Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LE PROPRIETÀ DEL TÈ BIANCO

Signore tra i tè, il tè bianco è anche chiamato in modo altisonante "Il Tè dell'Imperatore" per le sue proprietà benefiche e per il modo in cui viene raccolto e trattato: una pagina speciale per conoscere tutte le sue eccellenti sfumature

Il tè bianco: l’origine, la produzione e la raccolta

Il tè bianco ha molte proprietà, è un tipo di tè non fermentato, o più precisamente non ossidato; il suo luogo di origine è il Fujian, una provincia situata nel sud-est della Cina. Del tè bianco se ne raccolgono i primi germogli ancora chiusi, che si fanno appassire per fare evaporare l’umidità, in seguito essiccare all’aria. Il tè bianco come lo Yin Zhen, anche chiamato “aghi d'argento" o "punte d’argento”, viene raccolto solo all’alba, nei primi due giorni di primavera e solo se le condizioni climatiche sono ottime. Il tè bianco è il tè più puro, quello che subisce meno trasformazioni di tutti, che conservano quindi un’elevata quantità di polifenoli, flavonoidi e altri elementi preziosi. Un altro tipo di tè bianco è il Pai Mu Tan.

 

Narra la leggenda che un Imperatore cinese aveva ordinato di raccogliere il tè bianco solo dalle mani di giovani vergini, che indossavano guanti di seta e che usavano forbici d’oro. Questa modalità di raccolta si pensa che sia ancora praticata in certi remoti giardini della Cina o del Giappone.

 

Il tè bianco: proprietà e benefici

Da un punto di vista salutare, il tè bianco è eccezionale: contiene meno caffeina rispetto agli altri tè ( 15 mg per tazza, contro i 40 del tè nero e i 20 del verde), ha moltissimi polifenoli, antiossidanti, a cui si attribuisce la fantastica proprietà di prevenire alcune malattie, come il cancro, altrettanti flavonoidi e vitamina C ed E (antiradicali liberi ed efficaci armi contro il colesterolo). Inoltre, tra le benefiche proprietà del tè bianco, vi è anche quella di difesa: il tè bianco protegge il cuore, aiuta a prevenire ictus e regola la pressione sanguigna.

 

Il tè bianco e la temperatura di infusione

Per apprezzare ancora meglio le proprietà del tè bianco, l’infusione va fatta a una temperatura di 70°-85° e di un tempo di infusione piuttosto lungo, che, a seconda del tipo di tè bianco, può arrivare sino a 15 minuti. Il suo temperamento dolce e il suo carattere rinfrescante si manifesta con una colorazione che va dal giallo paglierino al cristallino.

Attenzione per gli abituali consumatori di tè nero: a causa del suo sapore particolarmente delicato, il palato deve imparare a conoscere e ad abituarsi al suo gusto. Se il tè bianco non vi è ancora famigliare, il consiglio è quello di iniziare da tè Oolong (tè semi fermentati), poi con dei tè verdi e infine di degustare il tè bianco senza aggiunta alcuna. Questo vi aiuterà ad apprezzare pienamente il sapore ineguagliabile del tè bianco.

Immagine | Wikimedia

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: