Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CONTRO L'INTESTINO IRRITABILE PROVA LO YOGA

La sindrome del colon irritabile è caratterizzata da fastidiosi sintomi: diarrea, gonfiori, costipazione, etc. Le cause non sono ancora pienamente note, ma pare che lo stress giochi un ruolo chiave in merito alla frequenza e all’intensità dei disturbi. Proprio a questo livello che lo yoga entra in azione

Come moltissimi altri disturbi, anche la sindrome del colon irritabile può avere origini, o comunque essere aggravata, da fattori psico-emotivi legati all’ansia o allo stress. Infatti, “In molti casi, è legata a una disfunzione neurofisiologica, accentuata da situazioni di stress”, spiega il dott. Fulvio Palombini, docente di fisioterapia all'Università La Sapienza di Roma.

Proprio per questo motivo, lo yoga e la meditazione possono rivelarsi di grande aiuto per alleviare i sintomi di questo disturbo, senza l’assunzione di medicinali e a un costo relativamente molto basso. 

A spiegare la correlazione tra il colon irritabile e la pratica yogga è Sergio Canavero, neurochirurgo e direttore del Gruppo avanzato di neuromodulazione di Torino: "La meditazione yoga agisce su alcune aree del cervello, come il cingolo e i giri orbitali, che hanno un'azione diretta sull'amigdala e l’ipotalamo, a loro volta in grado di controllare la motilità della parete intestinale, e di mitigare l'attività infiammatoria”. 

Forse non avevamo mai pensato allo yoga come rimedio per questo malessere: in realtà, dobbiamo farlo e molte ricerche confermano la validità delle affermazioni dei due professori citati. 

 

Meditazione, il miglior metodo contro l'ansia

 

Ricerche concordi: yoga e meditazione sono amici del nostro colon

Molte sono le sperimentazioni che confermano la tesi esposta in apertura in merito ai benefici dello yoga nel trattamento della sindrome del colon irritabile.

Ad esempio, è stato condotto uno studio dall’All India Institute of Medical Sciences di Delhi che ha messo a confronto i risultati prodotti dall’assunzione di un farmaco rispetto a quelli derivati dalla pratica. Ebbene, lo yoga è stato considerato nel complesso una terapia più efficace rispetto a quella farmacologica.

All’altro capo del mondo, i ricercatori della Medical School della British Columbia University di Vancouver, in Canada, sono arrivati alle medesime conclusioni dei loro colleghi indiani, soprattutto per quel che riguarda la sensibile attenuazione dell’intensità dei sintomi.

Qualora non si avesse la possibilità di frequentare un corso di yoga, anche la meditazione è un’ottima abitudine per affrontare i disturbi legati a questa sindrome.

A confermarlo, anche qui, numerose ricerche; ne citeremo una a scopo esemplificativo. Gioacchino Pagliaro nel suo libro “Mente, meditazione e benessere. Medicina tibetana e psicologia clinica” ricorda uno studio condotto dal Centro per il Trattamento dello Stress e dei Disturbi dell’ansia dell’Università di Albany nello stato di New York.

Sedici pazienti sono stati sottoposti ad un programma comprendente la pratica della meditazione per un quarto d’ora al giorno, due volte al giorno per sei settimane. I risultati si sono rivelati incoraggianti non solo per il sollievo registrato nel corso dello studio, ma anche per gli effetti positivi riscontrati a lungo termine, mesi dopo i primi test.

Fare un lungo elenco dei numerosissimi studi sull'argomento sarebbe inutilmente noioso: se soffrite di sindrome del colon irritabile, lo yoga e la meditazione possono migliorare significativamente i vostri disturbi, anche uniti ad una terapia farmacologica. Devono almeno essere presi in considerazione quali strumenti per alleviare l'intensità dei sintomi e proposti al proprio medico di fiducia per migliorare la gestione della patologia. 

 

La pratica consapevole e regolare è quella che offre i maggiori benefici

Da tutti gli studi fatti emerge che non è tanto importante concetrarsi su questa o quella posizione o dedicarsi a questo o quel tipo di meditazione: ciò che fa veramente la differenza è la capacità di rilassarsi e di interiorizzare la disciplina.

Come sempre, infatti, non è l’eseguire ostinatamente un asana a fare la differenza, quanto la pratica nel suo complesso e nella sua profondità.

Sentitevi dunque liberi e godetevi le vostre lezioni di yoga e corsi di meditazione e anche il vostro colon vi ringrazierà.

Scopri l'alimentazione giusta per l'intestino irritabile

Per approfondire:

> Intestino irritabile, sintomi e rimedi naturali

> Tutti i rimedi omeopatici per l'intestino

> Disturbi d'ansia e rimedi naturali per curarli

> I sintomi dello stress e le cure naturali

> Intestino irritabile, quali cibi evitare?

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: