Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GELSOMINO PER TISANE: BENEFICI E USI

Il gelsomino regala grandi benefici: è antistress, ha proprietà antidolorifiche e antidepressive. Scopriamo insieme come si usano i fiori in delicate e profumatissime tisane

Bellissima pianta ornamentale, apprezzatissimo profumo, spesso si misconoscono i benefici del gelsomino per l'uso interno.

In particolare, il fiore di gelsomino, nello specifico della varietà officinale denominata Jasminum Officinale, anche detto gelsomino comune, sono perfetti, da soli o combinati con altri ingredienti, per realizzare profumate tisane.

L'infuso o tisana al gelsomino ha proprietà anzitutto rilassanti e antispasmodiche, che vanno a dare beneficio al sistema nervoso;  secondariamente ha effetto antiossidante.

I fiori venivano utilizzati già in tempi antichi per placare il mal di testa e per dare sollievo in caso di forti dolori mestruali. Le sue proprietà calmanti alleviano anche stati di stress e di insonnia, contribuendo a favorire il sonno.

 

Il gelsomino nelle tisane: benefici e usi

La tisana o infuso al gelsomino si prepara raccogliendo i bianchi e profumati fiori a fine estate, oppure acquistandoli essiccati presso le erboristerie più fornite. Nel primo caso si lavano e si sciacquano delicatamente.

Esistono oggi in commercio anche preparati in bustina o in cialde a base di fiori di gelsomino.

La tisana al gelsomino si può usare come rilassante e distensivo la sera, per accompagnare dolcemente e profumatamente i vostri sonni; se ne possono tuttavia consumare fino a tre tazze tiepide al giorno, quando lo si desidera. Ecco come si prepara.

 

Infuso di gelsomino

Ingredienti:
> un paio di chicchiaini di petali di fiori freschi o essiccati di gelsomino
> una tazza di acqua

Preparazione: in un pentolino fare scaldare l'acqua senza farla bollire, cioè spegnendo il fuoco al formarsi delle prime piccole bollicine.

Aggiungere quindi un paio di cucchiaini petali dei fiori freschi o essiccati di gelsomino, lasciando in infusione coperto per circa 4 o 5 minuti. Si filtra quindi il tutto e si gusta a piacere, con poco miele o limone.

Combinazioni: una delle combinazioni più interessanti vede il gelsomino unito all'uva bianca e ad estratti di passiflora, melissa e tiglio: un tè alle erbe rilassante dall'aroma unico e inconfondibile, delicato e fruttato al tempo stesso.

Controindicazioni: non si consiglia di assumere la tisana al gelsomino in gravidanza, poichè c'è rischio che aumenti le contrazioni. In ogni caso, è sempre bene sentire direttamente il parere di un esperto.

Curiosità: una leggenda racconta che i fiori del gelsomino sono stelle cadute sulla terra, che regalano il loro profumo di notte, essendo legati a Venere e alla Luna. Gli arabi lo consideravano il re dei fiori ed è ancora oggi simbolo di femminilità per eccellenza.

 

Leggi anche:

Il gelsomino e i tè aromatizzati

> Gelsomino, un sedativo naturale

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: