Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

TINTURE MADRI

Tintura madre di Olivo, uso e proprietà

La tintura madre di olivo è un ottimo anticolesterolo, antibatterico e antiglicemico, utile per cuore, pressione e arterie. Scopriamola meglio.

>  Proprietà della tintura madre di olivo

>  Descrizione della pianta

>  Come si prepara la tintura madre di olivo

>  Utilizzo

Pianta di Ulivo

 

 

Proprietà della tintura madre di olivo

L'olivo, o ulivo, è un pianta originaria dei paesi asiatici, presto arrivata anche in Europa, dove ha trovato condizioni climatiche favorevoli, soprattutto nel bacino del Mediterraneo. Le parti utilizzate sono le foglie, spesso essiccate e triturate e i frutti.

Le proprietà dell'olivo sono legate a sostanze quali acidi grassi saturi e insaturi; triterpeni, flavonoidi; oleuropeina ed elenoide. Le foglie, che si usano per fare la tintura madre, hanno proprietà antiglicemiche, anticolesterolo, aiutano a regolare la pressione arteriosa, abbassandola, poichè hanno un effetto diuretico e vasodilatatore. In particolare sono i glucosidi lattonici (elenolide e oleuropeina) che agiscono come ipotensivi e vasodilatatori.

Il sapore della tintura madre di olivo si può definire ariomatico-acerbo.

 

Descrizione della pianta

L'olivo è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Oleaceae, originaria dell'Asia Minore.

L'albero è di media dimensione, molto longevo (può arrivare a vivere anche mille anni) e dal tronco contorto; le foglie opposte sono lanceolate, verdi e argentee nella parte inferiore per la presenza di peli.

I fiori sono piccoli e bianchi e riuniti in grappoli; il frutto, l'oliva, è una piccola drupa ovale, ricchissima del noto olio. Attualmente l'olivo è coltivato in molte regioni a clima caldo e temperato, soprattutto nel bacino del Mediterraneo, ma anche in America e Australia. E’ ormai riconosciuta l'esistenza di numerose tipologie di olivi in coltivazione in Italia, si stima che siano più di 500 le varietà coltivate, tra cui leccino, casaliva, pisciottana, coratina, moraiolo biancolilla, frantoio, taggiasca, moresca, carolea, ognuna con caratteristiche diverse che variano da luogo a luogo.

 

Quando e come usare l'estratto di foglie di olivo?

Pianta di ulivo

 

Come si prepara la tintura madre di olivo

La tintura madre di olivo è una preparazione idroalcolica ottenuta per macerazione a freddo in solvente idroalcolico, ottenuta dalle foglie fresche.

 

Utilizzo

La tintura madre di olivo viene utilizzata per la cura e la prevenzione di patologie connesse con gli organi reni, vescica, fegato e con il sangue. L’estratto e la tintura madre di foglie d’olivo sono efficaci anche nel combattere microbi, virus, batteri, funghi (candida per esempio) e parassiti (vermi intestinali).

Come già evidenziato, la tintura madre migliora la condizione delle arterie, migliorandone l'elasticità, favorisce la circolazione del sangue, riduce la pressione alta e previene lo sviluppo di altre forme di malattie del cuore.

Dona sollievo alle infiammazioni, specialmente connesse all’artrite reumatoide, aiuta a rinforzare l'organismo, combattendo l'azione dei radicali liberi; infine stabilizza il livello di zucchero nel sangue, che può avere conseguenze positive per chi soffre di diabete.

Generalmente si consiglia un dosaggio pari a 30-50 gocce due volte al giorno, durante o appena dopo i pasti, ovviamente previo consulto di un medico o specialista in materia.

Non si sono evidenziate particolari controindicazioni, se non relativamente all'ipersensibilità individuale. Di effetti collaterali si è registrato qualche caso di irritazione gastrica se assunta lontano dai pasti.

 

Scopri Olive, il rimedio omeopatico ricavato dalla pianta di Ulivo

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy