Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA TISANA ALLA MENTA

Una tisana verde menta per rinfrescare la gola, mettere in moto a dovere stomaco e intestino e tonificare l'organismo, ecco tutte le proprietà di un toccasana naturale

L'antica tisana alla menta

Della menta erano note le proprietà già in tempi antichi. I monaci di tutto il mondo la raccoglievano e la facevano seccare, consumando l’infuso o la tisana alla menta così da sola, oppure con l’aggiunta di ingredienti e altre erbe come melissa, salvia, calendula, malva, fiordaliso e camomilla.
La tisana di menta ha un gusto particolare, fresco e al tempo stesso delicato. Digestiva e dissetante, è adatta sia al periodo estivo, gustata fredda o a temperatura ambiente, che calda in inverno. La menta è utilizzata anche come tonico e stimolante contro l'affaticamento fisico.

 

LEGGI ANCHE Tre tisane per te (e il tuo metabolismo)

 

Come reagisce il corpo alla menta

La fogliolina verde della menta va ad agire positivamente subito sullo stomaco e sull'intestino. Si presta pertanto ad essere un utile rimedio nei casi di cattiva digestione, nausea, fastidi intestinali. Questa erba contribuisce anche ad eliminare gas e gonfiori.

La tisana alla menta rappresenta un buon rimedio anche nei casi di raffreddore, sinusite, tosse e mal di gola, ma anche di alitosi. Per questo motivo, oltre che nella tisana, si può usare anche per fare gargarismi, magari con l’aggiunta di un cucchiaio di miele. Diarrea, dolori mestruali e stanchezza fisica sono altri disturbi che possono essere placati grazie all’azione della menta.

Il mentolo svolge anche una blanda azione analgesica, ma bisogna usarlo con prudenza, perché potrebbe causare disturbi connessi al sistema nervoso. Controindicazioni si hanno per chi soffre di ernia iatale e di ulcera gastro-duodenale. La sua azione coleretica ne sconsiglia l'uso anche in caso di calcoli biliari. Un uso prolungato e dosi eccessive di tisana alla menta possono favorire stati di insonnia, per l'azione stimolante sul sistema nervoso centrale, per cui è da evitare l'uso come aromatizzante nelle tisane contro l'insonnia. L'uso della menta deve essere comunque evitato in età pediatrica.

 

Come si prepara la tisana alla menta

Della menta si possono utilizzare sia le foglie fresche che quelle secche, circa 300 grammi per un litro di acqua. Quando l'acqua giunge ad ebollizione, versare nella teiera le foglie di menta e, volendo, delle altre erbe, per poi aspettare qualche minuto (circa cinque) di infusione. Una volta trascorso tale tempo, è sufficiente provvedere al filtraggio del preparato con un colino e versare l'infuso nella tazza. Per dolcificare la bevanda si può usare qualche cucchiaio di miele o del succo di limone.

 

Scopri anche le proprietà e l'uso della tintura madre di menta

 

 


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: