Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20646
Cucina e dieta vegetariana

Il vegetarianesimo esclude dall’alimentazione ogni tipo di carne animale, inclusi pesci e crostacei. Le motivazioni possono essere etiche, legate al concetto di rispetto della vita, inclusa quella animale; oppure ecologiste, considerate le ingenti quantità di concimi e pesticidi usati per coltivare cereali e semi proteici destinati agli animali "da carne”. Una dieta priva di prodotti d'origine animale non causa anemia da ferro o carenze di principi nutritivi perché nella dieta vegetariana l'apporto proteico è garantito dalla presenza di legumi, cereali e formaggi abbinati nello stesso pasto.

GUIDE Consigliate di Cucina e dieta vegetariana

Articoli in evidenza di Cucina e dieta vegetariana

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Cucina e dieta vegetariana

Non ci sono co-operatori per Cucina e dieta vegetariana. Clicca qui per candidarti come co-operatore.

Articoli più recenti

Il tarassaco è una pianta spontanea molto comune nei campi e nei terreni incolti del nostro Paese. É possibile raccogliere il tarassaco e utilizzarlo in cucina al posto di spinaci e altre erbe a foglia: vediamo 3 ricette per gustare le foglie di tarassaco.   Torta rustica con il tarassaco Le foglie di tarassaco sono ottime per preparare ripieni di ravioli, cannelloni e torte rustiche. Dopo aver raccolto le foglie di tarassaco, lavatele e lessatele per 5 minuti in acqua boll... »

Di Tatiana Maselli

Fagioli borlotti, non solo d'inverno Inverno ed estate insieme: da secchi i fagioli si fanno rinvenire e, una volta lessati, vanno a costituire un'ottima base proteica anche per le vostre diete estive, ricchi come sono di ferro. Ecco qui la proposta di tre ricette a base di fagioli borlotti: un antipasto del tutto originale a base di hummus di borlotti, un risotto con i fagioli e sedano, primo piatto povero ma davvero ricco, e per finire una fresca e saporita insalata. Datevi da fare, anche e... »

Di Valeria Gatti

La paparina è un'erba spontanea che si raccoglie in inverno e all’inizio della primavera, prima di trasformarsi in quel fiore meraviglioso che è il papavero rosso. Il nome botanico è Papaver Rhoeas. Ingrediente molto amato nella cucina tipica salentina, non è particolarmente conosciuto in altre parti d’Italia. Vediamo come si cucina. Paparina fritta La paparina viene detta anche semplicemente fritta, proprio perché il metodo di cottura pi&u... »

Di Margherita Russo

Il finocchio è uno degli ortaggi più presenti sulle nostre tavole; digerente e rinfrescante, si consuma spesso a fine pasto, al naturale. È, inoltre, un ingrediente perfetto per le insalate miste. Chi lo ama cotto, non rinuncia a farlo gratinato. Ecco 3 ricette per portare in tavola il finocchio:   Finocchi grigliati; Insalata di finocchi, arance e ravanello; Spaghetti gratinati con i finocchi. Finocchi grigliati   Finocchi grigliati, un contorno velocissimo,... »

Di Margherita Russo

I semi di girasole sono ricchi di nutrienti anche essenziali e possono essere gustati da soli come snack o utilizzati per insaporire o decorare piatti e preparare ricette. Scopriamo 3 ricette con i semi di girasole da provare subito. Salsa verde con semi di girasole Questa salsa si prepara in modo semplice, con pochi ingredienti e senza l'uso dei fornelli. La salsa può essere utilizzata come condimento per la pasta o gustata su crostini di pane.   Ingredienti > 50 g di fo... »

Di Tatiana Maselli

Anacardi: cosa sono e proprietà Gli anacardi sono i frutti della pianta di anacardio. In passato gli anacardi erano prerogativa della cucina orientale, ora invece sono reperibili in qualsiasi supermercato, ed è facile inserire questo alimento nella comune alimentazione. Ottimi come spuntino, come addensanti di zuppe e sughi, oppure come ingredietne per insalate, torte e perfino gelati.   Gli anacardi possiedono numerose proprietà benefiche: > contengono impor... »

Di Loredana Zilioli

Nespole: cosa sono e proprietà nutrizionali Le nespole che si trovano in commercio possono essere autunnali, quelle che comunemente troviamo nei mercati a fine estate, oppure esse le cosiddette nespole del Giappone, reperibili in primavera. Sono queste ultime ad essere le più saporite,e possono essere consumate anche se non sono completamente mature. Quando sono acerbe risultano più sode e aspre, mentre a maturazione completa hanno una polpa più scura, morbida e d... »

Di Loredana Zilioli

Storia dello svezzamento veg In Italia è da tempi relativamente recenti che si è iniziata a studiare seriamente la questione dello svezzamento o divezzamento vegetariano. In particolare, è nel 1975 che il professor Luciano Proietti ha iniziato a fare le prime ricerche e a raccogliere una casistica. Oggi si conta su una banca dati di migliaia di casi, pervenuti alla ricerca grazie anche al supporto di enti, associazioni, gruppi ed enti specializzati. Si deve invece al pedi... »

Di Valeria Gatti

Non so voi, ma per me è già difficile in partenza. Ovvero: ma le susine, esattamente, cosa sono? E che differenza hanno con le prugne? Mi sono informata e vi aggiorno con uno “scoop” botanico: susine e prugne sono lo stesso frutto! La differenza è che quando il frutto è fresco si chiama susina, quando è secco si chiama prugna. Non c’è differenza sul piano botanico, ma si tratta solo di un nome diverso a seconda dello stato di conserv... »

Di Monia Farina

Le foglie di basilico possono essere utilizzate per purificare e profumare l'alito. Inoltre il basilico aiuta la digestione, calma i dolori addominali, è utile per alleggerire il lavoro di stomaco e intestino dopo abbuffate. D'estate dona freschezza ai piatti freddi e caldi e d'inverno rende più leggeri i sapori delle ricette, senza raffreddare il corpo. Ha potere rivitalizzante e l'olio essenziale che si ricava dalla varietà tulsi, detto anche basilico santo, viene ... »

Di Loredana Zilioli

Radicchio rosso, vivace antiossidante Il radicchio rosso è una verdura versatile e vivace, estremamente salutare perchè ricco di antiossidanti e dietetico, ben si presta ad arricchire diverse pietanze e a regalare alla vostra tavola quel tocco di colore in più. Esiste in tante versioni, dalla comune "Trevigiana" al delicato radicchio veriegato di Castelfranco, passando per quello tondo di Chioggia. Si tratta di una verdura che può far felici tutti: dagli onnivori, ... »

Di Valeria Gatti

Il carciofo ci accompagna per tutto l’inverno e fino all’inizio della primavera ed è proprio questo il periodo perfetto per cucinare i carciofi alla romana. La ricetta originale vorrebbe l’uso del carciofo romanesco, un prodotto a marchio IGP per cui si utilizzano due soli cultivar, Castellammare, che si raccoglie dal mese di gennaio, e Campagnano, che arriva a marzo, più o meno con la primavera. Il carciofo romanesco, detto anche mammola, è adatto a ess... »

Di Margherita Russo

Le nocciole, si sa, sono buone in qualunque ricetta: rendono golosa una crema al cacao, più buona una torta e più croccante un cioccolato. Forniscono grassi “buoni” e vitamina E, oltre a…parecchie calorie, purtroppo per chi è a dieta. Tutto ciò è ormai noto. Forse però non tutti conoscono ancora un prodotto che si può ottenere dalla lavorazione delle nocciole, ovvero una bevanda o “latte” di nocciola. Ricco di sap... »

Di Monia Farina

Il platano è un frutto della stessa famiglia delle banane che viene consumato comunemente in diverse zone tropicali, dove rappresenta un alimento base.  Il platano si acquista nei negozi etnici e si consuma generalmente cotto, fritto, al forno, grigliato o in padella: in questo articolo impareremo a cucinare tre ricette con il platano. Chips di platano Le chips di platano rappresentano più comune di gustare il platano in Sud America: si preparano in modo semplice, solitame... »

Di Tatiana Maselli

Va di moda usare termini stranieri e quindi sentiamo sempre più spesso parlare di kale; altro non è che il cavolo riccio. Esistono sostanzialmente tre tipi di kale: > quello verde , green curly kale;> quello rosso, red curly kale;> quello nero, black kale). Il cavolo nero, in realtà, non ha la foglia arricciata ma rientra comunque nella categoria di kale. L'impiego della parola anglosassone è giustificato dal fatto che il kale (fatta eccezione per il ... »

Di Margherita Russo

1 di 6

Scarica flash player