Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

TINTURE MADRI

Tintura madre di Salvia, uso e proprietà

La tintura madre di salvia, antisettica e disinfettante dell'apparato respiratorio, è utile contro amenorrea e dolori mestruali. Scopriamola meglio.

>  Proprietà della tintura madre di salvia

>  Descrizione della pianta

>  Come si prepara la tintura madre di salvia

>  Utilizzo

Salvia


Proprietà della tintura madre di salvia

La salvia è una pianta molto usata in cucina per aromatizzare diverse pietanze, è in realtà utilissima anche per le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche.

Le foglie della salvia contengono principi amari, acidi fenolici, i flavonoidi e un olio essenziale (contenente tujone, cineolo, borneolo, linalolo, beta-terpineolo e beta-cariofillene) e sono utilizzate nella produzione della tintura madre.

I flavonoidi in particolare svolgono un’azione estrogenica, utile in tutti i disturbi femminili, come la sindrome premestruale, i disturbi della menopausa, l'amenorrea.

La tintura madre di salvia è un antispasmodico naturale, utilizzata anche nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale come rilassante della muscolatura liscia, utile in caso di intestino irritabile, spasmi all’apparato digerente o dolori mestrualil.

L'acido carnosico e i triterpeni (amirina, betulina, acido crategolico ed acido 3-idrossi-ursolico) conferiscono alla salvia proprietà antinfiammatorie e diuretiche offrendo una buona risposta contro la ritenzione idrica, gli edemi, i reumatismi e mal di testa.

I preparati a base di salvia sono efficaci per combattere tutte le forme di catarro, utili per la cura delle patologie dell’apparato respiratorio, come raffreddore, tosse, mal di gola e febbre. Infine la salvia possiede anche un’azione ipoglicemizzante. Il suo sapore è amarognolo.

 

Descrizione della pianta

Il salvia è un piccolo arbusto sempreverde della famiglia delle Lamiaceae con rami a sezione quadrangolare. Le foglie sono opposte, finemente dentate ricoperte di peluria, picciolate, ovali-lanceolate, spesse e rugose. Le infiorescenze sono verticali con fiori portati in verticilli da 2 o 4, che appaiono verso giugno-luglio.

La salvia può vivere allo stato spontaneo oltre 15 anni e in coltura da 5 a 7 anni. È una pianta caratteristica dell’Europa meridionale, in Italia cresce spontanea nelle zone centro-meridionali e nelle isole, nella nostra regione è diffusa come pianta coltivata sia in pianura sia nella fascia collinare submontana.

 

Proprietà, uso e controindicazioni dell'olio essenziale di salvia

 

Come si prepara la tintura madre di salvia

La tintura madre di salvia è una preparazione idroalcolica ottenuta per macerazione a freddo in solvente idroalcolico, ottenuta dalle foglie e dalla parte aerea fiorita.

 

Utilizzo

L'utilizzo della tintura madre di salvia è utile in casi di diabete, convalescenza, dismenorree, ipomenorree, amenorree, menopausa; e ancora diarrea, stomatite o afta. Inoltre, uno dei principali di terpeni, la salvina, le conferisce attività antibiotica, che va a incrementare le proprietà astringenti e antisettiche.

Utile per il mal di gola, la tintura madre di salvia regola anche la sudorazione. Essendo uno stimolante ormonale avente effetti tonici ed estrogenici è un valido rimedio per cicli irregolari o scarsi.

In genere si consiglia l'assunzione di 50 gocce diluite in poca acqua o altra bevanda 3 volte al giorno, o comunque a seconda dei casi e previo consulto di un medico o specialista. Non si deve assumere in gravidanza, durante l'allattamento o per periodi prolungati.

 

La salvia tra gli sbiancanti naturali per i denti sani:scopri gli altri!

 

Altri articoli sulla salvia:

>  Salvia: coltivazione, potatura e usi della pianta

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy