Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

TRAINING AUTOGENO RESPIRATORIO E TRAVAGLIO

Il metodo RAT, traing autogeno respiratorio, può essere utilizzato per agevolare il rilassamento e per ridurre il dolore durante il travaglio. Si può imparare nella maggior parte dei corsi preparto e, con un po’ di esercizio, si sarà pronte per un travaglio e un parto più sereni

Che cos’è il training autogeno respiratorio

Il RAT, training autogeno respiratorio, è nato come tecnica per combattere lo stress. Oggi viene insegnato nella maggior parte dei corsi preparto per aiutare le donne a vivere con maggiore serenità il travaglio.

Il trainging autogeno respiratorio si compone di 7 esercizi che integrano tecniche di respirazione autogena, immaginative e di rilassamento. L’apprendimento del metodo RAT prevede una fase collettiva con uno psicologo e l’esercitazione autonoma quotidiana; quest’ultima è molto importante perché, per poter utilizzare efficacemente il training autogeno durante il travaglio, e quindi durante un momento di stress fisico ed emotivo, è molto importante avere una buona familiarità con il metodo. Le lezioni durano circa un’ora; gli esercizi vengono proposti gradualmente.

I primi cinque esercitano la percezione del corpo e l’immaginazione insieme all’osservazione del proprio respiro naturale. Gli altri due portano elementi di disturbo durante l’osservazione del respiro, in modo da simulare la contrazione e allenare la propria capacità di concentrarsi sulla respirazione, anche in condizioni di stress e dolore. Per completare l’acquisizione del metodo, l’arrivo della contrazione viene associata ad immagini e frasi guida, in genere si utilizza la frase “mi respira”.

Il percorso di apprendimento del metodo RAT dovrebbe cominciare non più tardi del quarto mese di gravidanza e andrebbe idealmente associato ad un corso che preveda un approccio completo a gravidanza, parto e post-partum. Acquisire piena consapevolezza di ciò che accade e che accadrà al proprio corpo aiuta a mantenere la calma durante il travaglio e il parto.

Per informazioni sui corsi preparto che utilizzano il metodo RAT basta rivolgersi al proprio medico di famiglia, oppure ai consultori e ai reparti di ginecologia locali.

 

Scopri anche quali sono gli esercizi giusti da fare in garvidanza

 

Perché il training autogeno è utile durante il travaglio

Attraverso il respiro autogeno, l’organismo può esercitare al massimo la propria funzione respiratoria, anche in situazioni di affaticamento e di stress, qual è, appunto, quella del travaglio e del parto. Il beneficio è duplice:

  • Si favorisce l'adeguata ossigenazione per il bambino che sta per nascere;
  • Si riduce la sensazione dolorosa per la madre.

Una buona percentuale del dolore che si prova durante il travaglio è dovuta all’ansia, alla tensione e alla stessa paura del dolore. Tale tensione provoca inoltre un irrigidimento del perineo, che dovrebbe invece rilassarsi.

Il RAT non fa leva su meccanismi illusori; non si pone cioè come negazione del dolore ma utilizza il respiro per attenuare la sensazione dolorosa. Grazie al controllo della respirazione, infatti, si favorisce il rilassamento generale e quello del perineo. Condizioni indispensabili anche nella fase espulsiva. Urlare per il dolore durante la fase espulsiva non serve a niente, anzi può essere dannoso. Respirare in maniera regolare, lenta e profonda è invece molto utile.

Le tecniche di rilassamento apprese grazie al metodo RAT servono inoltre a contrarre in maniera cosciente una parte del corpo e a rilasciarla successivamente, in modo da riposarsi tra una contrazione e l’altra e sfruttare al meglio il momento della contrazione durante la fase espulsiva. I risultati del training autogeno respiratorio non sono immediati, occorre esercitarsi assiduamente per acquisire la tecnica e per fa sì che il controllo della respirazione venga spontaneo, anche nei momenti di stress.

Training autogeno e travaglio sono dunque un binomio vincente. Il RAT, una volta appreso, può essere applicato con successo anche ad altre situazioni della vita. I motivi di stress sono all’ordine del giorno e imparare questa tecnica di rilassamento è un regalo che una mamma dovrebbe farsi per la vita.

 

LEGGI ANCHE
Il parto naturale: tutte le fasi e come affrontare il dolore

 

Immagine | Arte y fotografia

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: