Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FISIOTERAPIA E MOVIMENTO

Integrazione posturale: cos'è e a cosa serve

L’integrazione posturale è un metodo messo a punto da Jack Painter che agisce sulla postura per ritrovare un assetto e creare un equilibrio interno al corpo. Scopriamola meglio. 

>  1. Origini e descrizione dell'integrazione posturale

>  2. A cosa serve l'integrazione posturale

>  3. Una seduta tipo di integrazione posturale

>  4. Chi può operare in Italia

 

Origini e descrizione dell'integrazione posturale

Jack Painter è stato un uomo dalla straordinaria curiosità e voglia di esplorare. Aveva sondato diversi approcci come Zen, Yoga, Gestalt (con Fritz Perls e Marty Fromm), Rolfing (con Bill Williams), Reichian therapy (con Raffale Estrada Villa). Tutto ciò prima di strutturare la Postural Integration (PI), che ha la particolarità di essere una tecnica dai molti aspetti e con un livello elevato di sinergia ed integrazione tra i suoi costituenti. Questa disciplina si applica a diversi contesti.

Ancora oggi la pratica è più viva che mai e diffusa in tutto il mondo: è appena stato pubblicato in Germania dall’ICPIT, il consiglio internazionale degli istruttori abilitati, Transformation of The Self With Bodymind Integration, che celebra l’opera di Jack Painter ed il vitale movimento culturale che è originato da lui. Il saggio è stato scritto con i contributi di trainers attivi in 10 diversi Paesi e tre continenti.

 

A cosa serve l'integrazione posturale

Massimo Soldati, psicoterapeuta e insegnante del metodo, presidente della Associazione di Integrazione Posturale Transpersonale, ci spiega: "Jack Painter ha creato l'Integrazione Posturale come forma di autoesplorazione ed autoapprendimento, era una persona troppo generosa, liberale ed appassionata per non desiderare di portare a più persone possibile un metodo di empowerment così efficace.

È sempre stato inoltre molto rispettoso della autonomia dell’individuo e credeva che ognuno dovesse essere aiutato ad aiutare se stesso assumendo responsabilità e padronanza della propria esperienza di vita.

Nonostante questa impostazione, o forse proprio per questo, nel corso degli anni molti psicoterapeuti animati da spirito di ricerca si sono accostati alla PI e la loro  stessa presenza ha creato un po’ di confusione tra modalità di autosviluppo e modalità terapeutiche nascenti.

Fu Jack a favorire, per fare chiarezza, assieme ad un gruppo di psicoterapeuti, la nascita a fianco della PI della Integrazione Posturale Psicoterapia, una forma di psicoterapia corporea che ha avuto dalla European Association for Psychotherapy il prestigioso riconoscimento delle tre stelle dorate." 

L'integrazione posturale serve per ritrovare un assetto, creare un equilibrio interno al corpo e consentirgli di lavorare in uno stato di armonia sia in dinamica che in statica. Se volete approfondire, vi segnaliamo tra i vari articoli e saggi di Mario Soldati: “Corpo e Cambiamento” (Tecniche Nuove) e “Sviluppare il Potenziale” (Franco Angeli).

L'integrazione posturale ha dato ottimi risultati nei casi di persone con processi schizoidi in atto o che han subito mobbing sul lavoro o traumi di altro tipo.

 

Una seduta tipo di integrazione posturale   

Lo scopo dell' Integrazione Posturale è quello di favorire l'integrazione delle parti e dei livelli, essa è perciò quella che Wilber definisce una Pratica Trasformativa Integrale, nel far questo si appella al principio dell'armonia tra le forze opposte, che vengono raggiunte spontaneamente rimettendo in moto la ruota eterna dello ying e dello yang.

 

Chi può operare in Italia 

In Italia si occupa della formazione l'AIPT.

Al 1972 ad oggi sono stati formati all'Integrazione Posturale migliaia di persone internazionalmente. La Integrazione Posturale e' ben conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. AIPT e' affiliata ad ICPIT- International Council of Psychocorporal Integration Trainers

I corsi per diventare operatore di integrazione posturale transpersonale si articolano in un triennio così organizzato: 

Il primo anno del corso di Integrazione Posturale e Bodywork Transpersonale (IPTBT) costituisce una opportunita' di sensibilizzazione alla relazione corpo mente ed e' indicato come esperienza personale di lavoro su di se' per chiunque. È possibile iscriversi a questo livello per piu' anni successivi per favorire un processo crescita personale e di Pratica Integrale Trasformativa (Wilber). Molte figure professionali possono trarne beneficio e sviluppare nuove capacita' da impiegare nella propria attività. 

Dopo una valutazione alla fine del biennio, viene rilasciato da AIPT un attestato di Conduttore di Classi di Bodywork Transpersonale e da Progetto Italia il relativo Tesserino Tecnico EPS/CONI e il Certificato di Competenza Tecnica, che abilitano a condurre classi di lavoro sul corpo e di meditazione in un contesto ludico-motorio.

Vi consigliamo di cercare solo corsi promossi dal consiglio internazionale degli istruttori di Integrazione Posturale, organismo con funzioni di supervisione e controllo dei corsi di formazione, con sede a Gent in Belgio. Solo i corsi certificati da tale organizzazione sono abilitati e rispondono a requisiti qualitativi internazionalmente condivisi.

 

Scopri anche chi è e cosa fa il fisioterapista

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy