Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

YOGA, 6 POSIZIONI PER RILASSARSI

Amiamo lo yoga perché ci riconnette con le energie della Terra e del sole. Questa potente pratica associata alla meditazione va a beneficio di corpo e mente in maniera totale: ecco le 6 posizioni yoga per rilassarci.

Alcune posizioni dello Yoga derivano da un mondo spirituale che conosceva bene l’importanza della relazione tra l’energia del proprio corpo e quella della Terra.

Maestri come gli Yogi, per accedere alle virtù della spiritualità, devono curare la propria struttura fisica, frequentando e meditando assiduamente in luoghi naturali.

Meditare in sintonia con i fenomeni della Natura, è fondamentale per rendere il proprio corpo elastico, resistente e percettivo al mondo che lo circonda. In questo l’energia del nostro corpo, ha la possibilità di fluire al meglio per potersi fondere con il cosmo della Terra, diffondendo una sensazione di pace che percorre l’intero organismo.

Esistono delle posizioni che agevolano tale connessione ed ora ne analizzeremo alcune per arrivare a comprendere come avviene tale connessione e come il raggiungimento di questo stadio porti al rilassamento totale del nostro corpo e della nostra mente.

 

Yoga, posizioni per rilassarsi: a contatto tra il cielo e la Terra

Ogni posizione ancestrale che il corpo prende, sviluppa una connessione tra il Cielo e la Terra. 

Insieme a tutte le piante e le altre forme di vita, il nostro corpo, consciamente o inconsciamente, se messo in determinate posizioni e in determinati punti, aumenta o diminuisce il suo flusso energetico e di conseguenza la vibrazione delle sue frequenze.

Infatti la fisica quantistica, grazie a questo fenomeno naturale insito in ogni forma di vita, è riuscita a comprendere la trasmissione delle frequenze e inventare così le antenne di tutti gli apparecchi di comunicazione di cui oggigiorno disponiamo.

Tutto ciò può sembrare incredibile, eppure braccia e gambe funzionano come veri e propri canali attraverso i quali il corpo riceve e dona la sua energia sotto ogni punto di vista. 

Le estremità del nostro corpo, in connessione tra il cielo e la Terra, scaricano il nostro organismo dalla sua energia in eccesso per evitarne il fenomeno negativo di “implosione energetica” e lo ricaricano di energia proveniente dal sole e dalla Terra.

Alcune posizioni dello Yoga sono volte ad aumentare tale connessione per dissolvere tutti i disequilibri e tutte le tensioni presenti all’interno dell’organismo.

 

Leggi anche Come rilassarsi naturalmente >>

 

Yoga, posizioni per rilassarsi: i luoghi in cui connettersi

Ogni luogo possiede i suoi minerali, e ogni minerale possiede i suoi effetti verso il tipo di energia accumulata al nostro interno, motivo per cui, anche i luoghi in cui praticare lo Yoga, vanno scelti con meditazione

Bisogna chiudere gli occhi, immaginare diversi luoghi in cui si ha la possibilità di arrivare e, tra quelli immaginati, dirigersi verso quello che, nel focalizzarlo, ci ha trasmesso la sensazione migliore.

 

6 posizioni yoga per rilassarsi

Le 6 posizioni che andremmo ad analizzare, sono tra le prime posizioni nate nello Yoga, tra le più efficaci per raggiungere la pace interiore. Di fatti tali posizioni vengono assunte naturalmente dai bambini e alcune sono sempre state utilizzate anche dal mondo della religione per aumentare, secondo i religiosi, la comunicazione con Dio. 

 

  • Prima posizione: Ardha Kurmasana 

In ginocchio con il busto che si abbandona in avanti e si posa sulle cosce. Le braccia e la fronte si posano sulla Terra. Bisogna respirare e espirare lentamente e profondamente per percepire ogni parte di sè, affondare dentro la Terra. Abbandonarsi ad ogni respiro fino a che non percepiamo il flusso energetico tra noi e la Terra.

In questa posizione il corpo riceve una compressione della parte toracica addominale purificando i polmoni dalle tossine, e pulendo la parte superiore dell’apparato digerente dai residui. Ogni forma di energia in eccesso viene scaricata e assorbita dalla Terra. 

Una volta liberati dalle energie negative, in questa posizione si possono ascoltare le energie che la Terra trasmette al nostro corpo e sentire una lenta e profonda sensazione di ricarica.

 

  • Seconda posizione: Padangustasana

In ginocchio con il busto eretto, i palmi delle mani giunte all’altezza del plesso solare.

Questa posizione è la forma di comunicazione più potente che una persona può sperimentare con se stessa. Di fatti, per il mondo della riflessologia, giungere i palmi delle mani, significa mettere in comunicazione l’emisfero sinistro con l’emisfero destro del cervello. 

Questa posizione ci permette di ascoltare noi stessi e le sensazioni più profonde, nel modo più intenso possibile. Questa posizione assomiglia a una fiamma che arde la sua legna.

 

  • Terza posizione: Ardha Padmasana

Seduti con le piante dei piedi uniti, le cosce aperte, il busto eretto e i palmi delle mani rivolti verso il cielo, posati sulle ginocchia. Questa posizione ci permette di ascoltare il mondo interiore e quello esteriore in modo equilibrato. Ascoltando le sensazioni di leggerezza e pesantezza, possiamo comprendere il nostro status fisico ed energetico. 

È consigliato portare la respirazione ad uno stadio abbastanza profondo per permettere all’organismo, attraverso la respirazione, di sciogliere le tensioni viscerali.

 

  • Quarta posizione: Urdhva Hastasana

In posizione supina con i piedi uniti, le braccia distese verso l’alto e i palmi delle mani rivolti verso il Sole, incanalare quanta più aria possibile nei polmoni, aprendo il plesso solare il più possibile. Questa posizione connette la Terra con il sole. Attraverso questa connessione il nostro corpo rigenera totalmente la sue energia.

 

  • Quinta posizione: Adho Mukha Svanasana

In posizione supina con le gambe e le braccia divaricate, flettersi in avanti, lasciando le gambe distese e appoggiando le mani sulla Terra in prossimità dei piedi. Abbandonare la testa per lasciarla pendolare verso il basso

In questa posizione il sangue va alla testa, purificando i residui di tossine all’interno del l’apparato circolatorio del cervello. Anche le energie accumulate nella mente, come il sangue, tendono verso il basso e vengono scaricate sulla Terra attraverso le braccia e le mani.

 

  • Sesta posizione: Savasana

Schiena, palmi delle mani e piante dei piedi a contatto con la Terra a braccia e gambe divaricate. Con questa posizione, l’energia della Terra attraversa le mani e i piedi per poi uscire dal plesso solare e dall’aria che tiriamo fuori attraverso una respirazione eseguita il più lentamente e profondamente possibile. 

 

Posizioni per rilassarsi, ognuno ha le sue

È di fondamentale importanza che ogni persona creda in se stessa e nel proprio potenziale per ricercare e sperimentare tutte quelle posizioni che gli nascono spontanee. Perché è proprio in queste che risiede la massima connessione che ogni individuo può ottenere nel modo più profondo e intimo con l’energia della Terra.

 

Leggi anche 3 asana per dormire bene >>

 

Foto: sandsua / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: