Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA TISANA DEPURATIVA ALLA LIQUIRIZIA

La tisana depurativa alla liquirizia consumata pura o con l'aggiunta di altre erbe rappresenta un rimedio naturale efficace per depurare e rinfrescare l'organismo, ecco come prepararla

Negli ospedali francesi un tempo la liquirizia veniva aggiunta alla gramigna e all'orzo per preparare tisane naturali salutari.

La liquirizia è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Leguminosae i cui principi attivi sono costituiti da saponine triterpeniche, ovvero glicirrizina, triterpeni e stiroli, flavonoidi e isoflavonoidi, colina, betaina e altre sostanze amare.

Il nome deriva dal greco Glycyrrhiza, dove glabra “glykys”, significa dolce e “rhiza” sta per radice. Con lo stesso nome di liquirizia è indicato l'estratto vegetale ottenuto dalla radice tramite bollitura.

 

La liquirizia, radice depurativa

La radice di liquirizia è commercializzata in forma di bastoncini da masticare, tagliuzzata per preparare tisane e infusi, in confetti preparati con l'estratto oppure ridotta in polvere e in succo.

Menzionata nel primo erbario della medicina tradizionale cinese, la liquirizia è annoverata tra i rimedi naturali in Asia da circa 5.000 anni per curare tosse, intossicazioni alimentari e disturbi al fegato, mentre in Europa è stata introdotta nel XV secolo dai frati domenicani. E' oggi molto diffusa nel Mediterraneo e la pianta di liquirizia può essere facilmente coltivata.

La liquirizia è digestiva, depurativa, diuretica, antinfiammatoria, espettorante e protettiva della mucosa gastrica. Indicata contro tosse, mal di gola, catarro, cervicale e acidità gastrica, esercita anche una blanda funzione lassativa.

 

Infuso di liquirizia pura

Preparare una tisana depurativa alla liquirizia è semplice. Armatevi di un pentolino, di un fornello e di un filtro. Rivolgetevi alla vostra erboristeria di fiducia e acquistate la radice di liquirizia, magari abbinandola ad altre erbe e spezie di vostro gradimento, come da ricette a seguire. Consumatene circa un paio di tazze al giorno e il gioco è fatto.

Ecco qualche consiglio per ottenere tisane alla liquirizia dall’effetto depurativo e dal gusto piacevole e rinfrescante.

Cominciamo con l’infuso di sola liquirizia: mettere 60 grammi di radice di liquirizia in un pentolino d’acqua bollente e lasciatela in infusione in un litro d’acqua per un’ora circa.

Se amate il gusto forte di questo infuso alla liquirizia, consumatelo così com’è, altrimenti aggiungete miele a piacere.

 

Liquore alla liquirizia: la ricetta per farlo a casa

 

Tisana di liquirizia e menta

Questa tisana di liquirizia e menta dall’azione depurativa molto amata in Francia e ha anche un effetto rinfrescante ed espettorante, aiuta infatti ad espellere il ristagno di muco nei bronchi.

La liquirizia in particolare, oltre a contribuire all’eliminazione del muco, ricopre le vie respiratorie con una membrana protettiva.

Berne circa 3 tazze al giorno contribuisce a incrementare l’azione antibatterica delle erbe. Il gusto combinato di menta e liquirizia è gradevole al palato, menta e liquirizia possono essere dosate a piacere, con l'aggiunta di poco anice se di gradimento.

 

Finocchio, tarassaco, ortica e betulla

Se volete una tisana alla liquirizia depurativa e drenante basta aggiungere qualche altro ingrediente, come i semi di finocchio, le foglie di betulla, la radice di tarassaco; a piacere anche la radice di ortica e la verga d’oro.

Ecco una ricetta per fare un’ottima tisana:

> ¼ di semi di finocchio,
> ¼ di foglie di betulla,
> ¼ di radice di liquirizia,
> ¼  di radice di tarassaco.

Prendete un barattolo a chiusura ermetica e mettetevi questi quattro ingredienti in pari quantità, a piacere aggiungendo in minore quantità ortica o verga d’oro.

Agitare per mescolare le erbe e usare ogni sera prima di andare a dormire per favorire la depurazione dell'organismo, dopo le grandi abbuffate delle feste!

Attenzione: un abuso di liquirizia può indurre ritenzione idrica, aumento della pressione, gonfiore al viso e alle caviglie e mal di testa. Sconsigliata agli ipertesi, alle donne in gravidanza e in allattamento.

 

Scopri le altre tisane depurative per il fegato

 

Per approfondire:

>  Le proprietà e l'uso della tintura madre di liquirizia

 

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: