Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ERBE E PIANTE OFFICINALI

ERBE E PIANTE OFFICINALI

Verga d'oro, quando e come utilizzarla

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

La verga d’oro è una pianta officinale dall'azione diureticha e antinfiammatoria, utile contro ritenzione idrica, inestetismi della cellulite, gotta ed iperuricemia. Scopriamola meglio.

>  1. Proprietà della verga d’oro 

>  2. Modalità d'uso

>  3. Controindicazioni della verga d’oro 

>  4. Descrizione della pianta

>  5. L'habitat della verga d’oro 

>  6. Cenni storici

Verga d'oro


Proprietà della verga d’oro

Le proprietà della verga d'oro sono diuretiche, astringenti, antiinfiammatorie, decongestionanti. La Verga d'oro contiene i seguenti principi attivi: saponine, flavonoidi, polifenoli, polisaccaridi, tannini, olio essenziale, resine, principi amari, mucillagini che conferiscono alla pianta un’azione depurativa e antinfiammatoria sull’apparato uro-genitale e possiedono, inoltre, un notevole effetto diuretico.

La sua azione diuretica e depurativa la rende utile in presenza di ritenzione idrica, inestetismi della cellulite, gotta ed iperuricemia.

La verga d’oro si può considerare un ottimo depurativo del sangue grazie alla sua proprietà di aumentare il volume delle urine e di eliminare le scorie di azoto e di acidi urici.

La verga d’oro si può considerare un valido e ottimo “depurativo del sangue”. La verga d’oro ha azione antinfiammatoria e spasmolitica che la rende un valido rimedio nella cura delle affezioni alle vie urinarie e nella prevenzione dei calcoli renali, oltre che nella prevenzione   delle malattie a carico dell’apparato urinario.  

 

Modalità d’uso

Della verga d’oro si utilizzano, a scopo medicamentoso, le foglie e le sommità che fioriscono tra luglio e ottobre. Può essere utilizzata sotto forma di decotto, infuso, sciroppo e tintura madre.

La tisana si prepara mettendo in infusione 3-5 g di erba in 150 ml di acqua bollente per 15 minuti. Bere 2-4 tazze al giorno. La tisana può essere usata anche come collutorio in caso di infiammazioni della bocca.

La Tintura madre di verga d’oro è utile per la fisiologica funzionalità delle vie urinarie. Grazie ai principi attivi presenti, la verga d’oro è un ottimo antinfiammatorio naturale utile per le seguenti indicazioni: infezioni e infiammazioni urinarie, calcolosi urica, ipertrofia prostatica, enteriti e enterocoliti. In presenza di tali disturbi la posologia della tintura madre è di 10-40 gocce, 2-3 volte al giorno. 

 

Controindicazioni della verga d’oro 

La verga d’oro non presenta nessuna controindicazione alle dosi terapeutiche, eccetto ipersensibilità individuale. Non utilizzare in gravidanza e durante l’allattamento.

 

La verga d'oro tra gli integratori erboristici contro la cellulite

Cellulite

 

Descrizione della pianta

La verga d'oro (Solidago virgaurea) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteracee. È alta dai 10 ai 60 cm, dal fusto levigato, eretto e cilindrico, di colore scuro.

Le foglie sono opposte, ovali e poco picciolate. I fiori, di colore giallo, sono molto aromatici. Il frutto è un achenio cilindrico. 

 

Habitat della verga d’oro

La verga d’oro cresce nelle zone montane, nei cespugli, nei terreni incolti e nei boschi. È una pianta tipica delle zone temperato fredde dell’Asia e dell’Europa.

 

Cenni storici

Il nome della verga d’oro deriva dal latino solidus (solido, forte) e agere (operare, rendere) ed allude alle proprietà cicatrizzanti della pianta, principale motivo della sua fama nell'antichità, mentre oggi è più sfruttato il suo tropismo per reni e vie urinarie.

Nel Medioevo la Verga d´oro era richiestissima per curare ferite da taglio, bevuta in tisana o spalmata in unguento. 

 

La  verga d'oro tra i rimedi contro l candidosi: scopri gli altri

 

Immagine | Wikimedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy