Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

SAPERNE DI PIÙ SULL'ARGILLOTERAPIA

Un medicamento straordinario, parola dell'abate Sebastian Kneipp, che alla fine dell'ottocento, studiando le possibili declinazioni terapeutiche dell'acqua, si accorse dei molteplici benefici dell'argilla. Sistema di cura utilizzato sin dall'antichità, l'argilloterapia si basa su un rimedio naturale in grado di mettere K.O. moltissimi disturbi

"L'approfondimento delle mie esperienze mi ha consentito di ampliare le conoscenze delle reazioni dell'argilla e ho scoperto che per molti disturbi non vi è medicina che agisca con altrettanta efficacia e facilità dell'argilla" parola di Sebastian Kneipp, padre dell'idroterapia.

Valide tanto alla fine dell'ottocento quanto nel mondo attuale, queste parole ci portano a indagare i benefici dell'argilloterapia

 

L'ABC dell'argilloterapia 

L'argilloterapia è una medicina naturale basata sull'azione prolungata e benefica del composto di minerali che è l'argilla, prodotto naturale dagli straordinari impieghi per il mantenimento della salute. Rinforza le difese dell'organismo e aiuta a recuperare l'integrità grazie alla sua capacità di scambio ionico che ha un effetto rimineralizzante, drenante, purificante e rivitalizzante.

Anche gli animali traggono vantaggio dall'argilloterapia: spesso, sdraiandosi nel fango, altro non stanno facendo se non prendendosi cura di una ferita.

Antisettica, intelligente, l'argilla per uso interno (bevande, pillole, bastoncini) ed esterno (cataplasmi, impacchi, fasciature, bagnoli, polverizzazioni, bagni argillosi, unguenti, maschere) agisce dove occorre, muovendo elementi rigeneratori che consentono una pronta guarigione. Antitossica, totalmente esente da germi microbici, rimuove intossicazioni a livello intestinale e ha un effetto biocatalizzatore sull'organismo, specie nei tessuti connettivi.

 

Una terapia, tre argille 

L'argilloterapia ricorre a quattro diversi tipi di argilla curativa: la sgrassante, dal corpo argilloso ricco di magnesio e di calce, in grado di agire sulle piaghe infette e di decongestionare le emorroidi; la refrattaria, povera di ossidi alcalini, che serve soprattutto per dare nuova lucenteza alla pelle; la bentonite, agisce sulle infiammazioni delle pelle, su ascessi e foruncoli, calma le ulcere gastrointestinali.

Infine, l'argilla caolinica, con alta quantità di caolinite ed elevato grado di purezza. L'argilla caolinica ha un potere energico cicatrizzante e, come bevanda, è efficace contro i disturbi dell'apparato digerente, allevia i mali di gola e l'infiammazione delle gengive.

 

Gli usi dell'argilla nell'ayurveda

 

Immagine | Picasaweb 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: