie; l'anulare si associa ai centri energetici che controllano la vitalità, la temperatura e l'energia vitale; il mignolo corrisponde all'intestino tenue e alle sue funzioni.

Anche il palmo, le dita e le unghie hanno un ruolo importante per quel che riguarda l'anamnesi del paziente in medicina tradizionale cinese.

Sappiamo poi che in medicina tradizionale cinese esistono cinque elementi principali (Metallo, Acqua, Terra, Fuoco, Legno) cui ogni cosa è riconducibile, trattandosi di un sistema, quello antico cinese, fatto per emblemi che si evocano a vicenda. Il Metallo, ad esempio, è l'elemento che crea il collegamento con il mondo cosmico e che contiene l'ispirazione e l'intuizione. Non a caso, l'indice rappresenta l'energia che viene dall'esterno, il pollice l'energia che si genera all'interno, l'intuizione. Unire indice e pollice anche in medicina tradizionale cinese, oltre che nello yoga, vuol dire formare un'unità biunivoca tra intuizione e ispirazione.

 

Altre discipline

L'osteopatia va ad agire sul dolore alla mano e al polso con specifici trattamenti manipolativi. Un osteopatia qualificato esegue prima una dettagliata anamnesi per poi capire di fronte a che tipo di disturbo si trova (in presenza di artrite reumatoide non si effettuano mai manipolazioni della mano).

La chiropratica è particolarmente legata a questa parte del corpo, anche solo per una ragione etimologica: il prefisso “chiro” deriva dal greco “cheir” (mano) e “pratikos” (fare): trattamento con le mani. La terapia che somministra ed effettua con le mani si chiama ‘adjustment’ che in italiano si traduce in ‘aggiustamento’; esistono anche altri tipi di manipolazioni in chiropratica che vengono effettuate con uno strumento che si carica a molla (Activator).

La riflessologia palmare individua le superfici o i punti riflessi collegati con muscoli e organi e va ad agire su essi. Alcuni organi si trovano soltanto su un lato del corpo (come il cuore e il fegato) e dunque i punti riflessi si troveranno solo su una delle due mani. La diversità che caratterizza gli esseri umani caratterizza anche dimensioni e forma delle mani ed è per questo che il punto esatto di acupressione può essere individuato senza margine di errore solo dagli esperti del settore.

La mano è importantissima anche per due settori tra loro strettamente collegati come l'astrologia e la chiromanzia. Nel mignolo, sede di Mercurio, si trova la creatività; l'anulare è Apollo e la relazione con gli altri; nel medio risiede Saturno e il senso di responsabilità; l'indice è l'autostima e Giove; il pollice Marte, l'autoaffermazione vitale

 

Curiosità sulle mani

Un modo piacevole per rigenerare l'umore e attivare il corpo in modo olistico è...battere le mani. Il gesto piace molto ai bambini, è difficile restare seri mentre lo si compie, sviluppa calore e aiuta a stimolare tutte le funzioni del corpo.

Battete le mani almeno 8 volte in modo ritmico. Immaginate di star facendo un applauso a voi stessi per qualcosa di cui andate fieri. Non a caso, l'azione del battere è strettamente legata alla guarigione: pensate ai colpi sulla schiena o al fatto che da tempo immemorabile il battere dei tamburi è collegato all'inizio del processo di guarigione nelle civiltà tribali.

 

LEGGI ANCHE

La riflessologia della mano

 

Altri articoli sulle mani:

>  Psoriasi delle mani: sintomi e rimedi naturali

>  L'igiene delle mani
>  Energia che si libera dalle mani con il Reiki
>  Tre buoni motivi per lavarsi le mani

Cosmetici per la cura delle mani

Il massaggio delle mani

 

Immagine | 24Manuals

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy