Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IL TÈ MU

Non è un semplice tè, il te mu è una miscela di sedici tra erbe e radici che raccoglie in sè tutta la sapienza orientale, un elisir di forza e benessere per l'organismo, scopriamolo insieme!

Conoscete il tè mu?

Non si tratta di un tipo di tè come tanti altri, bensì di un tè speciale, composto da una miscela di nove oppure sedici tra radici ed erbe diverse. Un concentrato di sapienza orientale, uno tra i rimedi naturali delle tradizioni cinese e giapponese, per un prodotto dalle notevoli proprietà: il tè mu agisce contro la stanchezza, va in aiuto a chi soffre di problemi respiratori e rinforza chi pratica sport. Ma non solo. Il tè mu così com’è composto è stato ideato negli anni ‘50 dal filosofo e dietista George Ohsawa, pseudonimo di Yukikazu Sakurazawa, padre della macrobiotica. L'autore si è basato sugli studi svolti riguardanti le proprietà delle erbe tradizionali orientali e dello Yin e Yang. La parola “mu” in giapponese, significa “stato di equilibrio ideale”.

 

Come si prepara il tè mu

Questa miscela si prepara mettendo le radici e le erbe contenute nelle bustine in acqua e facendo bollire il tutto per venti minuti circa. In generale, ogni bustina si può riutilizzare anche una seconda volta. Una volta preparato, il tè mu si può conservare in frigo e riscaldare prima dell'uso. Le confezioni di questo tè vengono normalmente vendute nei negozi di alimenti biologici e macrobiotici, oltreché orientali, e ogni bustina contiene le dosi per preparare circa un litro di tè.

LEGGI ANCHE I TE' GIAPPONESI

Perché bere il tè mu?

Bere il tè mu è un modo equilibrato per assumere sostanze benefiche, come ad esempio il ginseng costantemente e per prolungati periodi di tempo. Dà molta energia senza provocare agitazione, in quanto è privo di teina. Il tè mu fatto con sedici erbe è più forte ed aiuta anche l'apparato respiratorio, mentre il tè mu con nove erbe è più delicato. Questo tè fa molto bene se consumato dopo i pasti, perché è un tonico dell’apparato digerente. Nei mesi caldi è possibile ottenere una bevanda più leggera, aumentando leggermente la quantità d’acqua e lasciandola a bolire circa dieci minuti.

 

Cosa contiene il tè mu?

Il tè mu contiene: scorza di mandarino circa 16%; Hoelen o fungo Poria circa l’11%, radice di prezzemolo giapponese circa 10%, radice di peonia circa il 10%, atractylis circa 10%, cannella circa 9%, radice di angelica circa 8%, radice di liquirizia circa 6%, zigolo dolce circa il 5%, radice di zenzero circa il 5%, nocciolo dell’albicocca circa 4%, rehmannia circa 1,7%, coptis (genere di piante erbacee e sempreverdi, appartenente alla famiglia delle Ranuncolacee) circa 0,7% e radice di ginseng nella stessa percentuale; infine chiodi di garofano 0,7 % e corteccia di moutan 0,3%.

Precauzioni d’uso. Da usare con cautela in caso di pressione arteriosa troppo elevata. Trattandosi di una bevanda leggermente eccitante, è bene non consumarla la sera prima di dormire.

 

Immagine | Flickr

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: