Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I PRO E I CONTRO DEL PILATES

Ogni attività fisica può avere controindicazioni se eseguita nel modo e nel contesto scorretto. Concentriamoci su come effettuare esercizi efficaci per trarre benefici da questa disciplina.

In un’attività fisica come il Pilates, studiata appositamente per il benessere e la guarigione, parlare di controindicazioni può farci comprendere il modo più sano per praticare qualsiasi attività fisica.

La metodica con cui si eseguono gli esercizi, la nostra costanza nel farli e l’ambiente in cui li pratichiamo, sono fattori fondamentali per definirne pro e contro.

Iniziamo dunque ad analizzare le controindicazioni che possiamo riscontrare punto per punto: 

 

Pilates, l’esecuzione degli esercizi

Solitamente, quando si segue una lezione di Pilates, gli esercizi che ci vengono consigliati non sono mirati alla nostra personale ed unica struttura fisica con i suoi limiti e bisogni, ma bensì ad un intero gruppo di persone.

Il ritmo che prende la lezione spesso non corrisponde alle nostre capacità ed energie. Può anche capitare che gli orari della lezione non corrispondano con il nostro metabolismo.

Infatti svolgere un’attività fisica dopo i pasti, subito dopo essersi svegliati o ancor peggio con accumulo di stanchezza è controproducente. 

Il nostro organismo gestisce le sue energie in modo perfetto ed equilibrato, se noi lo sovraccarichiamo, anche se di attività sane come il Pilates, lo mandiamo in disarmonia. Questo comporta un logoramento del tessuto muscolare e tendineo per via della disidratazione e accumulo di tossine derivante dall’eccessivo stress.

La nostra costanza nel praticare il Pilates: viene spesso sottovalutato l’effetto della costanza nel praticare le attività fisiche. Il Pilates è un’attività dove vengono stimolate le articolazioni, la muscolatura viene allungata, rafforzata e tonificata.

Questi aspetti positivi, se eseguiti sporadicamente, ad esempio una volta alla settimana o ancor peggio una volta al mese, possono sfibrare i diversi tessuti portando lesioni e infiammazioni.

 

Leggi anche I libri sul Pilates >>

 

Pilates, l'ambiente in cui lo pratichiamo

In Occidente tendiamo a svolgere le lezioni di Pilates in ambienti chiusi e spesso affollati, ma cosa ne comporta? L’aspetto da prendere più in considerazione è che mentre svolgiamo gli esercizi espelliamo tossine attraverso il respiro e la sudorazione, di conseguenza, se pur in minima quantità, ogni componente del gruppo si trova ad espellere le sue tossine ed assorbire quelle degli altri.

Senza contare tutte le impurità presenti nell’aria che in un ambiente naturale come il mare, la montagna ecc. non troviamo. 

Per svolgere il Pilates nel miglior modo possibile, è fondamentale ascoltare la propria “voce interiore”. Quando assistiamo ad una lezione di Pilates dobbiamo sempre ricordare che il nostro insegnante è una guida.

Ognuno di noi dovrebbe percepire e assecondare le proprie forze e i propri limiti. Bisogna prestare attenzione ad eseguire i movimenti nel miglior modo possibile, che dovrebbe rispecchiare il modo in cui il nostro insegnante consiglia di eseguirli e concentrarci nell’armonizzare il respiro con il movimento.

Qualsiasi tipo di movimento può essere eseguito piccolo o grande, forte o lieve, ma la cosa che rimane più importante è la dinamica con cui esso viene svolto. Una piccola rotazione di bacino, ad esempio, se fatta con eleganza ed ascolto, può ottenere benefici molto più grandi di un’ampia rotazione eseguita con rigidezza e disattenzione. 

Alcuni esercizi hanno una precisa inclinazione, rotazione, estensione che se non rispettate possono lesionare articolazioni, fasci muscolari e generare piccoli traumi. 

Laddove è possibile, si consiglia di praticare il Pilates in luoghi naturali o comunque di alternare le lezioni in sala con una sana attività all’aperto. Una buona quantità di ossigeno, essenze eteree, colori e tutte le altre sensazioni che ci trasmette la Natura, rappresenta una grande fonte energetica per il nostro organismo. 

I pro e contro del Pilates dipendono esclusivamente dalla nostra volontà di ascoltare noi stessi i nostri bisogni, le nostre sensazioni, i nostri limiti e la nostra forza.

 

Leggi anche L'attività fisica può stimolare la nostra creatività? >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: