Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DENTOSOFIA: LA SOTTILE LINEA CHE UNISCE DENTI E SCHIENA

Dicono che appena c'è crisi economica, questa si ripercuote sullo stato di salute dei denti di una popolazione. Se è vero che andare dal dentista costa e spesso non risolve i problemi, oggi partiamo da un altro approccio: la dentosofia

Dentosofia: denti e schiena uniti come non mai 

La dentosofia è il rivoluzionario metodo terapeutico che, raddrizzando i denti, cura anche il mal di schiena. Qualcuno azzarderebbe poi dire che rimettendo in riga denti e schiena si agisce anche sull'ansia e si "raddrizza l'esistenza" in qualche modo. Niente trapani, niente sedute traumatiche, niente antidolorifici di cui imbottirsi; la dentosofia si serve di un solo apparecchio in silicone (originariamente era in caucciù), detto attivatore funzionale

 

Alla base della dentosofia c'è l'idea che alla nascita la bocca sia in equilibrio. Poi accade invece che le funzioni vitali di suzione, deglutizione, respirazione, fonazione e masticazione possono svilupparsi in modo non armonico e andare a rompere l'equilibrio interno alla bocca. Alcune azioni che potrebbero alterare questo stato di grazia? Respirare con la bocca, masticare da un solo lato. Queste alterazioni si ripercuotono su un piano fisico e su un piano psichico, dal momento che bocca e denti rappresentano in deontosofia archetipi e stati psicologici.

Ciò significa che la dentosofia curando i denti cura anche asma, allergie, mal di schiena, mal di testa, insonnia e russamento, fibromialgia.

 

La carie in deontosofia

La carie è una cavità più o meno estesa della corona cauata da batteri. All'inizio non è accompagnata da dolore, i sintomi spuntano solo in una fase successiva, quando la carie raggiunge la dentina (area che si trova sotto lo smalto). Il dolore si intensifica quando l'infezione raggiunge la polpa. In odontoiatria classica si usano strumenti meccanici per rimuovere il tessuto cariato e si procede poi con otturazione della cavità residua.

In dentosofia il procedimento è simile ma i metodi sono meno invasivi rispetto all'odontoiatria classica: il laser prende il posto del trapano e tutti i materiali usati sono possibilmente biocompatibili, questo sempre perché in dentosofia c'è un nesso imprescindibile tra denti, corpo umano, pianeta.

 

La carie tra le cause del mal di denti: scopri tutti i rimedi

 

I denti del giudizio in deontosofia

In fondo, ma davvero in fondo, alle arcate dentali superiore e inferiore abbiamo quattro denti molari detti denti del giudizio o ottavi. Se questi sono posizionati male, la gengiva si può infiammare per compressione o per infezione. I sintomi sono simili a quelli causati dall'ascesso. Spesso i dolori sono difficili da interpretare in un primo momento, ma quando l'infezione si espande, i dolori si irradiano anche lontano dalla sede del dente e causano disagi forti che impediscono il proseguimento delle normali azioni quotidiane e non consentono di concentrarsi a dovere.

In odontoiatria classica si usano antidolorifici, terapia antibiotica e si estrae il dente o i denti interessati. In dentosofia si cerca di vitare l'estrazione, inserendo l'attivatore funzionale in modo da creare lo spazio necessario ad accoglierli. Curando la bocca l'attivatore va anche ad agire sulle curvature della colonna vertebrale.

 

LEGGI ANCHE
I rimedi omeopatici per la salute e la cura dei denti

 

Immagine | Justin Doub

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: