Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA DANZA DELLO YOGA

Il dio Shiva in una delle sue rappresentazioni è Nataraja, ovvero signore della danza. E' però anche lo yogi perfetto eternamente immerso nella beatitudine e nel samadhi

Lo yoga è stato accostato in occidente a moltissime discipline, la maggior parte delle volte allontanandosi molto dalla matrice originaria.

Spesso ci siamo occupati di queste fusioni che vanno dal power yoga, al yogilates, allo yoga con i cani: ce n’è davvero per tutti i gusti.

Una via meno battuta e, a mio parere, maggiormente ricca di spunti è quella che si propone di accostare lo yoga alla danza. Il web, vetrina di ogni attività nell'era moderna, pullula di notizie e informazioni a riguardo. Purtroppo, spesso, non sono pienamente intellegibili perché costituite da descrizioni piuttosto vaghe, generali o fumose.

Le cause di tale fenomeno, probabilmente, sono da ricercarsi nella novità della proposta all’interno della quale molto è affidato all’estro, alla preparazione e al background dell’insegnante. Così ogni corso risulta avere delle specificità praticamente uniche e sistematizzare non è cosa da poco.

Se dunque una analisi valutativa non è indicata, nulla vieta di procedere con un approccio descrittivo che illustri in quali modi lo yoga e la danza possano toccarsi in modo costruttivo.

 

Terapia e coreografia nello yoga danza

Le attività che si propongono di unire lo yoga alla danza sono genericamente chiamate yoga danza o danza yoga e possono essere approssimativamente divise in due grandi gruppi: da una parte ci sono quei maestri che propongono lo yoga danza come strumento terapeutico di supporto psicologico, dall’altra coloro che lo intendono come una lezione di yoga, ma con delle caratteristiche peculiari tipiche dello stile preso in considerazione.

Riguardo il primo gruppo, lo yoga danza può essere fatto confluire in un ramo riconducibile a quello dell’arteterapia (sebbene non sia esattamente lo stesso, ovviamente) e in queste classi la disciplina viene praticata non solo per le finalità insite in essa, ma anche con uno scopo terapeutico, in genere sotto la supervisione di un maestro di yoga, ma anche di uno psicologo o di un counselor qualora le figure suddette non coincidano.

Nella seconda metodologia, lo scenario è quello della classica lezione di yoga dove però gli asana sono declinati con finalità artistiche - per così dire - ovvero con lo scopo di creare, attraverso il passaggio fluido da una posizione all’altra, una sorta di coreografia spesso accompagnata dalla musica.

Fuori da questi due raggruppamenti può essere collocata la Shakti Dance, molto di moda negli ultimi anni. Questa disciplina, ideata dalla danzatrice e yogini Sara Avtar Olivier, consiste in un mix di yoga e passi di danza veri e propri.

Il sito ufficiale della disciplina afferma infatti: “La Shakti Dance è lo yoga della danza, ovvero la pratica consapevole della danza pervasa della saggezza dello yoga (…) L’unione unica e armoniosa di asana in movimento e vari stili di danza”.

Per avere un’idea più concreta di tale spiegazione, guarda il video in fondo all'articolo: è una piccola dimostrazione di questa tipologia di yoga danza.

 
Yoga e danza, un accostamento antico: il patrimonio delle mudra

Molto spesso quando si parla da danza e yoga l’accostamento più immediato è quello con la danza indiana. Questo perché entrambe le discipline condividono un ricco repertorio delle cosiddette mudra cioè delle particolari posizioni, in genere delle mani (ma non solo, nello yoga), che fungono da supporto agli asana, alle tecniche di respirazione oppure alla meditazione.

Se nella danza sono eseguite per scopi narrativi e artistico-estetici, nello yoga, oltre alle funzioni appena citate, posso essere adottate per scopi terapeutici, mistici o devozionali.

Questo non deve portare a facili banalizzazioni o a semplificazioni riguardo un discorso in realtà molto complesso sulla danza indiana e lo yoga, semplicemente è uno spunto di riflessione su come l’arte e la spiritualità attingano ad una stessa fonte per soddisfare tipi di sete diversi in un discorso che, in potenza, è valido ieri come oggi.

 

Yoga e jezz: cosa hanno in comune?

 

Guarda il video sulla Shakti Dance

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: